Kent’annos Mandrolisai celebra la tartare

Una tartare di fassona battuta al coltello, condita semplicemente con olio, limone, sale e pepe , dei petali di tartufo nero, che viene abbinata a questo Kent’annos Mandrolisai, omaggio dell’azienda Cantina del Mandrolisai con la quale collaboro, che vi consiglio di provare

  • DifficoltàFacile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Porzioni4
  • CucinaItaliana

Ingredienti

750 ml Kent’annos Mandrolisai (Ho usato questo dell’azienda Cantina del Mandrolisai )
700 g Coscia di Fassona Piemontese
1 rametto maggiorana
q.b. tartufo nero
q.b. sale e pepe
1 limone
2 ravanelli
q.b. Riduzione di aceto balsamico
4 cucchiai olio extravergine d’oliva

Strumenti

1 Coltello
1 Coppapasta
1 Ciotola
1 Cucchiaino

Passaggi

Per prima cosa in una ciotola preparare l’emulsione con olio sale pepe e maggiorana, quindi tagliare la carne prima a fettine e poi tritare finemente con il coltello, va battuta per non perdere i suoi succhi e renderla tenerissima. Ora aggiungetela nella ciotola con l’emulsione e mescolate bene e fare riposare per 30 minuti. Per impiattare mettere ip coppapasta al centro del piatto e riempire con la carne, adagiare sopra dei petali di tartufo nero, completare con delle zeste di limone e fettine di ravanello e goccevdi riduzionedi di balsamico. Ultimare con un giro d’olio a crudo e una macinata di pepe. Ho abbinato questo ottimo Kent’annos Mandrolisai dell’azienda Cantina del Mandrolisai

5,0 / 5
Grazie per aver votato!