Crostata ai frutti di Bosco abbinata al Syrah rosé Settosoli

Ho abbinato questo ottimo vino Syrah rosé omaggio della cantina Settesoli con la quale collaboro,  credetemi che non è  stato un azzardo,  la sua freschezza, la sua delicatezza e armonia , le note di ciliegie  han fatto si che si sposasse perfettamente  con questa crostata  con crema pasticcera e frutti di Bosco…da provare

  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo6 Ore 40 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni8
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

330 g farina 00 (Più quella per la spianatoia )
165 g burro
1 uovo intero
2 tuorli
130 g zucchero semolato
1 pizzico sale
Mezza scorza di limone
Mezza bacca vaniglia
400 ml latte intero
100 ml panna fresca liquida
Mezza bacca vaniglia
7 tuorli (Circa 125 grammi)
20 g amido di riso (Se non lo trovate usate l’amido di mais )
20 g amido di mais (maizena)
Mezza scorza di limone grattugiata
q.b. gelatina spray

Strumenti

1 Stampo
1 Casseruola dai bordi alti
1 Carta forno
1 Coltello
1 Ciotola
1 Colino
1 Frusta
1 Frusta elettrica
1 Planetaria
1 Matterello
1 Spianatoia

Passaggi

Prima di tutto, preparate la pasta frolla montando il burro morbido  con zucchero, sale e vaniglia fino ad ottenere una crema spumosa; aggiungete infine le uova una alla volta, montando sempre con le fruste o planetaria a velocità alta fino ad ottenere un composto cremoso e compatto. Aggiungete la farina in un sol colpo dopo averla  setacciata due volte; compattate con spatola e poi con le mani spolverate di farina, impastando poco, il necessario per ottenere un panetto di frolla morbida che si stacca dal piano di lavoro. Se necessario aggiungete una spolverata di farina. Non deve attaccare. Sigillate in pellicola e riponete in frigo per 2 – 3 h a rassodare, l’ideale sarebbe prepararla la sera prima.
Stendete su un piano di lavoro ad uno spessore di 4 mm con mattarello e farina.
Poi imburrate e infarinate uno stampo per crostata da 24 cm . Eliminate i bordi, bucate con il buca sfoglia o con i lembi di una forchetta.
Fate raffreddare in frigo 30 minuti.
Infine aggiungete un foglio di carta da forno ripieno di sfere in ceramica oppure riso per creare un peso al centro.
Cuocete il guscio in forno ben caldo a 175° nella parte media del forno per circa 25 minuti, quindi sfornare ed eliminare la carta da forno e cuocere il guscio per ancora 5 minuti sul fondo del forno.
Sfornate e Lasciate raffreddare completamente. Nel frattempo preparare la crema pasticcera, come prima cosa inserite in freezer una ciotola di vetro. A questo punto ricavate i semi dalla vaniglia e tagliate i baccelli in pezzi . Versate il latte in un tegame e aggiungete sia i semi  che i baccelli della vaniglia. 
Ricavate dal limone la scorza, prelevando solo la parte gialla, e unitela nel tegame. Accendete il fuoco e scaldate il tutto portando a bollore e mescolando di tanto in tanto. In un altro tegame versate i tuorli, lo zucchero e l’amido di mais. Utilizzando un frustino morbido mescolate per ottenere una consistenza cremosa e liscia
Non appena il latte sfiorerà il bollore, trasferitelo all’interno dei tuorli in 3 volte filtrandolo con un colino e mescolando sempre con la frusta . Trasferite di nuovo sul fuoco e mescolate in continuazione fino a che non si sarà addensata. 
Per raffreddarla velocemente riprendete la ciotola dal freezer e versate la crema all’interno. Mescolate con una frusta molto velocemente, fino a che non avrete portato la crema a 50°, al di sotto del punto di cottura. Dovrete ottenere una crema liscia e molto lucida. Riprendete la crostata e farcite con la crema pasticcera decorate a piacere con frutti bosco e una spruzzata di gelatina spray. Io ho abbinato questo eccezionale Syrah rosé Settesoli e vi assicuro che mi è piaciuto molto e non è stato affatto un azzardo, e lo consiglio anche a voi.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!