Cannoli di ricotta al caffè

CANNOLI DI RICOTTA AL CAFFE’

cannoli di ricotta al caffè

I cannoli di ricotta al caffè, è una variante al classico cannolo siciliano con la ricotta. L’idea di aromatizzarli al caffè, l’ho avuta quando mi è arrivata la campionatura della Molinari; con l’aroma che sprigionava l’espresso Irish Cream, non ho resistito e mi sono messa subito all’opera. Da brava siciliana, ho provato l’esperimento con i cannoli.

Ingredienti

  • 1 kg di ricotta di pecora gocciolata dal siero
  • 300 g di zucchero semolato
  • una tazzina di caffè Molinari Irish Cream
  • zucchero a velo

Per le cialde se non li comprate da un pasticcere di fiducia, potete realizzarle seguendo questa ricetta Cannoli Siciliani.

Come preparare i cannoli di ricotta al caffè

Per prima cosa bisogna far perdere alla ricotta tutto il siero. Io appena comprata la inserisco dentro la centrifuga per l’insalata, schiacciandola un po, e la lascio scolare, togliendo man mano tutto il siero che si forma. Quando vedrete che la ricotta è asciutta, ci vorranno dalle 36 alle 48 ore, setacciatela  con un colino a maglie fitte, pesatela e per ogni 100 g di ricotta, aggiungete 30 g di zucchero. Amalgamate bene ed aggiungete il caffè ben ristretto, dosandolo a piacere e cercando di non diluire troppo la ricotta. Per questa ricetta infatti ho fatto asciugare la ricotta un pò di più. Adesso non vi resta che riempire i cannoli con una siringa per dolci, guarnirli con un chicco di caffè per lato e un pò di caffè. Spolverizzarli con lo zucchero a velo. Accompagnarli con caffè all’Irish Cream.

 

 

Precedente Spaghetti aglio olio peperoncino e salsiccia Successivo POLLO AL FORNO CON PATATE

2 commenti su “Cannoli di ricotta al caffè

  1. Gianni B. il said:

    Non credevo esistesse la versione dei cannoli al caffè, deliziosi e golosi, ti ringrazio, un caro saluto.

    • Antonella il said:

      Ciao Gianni, come ti dicevo prima, non lo so nemmeno io se esistono. Io ho voluto provare, il risultato è stato fantastico, sono piaciuti ai miei ospiti, quindi, da oggi diciamo che esistono 🙂 A presto!!!!

Lascia un commento