Tomino vegetale di semi di zucca – videoricetta

Benvenuti su Il Verde in Tavola.
Fra la tante difficoltà dell’alimentazione vegana (anche se ormai i grandi marchi di produzione alimentare hanno capito che la tendenza del mercato va in questa direzione e propongono sempre nuovi preparati) c’è quella di non utilizzare in cucina alcun tipo di formaggio di origine animale.
Nei giorni scorsi avevo pensato di preparare dei pizzoccheri vegani ma la domanda è stata: se volessi evitare prodotti a base di soia (al super si trovano formaggi vegan ma sono tutti a base di soia – e io preferisco non abusarne) ma, come prevede la classica ricetta dei pizzoccheri, volessi comunque non perderne la caratteristica “formaggiosità”, come potrei fare?
Ed ecco che, sfogliano una rivista di cucina, trovo una proposta davvero interessante: il tomino fatto solo con semi di zucca!!
E allora ho capito che dovevo provare.. non solo ho ottenuto una “formaggella” dal gusto particolare e molto buono, ma l’ho utilizzata per prepararci dei fantastici pizzoccheri (la ricetta nei prossimi giorni, quindi tornate a trovarmi!).
In questo caso, dovendola utilizzare per un’altra ricetta, mi sono limitata a salarla e peparla e condirla poi, con olio evo..
Nel caso decideste di mangiarla così, potreste condirla con noci, o nocciole, o peperoncino, o rucola, o olive… insomma, con tutto ciò più vi piace!

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    30 minuti
  • Cottura:
    8 minuti
  • Porzioni:
    1 Tomino da 300 gr circa
  • Costo:
    Molto Basso

Ingredienti

  • 200 g Semi di zucca (sbucciati)
  • 1 l acqua
  • 4 g sale fino

Preparazione

  1. In un piatto capiente mettete un piattino da caffè capovolto, e sopra appoggiateci una reticella per ricotta.
    Raccogliete nel bicchiere del frullatore l’acqua, il sale e i semi di zucca,
    Frullate per almeno 5/6 minuti così che il composto diventi omogeneo e liscio.
    Versatelo in una pentola antiaderente e portatelo ad ebollizione.
    Cuocete per circa 7/8 minuti, avendo cura di togliere la schiuma che potrebbe formarsi in superficie.

  2. Noterete che il composto inizierà a separarsi in una parte liquida e una più solida, che tenderà a galleggiare.
    Utilizzando la schiumarola, raccogliete la parte consistente e versatela nella reticella per ricotta.
    Lasciate che il liquido in eccesso fuoriesca dai buchini.
    Per aiutare questo processo, ci ho appoggiato sopra un batticarne che, schiacciando il tomino, ha velocizzato la perdita di liquidi.
    Man mano che si accumulano sul fondo del piatto, scolateli.
    Lasciate raffreddare la formaggella per almeno un paio di ore e poi mettetela, coperta con pellicola per alimenti, in frigorifero.
    Potrete gustarla già dopo un paio di ore.
    Conditela a piacere con sale, pepe e olio e presentatela accompagnata da un’insalatina di stagione, oppure, come ho fatto io, usatela per condirci una pasta, un risotto o delle verdure..

Per non perderti le mie ricette

Ti piacciono le mie ricette? Iscriviti gratuitamente al mio blog qui
Iscriviti al mio canale Youtube!! Puoi farlo cliccando qui
Vieni lasciarmi il tuo like sulla mia pagina di Facebook Il Verde in Tavola
Ti aspetto anche sul mio blog Fulvia’s Kitchen

Precedente Amor polenta vegano con banane e nocciole - videoricetta Successivo ConGusto, il gelato vegano a Barcellona

Lascia un commento

*