Panfrutto

In alcuni regioni d’Italia nel periodo che precede il Natale viene impastato un pane arricchito con frutta secca e candita che prende il nome di Panfrutto.
Alcuni conoscenti mi hanno raccontato che la tradizione, vuole che il panfrutto sia impastato con farine poco raffinate o con farine provenienti da cereali diversi dal grano, come la segale e il farro.
Non sono riuscita a reperire la farina di segale e pertanto ho utilizzato la farina integrale che è comunque profumata e da al pane il tipico aspetto grezzo.
Ho scelto di arricchirlo con alcuni degli ingredienti che amo di più in questo periodo fichi secchi e arancia candita, pistacchi e mandorle.
Voi potete arricchirlo con i frutti che più vi piacciono: albicocche, prugne, nocciole, noci ecc…
Qui, al Salotto delle Leccornìe è piaciuto tanto, così tanto che appena tiepido una dama ne ha mangiato subito una fetta con del prosciutto!

  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione1 Ora 30 Minuti
  • Tempo di riposo1 Ora
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per la biga

160 g farina integrale
80 g acqua
3 g lievito di birra compresso

Per l’impasto

240 g farina integrale
200 g acqua
3 g lievito di birra compresso
20 g pistacchi
20 g arancia candita
20 g mandorle
50 g fichi secchi

Passaggi

Biga

Per preparare la biga sciogliete il lievito nel acqua a temperatura ambiente, versatela nella farina e impastate il tutto.
Non impastate a lungo, non deve formarsi un impasto compatto e omogeneo bensì delle grosse briciole. L’importante è che tutta la farina sia stata bagnata. Coprite la ciotola contenente la biga con della pellicola e lasciatela lievitare per 20-24 ore a una temperatura di 16-18°C.

Impasto

Ammorbidite la biga con l’acqua (a temperatura ambiente) necessaria per l’impasto. Incorporate anche il lievito di birra affinchè possa sciogliersi.
Aggiungete la biga sciolta alla farina che avrete disposto nella ciotola della planetaria, azionatela alla velocità più bassa, deve formarsi un impasto liscio, omogeneo e non appiccicoso.
Lasciatelo lievitare, coperto, per 1 ora nella ciotola della planetaria.
Trascorso questo tempo aggiungete all’impasto i fichi secchi tagliati a metà, i cubetti d’arancia candita, i pistacchi e le mandorle.
Azionate la planetaria alla velocità più bassa e fate inglobare gli ingredienti all’impasto.
Trasferite l’impasto sul piano di lavoro e iniziate a dare la prima piega di rinforzo da 3 (in totale dovete dare 6 giri di pieghe da 3).
Tra un giro e l’altro fate riposare l’impasto per 15 minuti coperto con pellicola.
Al termine delle pieghe date forma alla pagnotta e ponetela a lievitare, fino al raddoppio dl volume, su teglia rivestita con carta da forno.
Cuocete in forno preriscaldato a 190°C per 20 minuti dopodichè abbassate il forno a 170°C e proseguite la cottura per altri 30 minuti.
Trascorsi i primi 20 minuti di cottura potete trasferire la pagnotta sulla griglia del forno così che anche la parte sottostante del pane possa diventare dorata e croccante.
Gustatelo freddo!

Consigli

Potete abbinare questo pane sia a ingredienti salati che dolci, provatelo con il prosciutto crudo, con il formaggio stagionato e il miele, in accompagnamento a del bollito, con la mostarda o più semplicemente con della confettura o una crema spalmabile.

/ 5
Grazie per aver votato!