Pan di Spagna senza glutine

Il pan di Spagna senza glutine che vi propongo oggi ha una consistenza molto soffice ma allo stesso tempo resta compatto e tiene molto bene la bagna senza sbriciolarsi. Questo pan di Spagna è ottimo farcito sia con creme, panna, frutta ma anche semplicemente con confetture e marmellate da gustare a colazione o a merenda. Si conserva morbido per un giorno in busta chiusa e può essere anche congelato per essere poi scongelato a temperatura ambiente in poche ore e resta fragrante come appena fatto.

pan di spagna senza glutine
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione25 Minuti
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 150 guova
  • 100 gzucchero
  • 150 gfarina di riso senza glutine
  • 20 gfecola di patate senza glutine
  • 1 pizzicosale
  • 1baccello di vaniglia

Strumenti

  • 1 Ciotola
  • 1 Sbattitore Frusta elettrica o planetaria
  • 1 Stampo a cerniera da 22 cm

Procedimento

Pan di Spagna senza glutine
  1. Montare le uova in planetaria oppure con uno sbattitore elettrico insieme allo zucchero, il sale e gli aromi.

    Il composto dovrà essere gonfio, chiaro e spumoso, ci vorranno circa 12-15 minuti.

    Unire a mano con una spatola, con movimenti dal basso verso l’alto la farina setacciata con la fecola poca alla volta.

    Versare il composto negli stampi precedentemente imburrati (oliati) e infarinati.

    Cottura in forno preriscaldato a 180°c per 20-25 minuti, fare la prova dello stecchino.

    Sfornare e lasciar intiepidire prima di sformare, lasciar raffreddare su un vassoio o gratella per dolci.

    Conservare in un busta chiusa per 1 giorno oppure congelare.

ATTENZIONE: consultare il prontuario Associazione Italiana Celiachia e leggere attentamente gli ingredienti, per assicurarsi che non contengano contaminazioni da glutine

Il Pan di Spagna

Le origini del pan di Spagna risalgono alla metà del 700 quando il cuoco genovese Giobatta Cabona venne inviato in Spagna al seguito dell’ambasciatore Domenico Pallavicini e in occasione di un banchetto presentò una torta di un estrema leggerezza, che venne in suo onore definita dalla corte spagnola pasta genovese o pate génoise. Da questa derivò una versione semplificata per onorare la corte spagnola che prese il nome di pan di Spagna. Le differenze tra le due preparazioni stanno nella preparazione, la pasta genovese è preparata a caldo, mentre il pan di Spagna a freddo. Gli ingredienti principali sono uova, zucchero e farina. Oggi sono presenti numerose varianti come gli amidi e fecola da aggiungere fino a metà del peso della farina, togliendone la stessa. Con l’aggiunta degli amidi si avrà un pan di Spagna più friabile. 

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.