Marmellata di arance

La marmellata di arance è secondo me tra le più buone conserve di frutta. Dolce, aspra e amara nello stesso tempo, dal profumo inconfondibile è molto versatile dal pane burro e marmellata alle crostate, biscotti, semplici torte da credenza farcite ma anche dolci al cucchiaio. In questa versione ho utilizzato poche scorze, ma tra qualche giorno sarà pronta anche quella di agrumi con cedri, bergamotti, mandarini, limoni e arance ricchissima di scorze.


marmellata di arance


INGREDIENTI:Marmellata di arance

  • 2 kg di arance sbucciate
  • 1,500 kg di zucchero
  • qualche scorza di arancia
  • il succo di 2 limoni

PROCEDIMENTO:

  1. Pelare le arance con un pelapatate e far bollire per 5 minuti le scorze ottenute.
  2. Questo passaggio servirà per eliminare un po’ di amaro
  3. Raffreddare sotto l’acqua fredda e tagliare a julienne sottili nel senso della larghezza della scorza.
  4. Eliminare la parte bianca e tagliare le arance a pezzetti.
  5. Mettere le arance in una pentola.
  6. Portare a bollore e far cuocere per 30 minuti.
  7. Aggiungere lo zucchero e mescolare.
  8. Unire anche le scorze e far bollire finché la marmellata risulterà densa.
  9. Fare la prova del piattino.
  10. Appena tolta dal fuoco aggiungere il succo dei limoni.
  11. Invasare la marmellata in barattoli precedentemente sterilizzati.
  12. Chiudere con i coperchi e capovolgere.
  13. Lasciare capovolti per almeno 12 ore.
  14. La marmellata risulterà abbastanza liquida.
  15. Con il tempo diventerà più compatta.
  16. Si consiglia di attendere almeno 2 mesi prima di consumarla.

Per tutte le info sulla pastorizzazione e conservazione consultare Linee guida sulla corretta preparazione delle conserve alimentari in ambito domestico.

 

marmellata di arance

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.