Olive nere saltate in padella

OLIVE NERE SALTATE IN PADELLA.

Questo è il periodo in cui in campagna ci si dedica alla raccolta delle olive. Gli alberi sono pieni di questi frutti  che ci danno olio prezioso fin dai tempi dei tempi. E’ il momento giusto per poterle assaggiare ancora prima di essere portate al frantoio o messe sotto sale  per l’inverno. Basta raccogliere le olive nere  e metterle  in padella .. Nella pausa pranzo era considerato un piatto unico accompagnato da pane fatto in casa a volte raffermo. Le olive nere saltate in padella è una ricetta che nella mia famiglia   si era persa, ma una volta riscoperta  non manca mai in questo periodo.

olive nere saltate

 

                     olive nere saltate in padella

 

ingredienti:

300 g di olive nere  qualità “piantone di Mogliano” raccolte da qualche giorno

2 cucchiai di olio evo

1 mazzetto di rosmarino

sale (1 cucchiaino circa)

1 bicchierino da caffè di aceto

spolverata di pepe o peperoncino a scelta

tempo di cottura non più di 10 minuti

 

Preparazione:

Questa è una ritta davvero antica e povera, che si poteva trovare sulle tavole dei nostri nonni  nel periodo della raccolta delle olive e che a tutt’oggi non è stata dimenticata, semplice e veloce da realizzare si mangia con fette di pane anche raffermo, un piatto unico per tutta la famiglia.

In una padella antiaderente, versate l’olio.

Dopo aver lavato e asciugato le vostre olive nere , versatele nella padella   con il rosmarino  saltandole ripetutamente dopo di che, salate e pepe e lasciate cuocere per 10 minuti.

Trascorso questo tempo versate l’aceto , fatelo evaporare a fuoco vivo e le olive nere saltate in padella saranno pronte da portare in tavola.

Potete accompagnare le vostre olive nere  con crostoni di pane, un ottimo antipasto per fare un viaggio nel passato …Ivana

Se questa ricetta vi è piaciuta condividetela con i vostri amici, potete seguirmi anche sulla mia pagina di Facebook cliccando  Il ricettario delle vergare vi aspetto.

10 Risposte a “Olive nere saltate in padella”

  1. Sto notando che le nostre regioni hanno molto in comune… noi le chiamiamo olive dolci… e le cuciniamo così! ( parlo della Calabria) …:)

  2. Le adoro,al naturale,cioè solo olio e sale. Ma le mangio anche alla pugliese: con salsiccia di cavallo( o di suino) a tocchetti,ben rosolate con le stesse olive

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.