Pasticcio di nonna Maria

Il pasticcio di nonna Maria è un gustosissimo calzone che prepara appunto nonna Maria, che è la dolcissima mamma della mia amica Cristina. Mi piace quando le mie amiche mi parlano delle loro tradizioni di famiglia e me le fanno conoscere. E cosa ancora più bella me le propongono per il blog. In questa versione nonna Maria veste il suo calzone a mo di focaccia. Nell’insieme il risultato è strepitoso 😀 A fine articolo troverete anche la versione con lievito di birra.

Pasticcio di nonna Maria

Pasticcio di nonna Maria

Ingredienti

Per l’impasto:

500 grammi di semola rimacinata

150 grammi di pasta madre

300 grammi di acqua

30 grammi di olio d’oliva

15 grammi di sale

Per il ripieno:

un chilo di cipolle sponzali

300 grammi di baccalà

80 grammi di olive nere denocciolate

6 pomodori pelati

origano

sale

olio d’oliva

Dissalate il baccalà, tenendolo a bagno per tre giorni e cambiando l’acqua più volte al giorno. Pulite le sponzali e lavatele accuratamente. Tagliatele a pezzetti e mettetele in uno scolapasta. In una capiente padella versate l’olio. Quando sarà caldo fatevi soffriggere il baccalà tagliato a pezzi. Rigiratelo da tutte le parti. Dopo 5 minuti, toglietelo e nella stessa padella versate le sponzali che farete stufare dolcemente, fino a quando si sarà evaporata completamente l’acqua. Spinate il baccalà e mettetelo da parte.

In una ciotola capiente spezzettate la pasta madre rinfrescata e raddoppiata di volume. Versateci una parte dell’acqua, tenendone da parte una tazzina dove scioglierete il sale. Versate l’olio e subito dopo la semola rimacinata setacciata. Amalgamate e cominciate ad impastare. Dopo un minuto aggiungete il resto dell’acqua dove avrete sciolto il sale. Impastate ancora un po’, poi trasferitevi sulla spianatoia. Lavorate l’impasto energicamente fino a renderlo elastico e omogeneo. Riponetelo in una ciotola, coprite con la pellicola e lasciatelo lievitare al caldo (io uso la copertina).

Quando l’impasto sarà lievitato, infarinate la spianatoia e trasferitevi l’impasto, che dividerete in due parti, una un po’ più grande per il disco sottostante e l’altra per il disco che andrà a chiudere il pasticcio.  Quindi stendete la pasta ottenendo così due dischi. Versate un po’ d’olio nella teglia (diametro cm 28) e distribuitelo con un pennello anche sulle pareti. Foderate la teglia con il disco di pasta e distribuite la farcia, quindi le sponzali, il baccalà e le olive tagliate a rondelle.

1

 

Chiudete con il disco più piccolo e sigillate bene i bordi eliminando la pasta in eccesso. Punzecchiate la superficie con i rebbi di una forchetta e distribuite i pomodori pelati, tagliati a pezzetti. Condite con origano, olio e sale.

3

Infornate a 200° per circa 35 minuti. Regolatevi in base alle caratteristiche del vostro forno. Io ho infornato al primo binario partendo dal basso e gli ultimi 5 minuti di cottura, ho spostato al griglia al secondo binario e impostato il grill. Lasciate intiepidire per circa dieci minuti prima di servire.

Note: Se usate il lievito di birra, le proporzioni sono le seguenti: 500 grammi di semola rimacinata, 100 grammi di farina 00, 350 grammi di acqua, 10 grammi di lievito di birra fresco, 30 grammi di olio e 15 grammi di sale.

Le sponzali possono essere sostituite dai cipollotti qualora non fosse possibile reperirle.

Vieni a trovarmi su facebook e su twitter e diventa mio fan!

 

Precedente Crostata dolcemente ubriaca Successivo Omelette con prosciutto e scamorza

Un commento su “Pasticcio di nonna Maria

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.