Panzerotti di Teresa

Oggi ho sperimentato un nuovo impasto con la pasta madre ed ho fatto i panzerotti di Teresa. Questo impasto nasce con il lievito di birra e lo uso da parecchi anni. Ho voluto però provare a realizzarlo con la pasta madre. Di chi è la ricetta? Della mia amica Teresa, ovviamente.

Panzerotti di Teresa

Panzerotti di Teresa

Ingredienti per 9 panzerotti

Per l’impasto:

150 grammi di pasta madre

200 grammi di farina 0

120 grammi di semola rimacinata

60 grammi di manitoba

100 grammi di acqua

150 grammi di latte

20 grammi di burro morbido

un cucchiaino di malto d’orzo

12 grammi di sale

farina per la spianatoia

Per il ripieno:

Formaggio a pasta filata (scamorza, treccia o mozzarella)

pomodori pelati

pecorino grattugiato

origano

pepe

sale

olio per friggere

Dopo aver rinfrescato la vostra pasta madre, pesatene i 150 grammi e riponetela in un vasetto coperto con pellicola. Mettetela a lievitare al calduccio, avvolta in una copertina (adesso che fa ancora freddo). Usatela quando sarà raddoppiata di volume.

Scaldate l’acqua e il latte per renderli tiepidi (leggermente tiepidi). Versateli nella ciotola della planetaria o in un’altra ciotola qualora realizzaste l’impasto a mano. Aggiungete la pasta madre a pezzettini e un cucchiaino di malto d’orzo (in mancanza miele o zucchero). Lavorate e poi aggiungete tutte le farine setacciate insieme. Continuate a lavorare per altri tre minuti e poi aggiungete il sale. Lavorate l’impasto fino a renderlo omogeneo. Riponetelo in una ciotola con coperchio, oppure coprite la ciotola con pellicola. Avvolgete la ciotola in una coperta e lasciate lievitare sino al raddoppio. Ora considerando che in questo periodo fa freddo (infatti sta nevicando), io ho impastato la sera ed ho lasciato lievitare tutta la notte. Quando le temperatura saranno più calde, avremo bisogno di meno tempo. Il giorno dopo riprendete l’impasto e formate delle palline da 90 grammi l’una. Me ne sono venute 9. Disponete le palline sulla spianatoia, copritele con un telo di cotone e con una copertina leggera (per non comprimerle) e lasciatele lievitare per altre due ore almeno.

Preparate il ripieno. Tagliate i pomodori pelati e metteteli a sgocciolare in un passino, per un’ora. Poi conditeli in una ciotola, con origano, sale, pecorino, pepe. Mescolate. In un’altra ciotola sfilacciate la treccia oppure tagliate la scamorza a dadini piccoli (potete anche tritarla). Se invece usate della mozzarella, fatela sgocciolare nel passino, in modo da farle perdere più acqua possibile che altrimenti inumidirebbe la pasta.

Infarinate il piano di lavoro e stendete ogni pallina, fino a formare un disco abbastanza sottile.

Mettete a scaldare l’olio nella padella.

Al centro di ogni disco distribuite un po’ di formaggio a pasta filata. Proseguite distribuendo un cucchiaio di pomodori pelati. Inumidite i bordi di ogni disco e chiudeteli a mezza luna, comprimendo bene i bordi. In quest’altra mia ricetta trovate le foto del passo passo. E’ importante che i pomodori vadano distribuiti sui dischi, un disco alla volta, poco prima di friggerli. Non farciteli con troppo anticipo, altrimenti la pasta si inumidirà e rischierà di rompersi. Friggete i panzerotti ad immersione fino a doratura. Poi sgocciolateli su carta assorbente. Serviteli caldissimi!

Buon appetito con i panzerotti di Teresa!

Vieni a trovarmi su facebook e su twitter e diventa mio fan!

 

 

 

 

Precedente Reginette al vincotto di fichi Successivo Crostata di ricotta con frolla al cacao

2 commenti su “Panzerotti di Teresa

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.