Crea sito

Crostata salata svuotafrigo

La crostata salata svuotafrigo è una mia ricetta. L’idea mi è ventuta un pomeriggio di qualche mese fa.
Ho aperto il frigo e ho avuto la sensazione che stesse esplodendo!

Era proprio stracolmo di leccornie e il rischio del deperimento di molti ingredienti era davvero concreto;
daltronde, abitando in un minuscolo paese privo di un negozio alimentare (il vecchio negozio ha chiuso lo scorso 31 dicembre), faccio spesso un pò di scorta per non andare tutti i giorni al supermercato.

Piuttostto che buttare tutto nel bidoncino dell’ organico (meglio evitare lo spreco alimentare, no? C’è tanta gente che muore di fame!) ho aperto un vecchio libro di cucina cercando un’idea per l’ impasto di base.
Ho scelto la pasta frolla magra salata e l’ho riempita con pancetta, senape e tante verdure.

Così è nata la mia crostata salata svuotafrigo.

Chiariamo subito un equivoco: anche in questa versione la pasta frolla non è mai veramente magra pur contenendo “solo” 150 grammi di grasso (la versione grassa ne contiene 250 grammi).

Crostata salata svuotafrigo con pasta frolla magra
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo2 Ore
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioniper 4 persone
  • Metodo di cotturaForno elettrico
  • CucinaItaliana

Ingredienti

per la frolla magra salata
  • 500 g di farina
  • 2 uova intere
  • 150 g di grasso (burro, olio, strutto o grasso di animale)
  • 10 g di sale
  • acqua q. b.

Per il ripieno

  • senape q.b.
  • 180 g di prosciutto cotto tagliato a dadini
  • 40 g di pancetta affumicata tagliata a dadini
  • 2 zucchine piccole
  • 1 carola grossa

Strumenti

  • 1 spianatoia o una ciotola capiente
  • 1 coltello grande per raschiare la spianatoia
  • 1 coltello per tagliare la carota
  • 1 stampo per crostata da 30 cm
  • carta da forno
  • pellicola alimentare
  • 1 mattarello
  • 1 rotellina per tsgliare l’eccesso di pasta

Preparazione della frolla

  1. Versare la farina a fontana sulla spianatoia e mettere al centro il burro morbido spezzettato con le mani, le uova, il sale e l’acqua

  2. Impastare rapidamente incorporando bene il burro

  3. Formare una palla, avvolgerla in una pellicola e lasciare riposare per almeno 2 ore (meglio se di più)

  4. Bagnare leggermente la pellicola alimentare, strizzarla bene e metterla nello stampo da crostata.

    Se preferite potete imburrare lo stampo e infarinarlo.

  5. Stendere l’ impasto quel tanto che basta per rivestire lo stampo.

    Tagliare l’eccesso d’ impasto con una rotellina

  6. Sfornare e lasciare raffreddare.

Preparazione del ripieno

  1. Con un cucchiaio stendere un velo di senape (se non vi piace potete ometterla)

  2. Aggiungere il proscutto cotto (oppure il prosciutto crudo o lo speck), la pancetta affumicata, le zucchine e la carota tagliate a dadini

  3. Cuocere nel forno statico caldo a 180° per ca 30-40 minuti.

  4. Sfornare e lasciare raffreddare.

Consigli golosi

La ricetta è tratta dal volume “La cucina: scuola e ricette dell’enciclopedia “Professione donna” del Gruppo Editoriale Fabbri S.P.A. pubblicata nel 1975 e ristampata nell ’86.

Non avendo trovato quella versione vi propongo il link per acquistare la prima versione, datata 1960. Se siete appassionati di vintage è l’enciclopedia giusta per voi.

Professione donna

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da ilparadisodeigolosi

Ciao. Sono Simonetta, una ex ragazza laboriosa, sognatrice (ma non troppo), creativa ed irrequieta come tutti i nati sotto il segno del Sagittario.Fino a qualche tempo fa consideravo la cucina noiosa, ripetitiva, adatt solo a soddisfare il primario bisogno fisiologico. Ora, al contrario, nel mio piccolo la sto trasformando in una vera e propria arte: un mix di regole base consolidate e un pò di sperimentazione. La voglia di sperimentare nuove ricette, unita ad un pizzico di creatività, non avrà più confini.. Seguitemi anche sui social