Torciglioni rustici allo Speck

I Torciglioni rustici allo Speck sono velocissimi da preparare e fatti con pochissimi ingredienti, perfetti da tenere in casa per spizzicare un buon spuntino, oppure durante feste, aperitivi, buffet o cene condivise con amici…Torciglioni rustici allo Speck

Torciglioni rustici allo Speck – di Rosalba Vazzana

Ingredienti per il Pan Brioche

  • 180 gr di Latte parzialmente scremato
  • ¼ cubetto di Lievito di Birra (circa 6 gr)
  • 5 gr di Zucchero semolato
  • 25 gr di Olio extra vergine di Oliva
  • 150 di Farina 00
  • 150 gr di Farina Manitoba
  • 5 gr di Sale

Ingredienti per la farcitura

  • 100 gr circa di Speck tagliato sottile
  • Uovo sbattuto con Latte parzialmente scremato q.b. per spennellare (oppure solo Latte)

Procedimento Tradizionale: In una ciotola capiente mettere il Latte tiepido, lo Zucchero, l’Olio extravergine di Oliva e sciogliere il Lievito di Birra. Aggiungere la Farine, il Sale e lavorare molto fino ad ottenere un impasto ben amalgamato, se occorre aggiungere altra Farina. Spostarlo sopra un tavolo e battere per alcuni minuti, quindi lavorare un po’ l’impasto fino ad ottenere un panetto compatto. Con il mattarello stendere l’impasto a forma di rettangolo, disporvi le fettine di Speck e tagliare strisce larghe 2 cm e lunghe 15 cm circa. Prendere la striscia in mano e girarla su se stessa, lasciando l’affettato all’interno, fino a modellare e formare i Torciglioni rustici allo Speck. Man mano che si preparano adagiarli su una teglia foderata con carta forno, oppure oleata con un velo di Margarina, e lasciare lievitare per circa 1 ora in un luogo caldo e coperto con un canovaccio di cotone. Appena pronti da cucinare spennellare la superficie dei Torciglioni rustici allo Speck con l’Uovo e Latte, quindi cuocere in Forno preriscaldato a 170°-180°, modalità ventilato, per circa 15-20 minuti o comunque fin quando la superficie non sarà ben dorata. Gustare i Torciglioni rustici allo Speck a piacere tiepidi o freddi.

Procedimento Bimby: Mettere nel Boccale del Bimby il Latte, il Lievito di Birra e lo Zucchero e sciogliere bene tutto per 1 Min. a 37° Vel. 2. Aggiungere l’Olio di Oliva, le due Farine, il Sale e impastare per 1 Min. a Vel. 4, poi per 3 Min. a Vel. Spiga. L’impasto dovrà essere ben amalgamato, se occorre aggiungere altra Farina, e staccarsi facilmente dalle lame del Boccale del Bimby. Spostarlo sopra un tavolo e battere per alcuni minuti, quindi lavorare un po’ l’impasto fino ad ottenere un panetto compatto. Con il mattarello stendere l’impasto a forma di rettangolo, disporvi le fettine di Speck e tagliare strisce larghe 2 cm e lunghe 15 cm circa. Prendere la striscia in mano e girarla su se stessa, lasciando l’affettato all’interno, fino a modellare e formare i Torciglioni rustici allo Speck. Man mano che si preparano adagiarli su una teglia foderata con carta forno, oppure oleata con un velo di Margarina, e lasciare lievitare per circa 1 ora in un luogo caldo e coperto con un canovaccio di cotone. Appena pronti da cucinare spennellare la superficie dei Torciglioni rustici allo Speck con l’Uovo e Latte, quindi cuocere in Forno preriscaldato a 170°-180°, modalità ventilato, per circa 15-20 minuti o comunque fin quando la superficie non sarà ben dorata. Gustare i Torciglioni rustici allo Speck a piacere tiepidi o freddi.

Note

  • I Torciglioni rustici allo Speck si conservano molto bene all’interno di sacchetti di plastica per alimenti con chiusura ermetica per 1-2 giorni in frigo. Gustare freddi oppure prima di mettere in tavola, riscaldare in forno caldo in modo che riacquistino la fragranza e croccantezza iniziale.
  • A piacere è possibile variare la farcitura con altro affettato e/o aggiungere una leggera spolverata di Parmigiano Reggiano grattugiato, prima di tagliare e formare i Torciglioni rustici allo Speck.

Se ti piacciono le mie ricette… le hai provate… vuoi chiedermi o dare consigli… ti aspetto sulla mia Pagina Facebook “Il mondo di Rosalba”… a presto!

Precedente Morzello (Morzeddhu alla catanzarese) Successivo Risotto al Pomodoro

Lascia un commento