Portulaca

La Portulaca, chiamata a Reggio Calabria “Porcellana o Purciddana”, è una pianta dalle foglioline piccole e carnose. Fin dalla mia infanzia non è mai mancata a casa, condita con Olio e Aceto ad insalata, ma la Portulaca è buonissima da gustare in tantissimi modi e possiede importanti proprietà benefiche. Cucina povera? No… cucina ricchissima!Portulaca

PORTULACA

La Portulaca, chiamata Portulaca oleracea, è una pianta erbacea appartenente  alla famiglia delle Portulacaceæ. In Italia, nelle diverse regioni, è conosciuta con nomi diversi: Porcellana o Erba grassa in Lombardia, Porcacchia nel Lazio e nelle Marche, Precacchia in Abruzzo e ancora Porcellana in quasi tutto il sud, con le tante varianti dialettali.
Le sue origini sono probabilmente asiatiche e si conoscono attestazioni di uso come pianta medicinale fin dai tempi dell’antico Egitto. Nel Medioevo invece era coltivata nei Paesi arabi e nel bacino del Mediterraneo. Purtroppo in Italia, per la scarsa conoscenza delle qualità della Portulaca, viene considerata poco più che erbaccia e pianta infestante di orti e giardini, ma invece ha tantissime e importanti proprietà salutari.

Proprietà benefiche della Portulaca
Sono state riconosciute alla Portulaca proprietà diuretiche, depurative, dissetanti e anti-diabetiche.
Recentemente alla Portulaca è stato riconosciuto il giusto valore grazie alla scoperta della sua ricchezza di acidi grassi polinsaturi di tipo omega 3, di cui ne contiene più di qualsiasi altra fonte vegetale. Addirittura può arrivare a contenerne 8,5 mg per ogni grammo di peso e 100 gr di foglie di Portulaca contengono all’incirca 350 mg di acido α-linolenico (acidi grassi facenti parte del gruppo di omega-3). Gli omega 3 aiutano a prevenire le malattie cardiovascolari ed a ridurre il colesterolo LDL e i trigliceridi, a favore di una migliore circolazione del sangue. Inoltre contiene Vitamina A, B, C ed E, sei volte più degli Spinaci, Betacarotene, sette volte più di quanto ne contengono le Carote, ed inoltre Magnesio, Calcio, Potassio, Acido folico, Litio e Ferro. Le foglie di Portulaca vengono utilizzate come impacco in caso di punture di insetti, Acne ed Eczema. Quindi è “un’erbaccia” fantastica!!!

Usi della Portulaca in cucina
La Portulaca viene raccolta come erba spontanea oppure coltivata come erba aromatica, ed utilizzata a crudo soprattutto per la preparazione di insalate, Portulaca da sola o con altri ingredienti abbinando Pomodorini e Cetrioli oppure nel classico misto di insalate ed erbe che compongono la Misticanza, o con Patate lesse. È anche ottima da aggiungere cruda allo Yogurt, oppure nelle minestre di verdure, fare condimenti e ripieni per Ravioli, Gnocchi e Pasta fresca, Frittate, Crocchette di Patate, Peperoni e Portulaca e Conserve sottaceto. Bisogna utilizzare solo i rametti e le foglioline più tenere, lavare bene e far asciugare sopra un canovaccio per non deteriorare troppo la Portulaca.

Se ti piacciono le mie ricette… le hai provate… vuoi chiedermi o dare consigli… ti aspetto sulla mia Pagina Facebook “Il mondo di Rosalba”… a presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.