Migliaccio

Il Migliaccio è un dolce tipico napoletano e della Campania, che si prepara generalmente nel periodo di Carnevale e a Pasqua, ma così buono che viene apprezzato molto anche durante tutto l’anno. Torta cremosa alla Ricotta, senza Lievito, aromatizzata agli Agrumi… una vera delizia!Migliaccio

Migliaccio

Ingredienti (per una teglia da 22-24 cm)

  • 500 ml di Latte intero
  • Scorza di ½ Arancia
  • Scorza di ¼ di Limone
  • 1 pizzico di Sale
  • 1 Bacca di Vaniglia (o 1 cucchiaino di Essenza Vaniglia)
  • 25 gr di Burro
  • 125 gr di Miglio decorticato (o Farina di Semola di Grano duro “Semolino”)
  • 1 cucchiaio di Rhum
  • 3 Uova
  • 200 gr di Zucchero
  • 250 gr di Ricotta di Pecora (fresca e di buona qualità)
  • Zucchero a velo q.b (per decorare)

Nota: Se si vuole preparare la Ricetta originale del Migliaccio usando il Miglio decorticato, ridurre in Farina il cereale, lavorandolo per pochi secondi con un Frullatore o il Bimby e mettere da parte, oppure usare il Semolino, seguendo la Ricetta con Procedimento Tradizionale o Bimby, come indicata qui di seguito.

Procedimento Tradizionale

Mettere in una pentola il Latte, le scorze di Arancia e Limone pelati a vivo (senza la parte bianca), il pizzico di Sale, i semini di Vaniglia (incidere la bacca, allargarla delicatamente con le mani e far scorrere un coltellino a lama liscia sul baccello) e il Burro. Far riscaldare il Latte a fiamma medio-bassa e appena arriva a bollore spegnere, eliminare le scorze e aggiungere la Farina di Miglio (o Semolino) a pioggia, mescolando in modo continuativo e veloce con un cucchiaio di legno o fruste, per evitare la formazione dei grumi. Cuocere per 3-4 minuti a fiamma medio-bassa, fino ad ottenere la classica densità del Purè. Spegnere il fuoco e continuare a mescolare per qualche minuto, poi trasferire il composto in una ciotola a raffreddare, aggiungere il Rhum e amalgamarlo bene, mescolando qualche altro minuto. All’interno di una ciotola capiente e dai bordi alti, montare Uova e Zucchero, fino a quando risulterà un composto liscio. Aggiungere la Ricotta ben asciutta e mescolare bene. Unire al precedente composto e amalgamare le due parti in modo omogeneo. Imburrare e infarinare una teglia da 22-24 cm (oppure foderare con carta forno leggermente bagnata e strizzata). Versare quanto preparato e cuocere in forno statico preriscaldato a 170-180° per circa 60 minuti. Dopo 40-50 di cottura minuti controllare e se si sta scurendo troppo coprire la superficie del Migliaccio con un foglio di carta forno. A cottura ultimata, lasciare la Torta in forno spento per circa 30 minuti, con lo sportello leggermente aperto, così da far evaporare e raffreddare in modo progressivo. Successivamente spostare in un piatto da portata e far raffreddare bene almeno un paio d’ore. Prima di servire decorare con Zucchero a velo e il Migliaccio è così pronto da gustare.

Procedimento Bimby

Inserire nel Boccale del Bimby il Latte, le scorze di Arancia e Limone pelati a vivo (senza la parte bianca), il pizzico di Sale, i semini di Vaniglia (incidere la bacca, allargarla delicatamente con le mani e far scorrere un coltellino a lama liscia sul baccello), il Burro e cuocere per 6 Min. a 100° Vel. Soft. Dopo i primi 3 minuti, aggiungere la Farina di Miglio (o Semolino) dal foro del coperchio e con lame in movimento. Trasferire il composto in una ciotola a raffreddare, aggiungere il Rhum e amalgamare bene, mescolando qualche altro minuto. Senza lavare il Boccale inserire nel Bimby lo Zucchero e polverizzare per 10 Sec. a Vel. Turbo. Con l’aiuto della Spatola portare sul fondo del Boccale lo Zucchero, aggiungere la Ricotta ben asciutta, le Uova e lavorare per 4-5 Sec. a Vel. 3-4. Unire al precedente composto e amalgamare le due parti in modo omogeneo. Imburrare e infarinare una teglia da 22-24 cm (oppure foderare con carta forno leggermente bagnata e strizzata). Versare quanto preparato e cuocere in forno statico preriscaldato a 170-180° per circa 60 minuti. Dopo 40-50 di cottura minuti controllare e se si sta scurendo troppo coprire la superficie del Migliaccio con un foglio di carta forno. A cottura ultimata, lasciare la Torta in forno spento per circa 30 minuti, con lo sportello leggermente aperto, così da far evaporare e raffreddare in modo progressivo. Successivamente spostare in un piatto da portata e far raffreddare bene almeno un paio d’ore. Prima di servire decorare con Zucchero a velo e il Migliaccio è così pronto da gustare.

Un po’ di storia e curiosità…

Il Migliaccio ha una storia molto antica risalente al Medioevo, intorno all’anno mille, e il nome deriva dal latino “miliaccium”, che riporta ad un tradizionale Pane di Miglio. La paternità di questo dolce pare sia napoletana, ma il suo consumo è tradizionalmente diffuso anche in altre parti della Campania. In origine la ricetta prevedeva l’utilizzo della Farina di Miglio (da qui il nome del dolce) ottenuta dalla lavorazione di questo Cereale. Il consumo del Miglio è stato sempre legato alla cucina povera campana e veniva usato per molte e diversificate preparazioni. Negli anni, come base per preparare questo dolce, è stata sostituita la Farina di Miglio con la Semola di Grano duro (Semolino), per un fattore pratico ed economico (il Semolino è più facile da acquistare e costa meno). Il Migliaccio è inserito nell’elenco dei Prodotti Agroalimentari tradizionali della Campania e, come per tutti le preparazioni tipiche territoriali, esistono diverse varianti locali e regionali, ma che condividono gli ingredienti di base: Farina di Miglio (o Semolino), Ricotta, Latte, Zucchero, Uova e scorza di Agrumi (Arancia, Limone).

Consigli

  • Per questa Ricetta del Migliaccio (e per altri Dolci con Ricotta) suggerisco di utilizzare Ricotta di Pecora, in quanto più grassa e saporita di quella di Mucca.
  • Meglio acquistare la Ricotta il giorno prima dell’utilizzo o lavorazione, così da risultare più asciutta.
  • Se si vuole preparare un Migliaccio più grande, raddoppiare le dosi e cuocere in una teglia da 26-28 cm, mantenendo gli stessi tempi/modalità di preparazione e cottura.

Per consultare altre mie Ricette di Dolci con la Ricotta, clicca sui nomi:  Sbriciolata al Cioccolato con Ricotta e MascarponeTartella di Grano e Ricotta al Vino cotto, Pastiera di Pasqua alla reggina, Cannoli di Pandoro alla Ricotta, Crema di Ricotta.

Se ti piacciono le mie ricette… le hai provate… vuoi chiedermi o dare consigli… ti aspetto sulla mia Pagina Facebook Il mondo di Rosalba”… a presto!Migliaccio

Precedente Vellutata di Verza con Patate e Carote Successivo Cioccolatini agli Amaretti e Nocciole

Lascia un commento