Chiacchiere

Chiacchiere o Bugie, Frappe, Cenci e ancora tantissimi altri nomi per queste tipiche sfogliette croccanti, bollose e delicate che si preparano prima e durante il periodo di Carnevale… buonissime che una tira l’altra!
Chiacchiere

Chiacchiere – di Rosalba Vazzana

Ingredienti

  • 350 gr di Farina 00
  • 150 gr di Fecola di Patate
  • 2 Uova intere
  • 100 gr di Zucchero
  • 50 gr di Burro
  • scorza lavata e grattugiata di un Limone
  • 1 tazzina (da caffè) colma di Vino bianco
  • 1 bustina di Vanillina
  • ½ bustina di Lievito per dolci
  • 1 cucchiaio di Rhum o altro Liquore secco
  • 1 pizzico di Sale
  • Olio di Semi per friggere
  • Zucchero a velo q.b.

Procedimento Tradizionale

Sciogliere lo Zucchero nel Vino bianco e aggiungere il Sale, il Rhum, la Vanillina e la scorza grattugiata del Limone. Disporre la Farina a fontana insieme alla ½ bustina di Lievito e versare le  Uova, il Burro fuso e freddo e la miscela precedente. Lavorate molto l’impasto fino a quando risulterà compatto ed elastico. Con l’aiuto di una macchinetta della pasta tipo “Nonna Papera” (io lavoro prima con misura 5 e poi stendo la sfoglia con misura 3), oppure con il mattarello stendere la pasta a sfoglia molto sottile e, servendosi di una rotella, tagliare della forma desiderata. Friggere in una larga padella in abbondante Olio di semi caldo, spostare su un vassoio foderato con carta assorbente e cospargere le Chiacchiere con Zucchero a velo.

Procedimento Bimby

Inserire nel Boccale del Bimby la scorza di Limone e lo Zucchero polverizzando per 10-15 Sec. a Vel. Turbo, aumentare di qualche secondo se necessario. Aggiungere il Vino bianco e il Rhum lavorando per 15 Sec. a Vel. Turbo. Poi mettere nel Boccale le Uova, il Burro morbidissimo e a temperatura ambiente, la Vanillina e il pizzico di Sale per 20 Sec. a Vel. 5-6. Inserire la ½ bustina di Lievito, la Farina e la Fecola per 1 Min. a Vel. 5, poi 2 Min. a Vel. Spiga. Spostare in una ciotola e lavorare pochissimo a mano l’impasto, fino a quando risulterà compatto ed elastico. Con l’aiuto di una macchinetta della pasta tipo “Nonna Papera” (io lavoro prima con misura 5 e poi stendo la sfoglia con misura 3), oppure con il mattarello stendere la pasta a sfoglia molto sottile e, servendosi di una rotella, tagliare della forma desiderata. Friggere in una larga padella in abbondante Olio di semi caldo, spostare su un vassoio foderato con carta assorbente e cospargere le Chiacchiere con Zucchero a velo.

Un po’ di storia e curiosità…

Le Chiacchiere sono le tipiche sfogliette croccanti e delicate che si preparano durante il periodo di Carnevale. È un dolce che ha origine nella Roma antica, poi diffuso in tutto il mondo con moltissime varianti. Si racconta che possono essere anche di origine napoletana e il loro nome deriverebbe dalla regina Savoia che mentre chiacchierava ad un certo punto le venne fame e chiamò il cuoco Raffaele Esposito per farsi fare un dolce, da qui il nome. Hanno la forma di una striscia, spesso manipolata per formare un nodo e in alcune zone prendono infatti il nome di Fiocchetti. Invece la derivazione del nome Frappe probabilmente risale a quella delle Frictilia, dei dolci fritti nel grasso che nell’antica Roma venivano preparati proprio durante questo periodo dell’anno. Ogni Regione e località le chiama con nomi diversi, ecco a voi un bellissimo viaggio nelle tradizioni d’Italia e dintorni… e voi come le chiamate?

  • Abruzzo: Chiacchiere, Frappe, Cioffe
  • Basilicata: Chiacchiere
  • Calabria: Chiacchiere, ‘Nacatole
  • Campania: Chiacchiere, Nocche, Guanti
  • Emilia Romagna: Chiacchiere, Frappe, Sfrappole, Rosoni, Fiocchetti, Intrigoni, Crostoli, Grostoi, Grustal, Sprelle
  • Friuli Venezia Giulia: Crostoli, Grostoi, Grustal, Crostui
  • Lazio: Frappe
  • Liguria: Chiacchiere, Bugie, Crostoli, Grostoi, Grustal
  • Lombardia: Chiacchiere, Lattughe o latǖghe, Galarane, Saltasù,  Saltasö (termine dialettale)
  • Marche: Frappe, Sfrappe
  • Molise: Chiacchiere, Cunchiell’ o Qunchiell
  • Piemonte: Bugie, Gale o Gali, Risole
  • Puglia: Chiacchiere, Cresciarelle
  • Sardegna: Chiacchiere, Bugie, Meraviglie, Maraviglias  (termine dialettale)
  • Sicilia: Chiacchiere, Teste di Turco
  • Toscana: Chiacchiere, Cenci, Donzelle, Crogetti, Strufoli o Melatelli (se con miele)
  • Trentino Alto Adige: Crostoli, Grostoi, Grustal
  • Umbria: Chiacchiere, Frappe, Fiocchi
  • Valle d’Aosta: Merveilles
  • Veneto: Galani, Gale, Crostoli, Crostoi, Grostoi, Grustal, Grustoli, Sossole
  • San Marino: Fiocchetti
  • … e ancora Stracci, Lasagne, Pampuglie, Manzole, Garrulitas…

Per consultare altre mie Ricette di Carnevale.

Se ti piacciono le mie ricette… le hai provate… vuoi chiedermi o dare consigli… ti aspetto sulla mia Pagina Facebook Il mondo di Rosalba”… a presto!Chiacchiere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.