Crea sito

Risotto gamberi, piselli e aria di Storica Verde

Questo piatto di risotto è stata una sfida per me, dovevo creare un primo piatto dove il protagonista fosse il distillato Storica Verde di Domenis 1898 a base di basilico e erbe aromatiche con una caratteristica nota di freschezza… mio marito lo ha adorato!
Ecco la difficoltà è stata creare un piatto gustoso, saporito e ben equilibrato nei sapori e per ottenerla ho usato un piccolo esperimento, che non avevo mai provato prima ma che fa parte dell’ affascinante mondo della cucina molecolare.
Infatti ho realizzato l’aria di Storica Verde che dà al risotto quella nota finale di freschezza che secondo me dà al piatto quel guizzo in più!


Tranquilli è più semplice di quello che sembra!

Ingredienti per 2 persone
Risotto ai piselli
170 gr riso Carnaroli
150 gr piselli freschi
1 bicchierino di Storica Verde
acqua bollente
olio extravergine d’oliva
sale

Gamberi flambè
6 gamberi
1/2 bicchiere di Storica Verde
1 spicchio d’aglio
olio extravergine d’oliva
prezzemolo tritato
sale

Aria di Storica Verde
70 ml di Storica Verde
30 ml di acqua
4 gr di lecitina di soia

 

La prima cosa da fare è preparare il risotto ai piselli quindi lessare i piselli in acqua bollente salata, scolateli e schiacciate con una forchetta fino ad ottenere una crema granulosa.
Ora su un tegame scaldate un filo d’olio extravergine d’oliva e fate tostare il riso per un minuto, appena opacizza sfumate con la Storica Verde e iniziate la cottura del risotto aggiungendo acqua bollente.
Appena arriva a metà cottura circa unite la crema di piselli, amalgamate bene e continuate la cottura del risotto.
Nel mentre che il risotto cuoce, per un buon risotto ci vorranno circa 20 minuti, potete preparare i gamberi al flambè.
Usate gamberi che avete già pulito dall’ intestino nero, quindi prendete una padella e scaldate sul fondo un filo d’olio extravergine d’oliva e uno spicchio d’aglio.
Quando è dorato versate i gamberi, fate saltare pochi istanti e bagnate con la Storica Verde e date fuoco con una fiamma, io uso un accendino apposito, fate attenzione.
❌❌❌❌❌
Tranquilli la fiamma si spegnerà da sola appena l’alcool sarà consumato.
❌❌❌❌❌
A questo punto condite i gamberi con sale e poco prezzemolo tritato.
Ora tornando al risotto che sarà a fine cottura lo togliete dal fuoco e mantecate con sale e un filo d’olio extravergine d’oliva.
Mentre il risotto riposa un minuto bisogna preparare l’aria di Storica Verde ma è molto veloce.
Nel bicchiere del frullatore ad immersione versate la Storica Verde, l’acqua e la lecitina di soia e con il frullatore ad immersione iniziate a frullare alla massima potenza, quando si forma una leggera schiuma inclinate il bicchiere ed iniziate a frullare sempre ad alta potenza ma più in alto, ad altezza della schiuma formata.
A questo punto raccogliete la schiuma con un cucchiaio in una ciotola ne basta poca circa un cucchiaio per piatto.

Dividere il risotto su due piatti da portata, al centro ponete tre gamberi per risotto e sopra a completare un cucchiaio di aria di Storica Verde e servite subito… Buon appetito!!!

Un piatto impegnativo da realizzare ma che dà soddisfazione se siete in vena di provare nuove combinazioni di sapori in linea con questa ricetta vi consiglio anche Gli straccetti di vitello alla Storica Nera sempre della distilleria Domenis 1898 friulana.

Continuate a seguirmi sul blog e sui social chissà cosa cucineremo domani!❤️❤️❤️

Pubblicato da ilmiopiccolobistrot

Ciao sono Manuela ho 35 anni,vivo a Tolentino(mc)con un compagno che adoro e 2 figli pestiferi di 9 anni e 21 mesi,vi lascio immaginare gestire i tre maschi di casa...che stress! Allora vado in cucina accendo i fornelli,mescolo,trito e combino sapori e profumi.....e come per magia ritrovo me stessa e il sorriso!

17 Risposte a “Risotto gamberi, piselli e aria di Storica Verde”

  1. un ottimo primo ma l’abbinamento del vino lo trovo un pò forzato io ci avrei messo un vermentino

  2. La ricetta è molto ricca e gustosa: sono certa che fa un gran figurone anche sul piano estetico. Il tocco finale è sicuramente la nota in più che lo contraddistingue da un classico risotto ai gamberi

  3. Ogni volta cucini delle cose sfiziose ma soprattutto molto belle da vedere ! Una ricetta sicuramente da provare il prima possibile 😉

  4. Il risotto è il mio piatto preferito, da amarlo a realizzarlo è un altro discorso…;) comunque per l’estate è ideale, lo proverò sicuramente!

  5. Dunque in effetti sarà una sfida anche per me, ma questo accostamento un po’ bizzarro mi incuriosisce! Lo provo nel weekend:)

  6. Non conosco questo distillato, ma sembra un’ottima combinazione con piselli e gamberi. Non è una ricetta facilissima, ma il risultato sembra davvero ottimo!

  7. L’ho gustato con la mente ad ogni singolo passaggio. Ed ora, alle 10.27 del venerdì mattina, mi ritrovo con l’acquolina in bocca Sono questi i (gustosi) rischi legati al seguire il tuo blog. Splendida ricetta veramente, trovo tutti gli accostamenti perfetti

  8. una ricetta davvero molto gustosa, non mi resta che copiartela. Amo il risotto e i gamberi.

  9. Avevo visto la foto di questo risotto su facebook, deve essere delizioso. Mi preoccupa un pochino l’esecuzione del flambè (dare fuoco a casa non sarebbe una bella idea) ma voglio provarci.

    1. È solo questione di prenderci mano e di non agitarsi, sangue freddo per farlo bene.

  10. Sembra davvero uscito da un ristorante questo piatto e leggendo la ricetta mi da anche l’idea di essere estremamente delicato. Un piatto assai fine!

  11. Con reverenziale ammirazione leggo la tua ricetta… ma aihme, dubito di riuscire minimamente ad eseguirla! Per consolarmi, non mi resta che attaccarmi alla bottiglia di Storica Verde!|😉

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.