Crea sito

Maccheroncini profumati al tartufo

Mi piace moltissimo il tartufo abbinato nei vari piatti e per me è sempre una gioia poterlo usare in cucina e in questo piatto ho voluto metterci tutto il profumo che ha il tartufo bianco insieme ai funghi e ai famosi maccheroncini di Campofilone, una pasta fresca all’uovo tagliata fine si può comprare ma se si ha una buona manualità si possono anche fare in casa.
Il profumo del tartufo bianco l’ho inserito con il burro al tartufo bianco dell’azienda Stefania Calugi tartufi una vera delizia da gustare come ho fatto io in una bella pasta o in un risotto o ancora sulla carne…
Basta altrimenti mi viene fame!

Ingredienti

300 gr maccheroncini di Campofilone

300 gr funghi misti: prataioli, porcini,
champignon…
2 cucchiai di burro al tartufo bianco
1 spicchio d’aglio
qb olio extravergine d’oliva
qb prezzemolo tritato
qb timo essiccato
qb sale

Se li avete comprati i maccheroncini di Campofilone bene altrimenti facciamoli insieme.
Impastiamo 180 gr di farina 00 con due uova fino ad ottenere un panetto liscio e omogeneo, copriamo lo con un foglio di pellicola e lo poniamo in frigo per un’ora.
Stendiamo il panetto in una sfoglia sottile, il più possibile sottile aiutandoci con un po’ di farina, arrotoliamo la sfoglia e tagliamola in una sorta di tagliatelle molto fini, tipo capelli d’angelo.
Io personalmente quando li faccio poi li stendo su una griglia apposita di legno che permette di fare essiccare la pasta in maniera omogenea così che se non li usiamo tutti si possono conservare in dispensa in un barattolo ermetico.
Ora dedichiamoci al condimento al tartufo.
In una pentola lasciamo sciogliere un cucchiaio di burro al tartufo con l’olio extravergine d’oliva e uno spicchio d’aglio.
Ci buttiamo tutti i funghi che avremo pulito e tagliato a pezzi e lasciamo rosolare per bene, aggiungiamo un pizzico di sale, il timo e il prezzemolo tritato.
Copriamo con un coperchio e lasciamo cuocere per qualche minuto.
Nel frattempo portiamo a bollore abbondante acqua salata e ci buttiamo i maccheroncini di Campofilone, appena l’acqua bolle di nuovo li lasciamo cuocere un paio di minuti, sono molto veloci da cuocere, e li scoliamo direttamente nella padella con il condimento al tartufo.
Nel mantecare i maccheroncini aggiungiamo un altro cucchiaio di burro al tartufo bianco che lasceremo sciogliere mentre saltiamo la pasta.
Appena è pronta serviamo subito e… Buon appetito!!!

Per completare il menù vi consiglio un antipasto goloso e sempre profumato al tartufo
🔽🔽🔽🔽🔽
Tortelli di bresaola al tartufo

Continuate a seguirmi sul blog e sui social chissà cosa cucineremo domani!❤️❤️❤️

Pubblicato da ilmiopiccolobistrot

Ciao sono Manuela ho 35 anni,vivo a Tolentino(mc)con un compagno che adoro e 2 figli pestiferi di 9 anni e 21 mesi,vi lascio immaginare gestire i tre maschi di casa...che stress! Allora vado in cucina accendo i fornelli,mescolo,trito e combino sapori e profumi.....e come per magia ritrovo me stessa e il sorriso!

18 Risposte a “Maccheroncini profumati al tartufo”

  1. Da un po’ seguo un piano alimentare per riequilibrare alcuni valori e ci sono molte volte i funghi. Credo che questa ricetta, con l’aggiunta sfiziosa e chic del tartufo, possa fare al caso mio

  2. Mi sembra un’ottima ricetta, e io adoro il tartufo. Non sarebbe meglio però lasciarlo da solo e non mettere i funghi? Non vorrei che togliessero profumo al tartufo che da solo vale un viaggio.

    1. No assolutamente se il tartufo è buono è impossibile togliergli il profumo e poi è uno degli abbinamenti più classici funghi e tartufo.

  3. Che bontà questo piatto. Penso proprio di provare a realizzare quanto prima questi saporitissimi e buonissimi maccheroncini profumati. Per questo salvo la ricetta.
    Maria Domenica

  4. Non mi sono appassionata di cucina durante il lockdown, ma ora che ti ho scoperta le cose cambiano!
    Se però ingrasso ancora poi ti chiedo i danni, ahah

  5. allora bisogna mettere un freno alle pubblicità di pasta e sughi, perchè mi è tornata fame, come sempre ho segnato la tua ricetta che poi assaggerò, ho sentito il nome di quest’azienda in giro per il web, spero di poterli acquistare on line perchè sono davvero curiosa, anche qui dove vivo io in un paesino poco lontano ci sono pastifici, che lavorano con trafilatura al bronzo, e fanno una pasta sublime anche noi in famiglia siamo delle ottime forchette e ci piace sperimentare, eh niente la prossima volta mi aspetto un’insalata.

  6. È davvero tanto tempo che non mangio il tartufo, prima capitava di andare spesso ad Alba, dove il tartufo bianco è una squisitezza. Prenderò spunto dalla tua ricetta per assaggiarlo di nuovo.

  7. La ricetta mi sembra deliziosa (come tutte quelli che proponi) ho aperto il link del burro a tartufo e ho trovato che ha prezzi equi e non solo anche dei bei cesti perfetti per Natale.

  8. Fino a un paio di anni fa non amavo particolarmente il tartufo. Poi ho cominciato ad appassionarmi e ora appena posso lo provo sempre sulla pasta. Questa ricettina mi capita proprio bene!

  9. Il tartufo è di stagione dunque credo che questa ricetta sia davvero la delizia perfetta per queste lunghe giornate autunnali!

  10. Che buoni!!!! Ho scoperto solo recentemente questo tipo di pasta e per ora gli abbinamenti che ho assaggiato sono tutti straordinari.
    Poi che dire del tartufo… io lo metterei anche nel caffelatte!

  11. E’ sempre un piacere leggere le tue golose ricette e conoscere nuove specialità locali. Oggi è la volta dei maccheroncini di Campofilone che mi sembrano perfetti da assaporare con il condimento che hai proposto. Funghi, timo, burro al tartufo: sai che profumino si sprigiona prima in cucina e poi nel palato?
    Purtroppo essendo celiaca dovrò usare un altro formato di pasta perchè non esistono questi maccheroncini in versione senza glutine ma “mai dire mai”. Sicuramente tra qualche anno si troveranno anche questi formati di pasta tipica. Nell’attesa ho salvato la tua ricetta per provarla quanto prima 🙂

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.