Le Fonti di Sassovivo

Volevo iniziare questo nuovo anno con il presentarvi un piccolo grande angolo di paradiso che ho scoperto da poco e che si trova a pochi chilometri da casa mia, sto parlando de le Fonti di Sassovivo, è una sorgente naturale di acqua purissima sita nel territorio di Foligno in Umbria e chi mi conosce sa che è la mia seconda casa, è dove ci ho lasciato il cuore e un pezzetto di anima e quando ho avuto occasione di scoprire e provare l’acqua di questa fonte non mi sono tirata indietro.

L’acqua delle Fonti di Sassovivo sgorga dalla roccia viva della Grotta dell’Orso da secoli ed infatti era molto conosciuta sin dal medioevo sia per la purezza che per le sue proprietà curative, purtroppo però hanno subito per un periodo uno stato di abbandono ma fortunatamente c’è chi ha creduto in un sogno, cioè il poter rivalutare e dare l’importanza che merita questa fonte e la sua acqua così dopo un restauro ambientale, un riconoscimento organolettico dopo analisi specifiche fatte dall’ Università di Camerino che la definisce oligominerale con un basso residuo fisso e un progetto che vuole portare verso il futuro questa storica fonte.

Si perché l’acqua di Sassovivo sgorga dalla viva pietra e imbottigliata in vetro al bisogno, senza creare surplus e senza lasciare le bottiglie ferme, e subito consegnate così da riceverla fresca e con tutta la carica microbiologica ancora ricca e attiva, parliamoci chiaro non vorrete paragonare l’acqua ferma per giorni nei camion con questa appena imbottigliata?
Senza dimenticare la nota ecologica che visto che viene imbottigliata in vetro si riduce di molto la plastica che gira nel mondo e poi conservare l’acqua in vetro è ben più salutare.
Le Fonti di Sassovivo poi vantano la presenza di un idrosommelier Christian Taro che aiuta poi i ristoratori e colleghi nella scelta, negli abbinamenti più adatti e anche nelle degustazioni…
Intanto godetevi il mio video unboxing ⛲⛲⛲


Un’altra piccola perla dell’acqua che sgorga nel folignate de le Fonti di Sassovivo è oltre ad essere la purezza organolettica della stessa acqua riguarda anche l’imbottigliamento della stessa.
Infatti solo loro imbottigliano la loro acqua esattamente come il vino usando le stesse bottiglie in vetro e tappi …e volete mettere la soddisfazione di stappare con il cavatappi una bottiglia di acqua che risulta importante come un’eccellente vino!
La potete trovare frizzante e naturale e la potete richiedere nei vostri ristoranti, enoteche, gastronomie, osterie preferite…e se siete un ristoratore cosa aspettate ad averla sulla vostra carta?

Lo sappiamo tutti che la freschezza dell’acqua già da sola disseta e quando fa caldo ci basta, ma io ho voluto esaltare questa freschezza con una mia piccola aggiunta, perché quando la base è di qualità non bisogna fare troppe aggiunte per avere l’eccellenza!

Io ho aggiunto diciamo un piccolo aiuto nell’ Acqua detox al cetriolo, lime e more

Potete poi trovare le bottiglie dell’acqua Sassovivo in diversi formati, io personalmente quelli più piccoli me li sono portati dietro un po’ dappertutto dal mare, al lago, alle scampagnate…


…senza dimenticare le degustazioni di vini.
Ma voi lo sapete che in una degustazione organizzata bene cosa non può mai mancare?
L’acqua!!!
Scommetto che non ci avete mai pensato invece è fondamentale perché l’acqua pulisce la bocca e prepara le papille gustative per assaporare al meglio il vino tra un sorso e l’altro, senza dimenticare che l’alcool del vino ha un effetto disidratante e l’acqua riequilibra i minerali nell’organismo.
E per avere tutti questi benefici conviene usare un’ acqua il più possibile pura come quella delle Fonti di Sassovivo che ha un basso residuo fisso e sgorga dalla viva roccia all’interno della Grotta dell’Orso in Umbria, nel cuore verde dell’Italia.

Vi ho un po’ incuriosito?
Allora provatela la potrete trovare solo nei migliori ristoranti, enoteche, osterie, trattorie gourmet.
Se siete ristoratori e volete averla nella vostra carta potete scrivermi qui sotto o alla mia mail ➡️➡️ ➡️ giu-manu2006@libero.it e vi risponderò presto oppure potete contattare il loro idrosommelier Christian Taro al numero 3296185153

 

Continuate a seguirmi sul blog e sui social chissà cosa cucineremo domani! ❤️❤️❤️

Pubblicato da ilmiopiccolobistrot

Ciao sono Manuela ho 35 anni,vivo a Tolentino(mc)con un compagno che adoro e 2 figli pestiferi di 9 anni e 21 mesi,vi lascio immaginare gestire i tre maschi di casa...che stress! Allora vado in cucina accendo i fornelli,mescolo,trito e combino sapori e profumi.....e come per magia ritrovo me stessa e il sorriso!

9 Risposte a “Le Fonti di Sassovivo”

  1. Conosco la zona, ma non conoscevo questa fonte. Buona l’idea delle bottiglie, magari ne ordino qualcuna per me, io che bevo tanta acqua. Grazie del consiglio

  2. Non conoscevo questa acqua ma devo dire che la bottiglia di vetro è una bellissima idea, mi ha fatto piacere conoscere un nuovo marchio.

  3. Ho apprezzato molto la bottiglia in vetro. Devo riconoscere che, quando si parla di acqua in bottiglia, la mia prima attenzione vada all’evitare l’accumulo di plastica. Molto interessante anche la descrizione delle caratteristiche dell’acqua.

  4. L’acqua è prima di tutto un dono della natura, e questa fonte ce lo ricorda benissimo. Personalmente non bevo più acqua in bottiglia da almeno 5 anni, e ho sostituito con quella del rubinetto. L’idea della bottiglia in vetro è un ritorno alle sane e care, vecchie abitudini. Assolutamente da pubblicizzare e da diffondere.

  5. Non conosco affatto la zona quindi e tutto abbastanza nuovo per me. Avere però una fonte di acqua fresca e pura vicina alle tue zone è qualcosa che invidio. Che sete ora ahahah Belle le bottiglie. – Paolo

  6. L’acqua ha una grande importanza, è fonte di vita primaria e mi rendo conto come nessun paese come l’Italia presta così attenzione all’acqua da tavola. Al suo imbottigliamento e valori minerali. Detto questo mi ha fatto molto piacere conoscere questo marchio, con i problemi ai reni che ho io faccio sempre estrema attenzione all’acqua che scelgo di bere.

  7. Non la conoscevo, e sembra molto interessante, specie l’idea di presentarla nelle bottiglie come il vino. Potrebbe essere curioso abbinarla durante l’evento di degustazione di vini piemontesi che organizzo ogni anno.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.