Duetto di carpaccio di ombrina


Ho la fortuna di avere un marito che per hobby è pescatore e posso mangiare pesce freschissimo,in questa occasione mi ha portato una bellissima ombrina di un certo peso e subito penso a come cucinarla al meglio e mi sono detta è freschissima allora andiamo di carpaccio…ma non in una sola maniera ma in due modi diversi tutti gustosi!
E con il pesce cosa c’è di meglio di un buon vino bianco fresco?
Ho scelto un Viognier laziale,un bianco aromatico dell’azienda agricola laziale Casale del giglio che mi ha gentilmente offerto una bella cassetta di legno dei suoi ottimi prodotti da provare.


Direi che una gran bella scatola!

ingredienti:
1 ombrina grande o 2 piccole
olio extravergine di oliva
sale

Carpaccio uno:
1 lime
qualche foglia di menta
2 cucchiai di fiori di malva essiccati

Carpaccio due:
1 limone
1 cipollotto
1 cucchiaio di pepe rosa

Per prima cosa puliamo e sfilettiamo l’ombrina.
Copriamo ogni filetto con della pellicola e teniamo in freezer per un paio d’ore,finché la carne del pesce raggiunge una certa consistenza che ci aiuterà ad affettare meglio.
Se l’ombrina non è freschissima come la mia consiglio di tenerla in freezer almeno per 24 ore per sicurezza.
Ora sistemiamo i filetti di pesce su un comodo tagliere e teniamo vicini a noi due grandi piatti piani e iniziamo ad affettare il più sottile possibile l’ombrina e adagiamola equamente nei due piatti.
Ora condiamo i due carpacci.
Il primo carpaccio lo condiamo con il succo del lime,l’olio extravergine e il sale.
Tagliamo a striscioline la menta e aggiungiamola sul carpaccio insieme ai fiori di malva in maniera omogenea.
Il secondo carpaccio invece lo condiamo con il succo di limone,l’olio extravergine e il sale.
Tagliamo a rondelle sottilissime il cipollotto e schiacciamo un po’ le bacche di pepe rosa per far uscire un po’ l’aroma e uniamo tutto sopra il secondo carpaccio.
Copriamo entrambi i carpacci con la pellicola e teniamo in frigo,dobbiamo prepararli almeno un’ora prima di servirli così si possono insaporire.

Servite con un ottimo vino bianco fresco e ….Buon appetito!!!

Se volete servire il carpaccio come antipasto in un menù di mare vi consiglio di continuare così
Ragù di mare ai pomodorini
Cozze alla tarantina
Panna cotta al pistacchio con salsa al fondente

Continuate a seguirmi sul blog e sui social,chissà cosa cucineremo domani!

Precedente Spaghetti al pesto di mandorle e limone Successivo I pancake di GattoBoy con castagne e mele

43 commenti su “Duetto di carpaccio di ombrina

  1. Fortunata tu che hai il marito che ti fornisce il pescato a chilometri zero, ma fortunatissimo il marito che può mangiare certi piatti. Siete pure fortunati ad avere due passioni che sono il bisogno l’una dell’altra…

  2. bella idea! avevo voglia di fare qualcosa di diverso dal solito per la cena di compleanno di mia sorella e so che gradirà molto questa ricetta

  3. Silvia il said:

    Abitando al mare e conoscendo vari pescatori so bene quanto può essere buono il pesce pescato da poco Il tuo piatto mi piace molto! Quindi proverò a replicarlo 🙂

  4. Non conoscevo l’ombrina! Devo essere sincera, la cassetta dei vini mi ha mandata in visibilio. Sono appassionata di vino, amo soprattutto il rosso, e se l’avessi ricevuta avrei fatto i salti di gioia. 🙂

  5. Anche se non sono una grandissima amante del pesce (con le lische), devo dire che il carpaccio di pesce è in assoluto una delle cose che più amo mangiare. Ho assaggiato quello di salmone, di tonno e qualcos’altro di cui mi sfugge il nome, ma questa ombrina è la prima volta che la sento. Dovrò provare.

  6. Mi hai dato un’idea per un antipasto un po’ diverso dal solito. E mi hai incuriosito con alcuni ingredienti che non ho mai usato: i fiori di malva essiccati e le bacche rosa. Li proverò.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.