Crea sito

Cucciolette in pottacchio

Cucciolette in pottacchio
Questo piatto ce l’ho nel cuore non perché ne sia particolarmente ghiotta ma perché mi porta alla mente tanti ricordi con i miei nonni di me piccola con le mie manine piene di stuzzicadenti pronta a gustare le cucciolette cotte dalla nonna e la tavola era una festa, perché la cucina è fatta di emozioni soprattutto quella fatta in casa.
Per chi non è marchigiano le cucciolette sono le lumachine di mare e sono una vera ghiottoneria della cucina marinara marchigiana,si mangiano così aiutandosi con gli stuzzicadenti e facendo poi la scarpetta con il sugo oppure sono ottime per condire una spaghettata o una bella polenta.
Queste sono le cucciolette⤵️⤵️⤵️
Le cucciolette in pottacchio

Ingredienti (dosi quasi ad occhio🧐)
1 kg cucciolette fresche
qb finocchietto selvatico
1/2 tubo concentrato di pomodoro
qb olio extravergine di oliva
qb sale,aglio, peperoncino
1 bicchiere di polpa di pomodoro
qb vino bianco

Iniziamo con il lavoro più antipatico cioè pulire e spurgare le cucciolette.
Mettetele in una grossa ciotola con un pugno di sale grosso e abbondante acqua fredda e lasciatele così,io le ho lasciate tutta la notte cambiando l’acqua 3 o 4 volte e ogni volta le muovevo bene con le mani per fare uscire la sabbia.
Togliamole dall’ammollo e raccogliamo le in un colino.
Ora portiamo ad ebollizione una casseruola con abbondante acqua leggermente salata e buttiamoci le cucciolette,facciamole cuocere per 10 minuti e scoliamole.
In un’altra casseruola prepariamo un soffritto con olio extravergine d’oliva, aglio, peperoncino e il finocchietto selvatico tritato e quando soffrigge buttiamoci le cucciolette e il vino bianco a sfumare.
Versiamo il concentrato di pomodoro, la polpa di pomodoro e un bicchiere di acqua bollente, mescoliamo e lasciamo cuocere coperto e a fiamma bassa per mezz’ora,ogni tanto siamo una mescolata e controlliamo che non si ritiri troppo il sughetto nel caso aggiungiamo poca acqua bollente.
Aggiustiamo di sale e serviamo con abbondante pane per la scarpetta e…Buon appetito!!!

Se volete conoscere altre ricette della cucina marchigiana io vi consiglio ⤵️⤵️⤵️
Fregando` marchigiano
Olive all’ascolana
Fave in porchetta
Pasta reale in brodo
Tagliatelle al ragù di coniglio e varnelli
Castagnole al mistrà
Tozzetti marchigiani
Crema di ricotta profumata al caffè e mistrà
Ciammellotto duro marchigiano

Continuate a seguirmi sul blog e sui social chissà cosa cucineremo domani!❤️❤️❤️

Pubblicato da ilmiopiccolobistrot

Ciao sono Manuela ho 35 anni,vivo a Tolentino(mc)con un compagno che adoro e 2 figli pestiferi di 9 anni e 21 mesi,vi lascio immaginare gestire i tre maschi di casa...che stress! Allora vado in cucina accendo i fornelli,mescolo,trito e combino sapori e profumi.....e come per magia ritrovo me stessa e il sorriso!

18 Risposte a “Cucciolette in pottacchio”

  1. non me ne volere ma le lumachine non riuscirei mai a mangiarle……. ti faccio però i miei complimenti perchè non deve essere semplice cucinarle

  2. Ok lo ammetto. L’idea di mangiare le lumache di mare mi fa impressione. Però già chiamarle cucciolette le rende ..meno viscide se così posso dire! Dovrei proprio provare la tua ricetta, sembra buonissima e poi non sapevo che fosse tipica marchigiana! Non vedo l’ora di leggere e assaggiare i tuoi prossimi suggerimenti

  3. Devo commentare tenendo gli occhi chiusi, dovrebbe essere illegale pubblicare foto di gustosi piatti in determinati periodi dell’anno cioè parliamone sono a dieta e mi mi sbatti sotto al naso uno dei miei piatti preferiti, con tanto di cucchiaio, se non è un attentato alla linea questo, una ricetta di cui non mi stancherò mai, ne di prepararla ne di gustarla (si era capito no).

  4. Sicuramente un piatto eccezionale per chi ne è amante e intenditore, io purtroppo non riesco a mangiare alcun tipo di animaletto viscido. Ostriche comprese, mi fanno troppa impressione. 🙂
    Buona giornata
    Luna

  5. Sinceramente non le ho mai mangiate, guarderò la ricetta ma non sono sicura di riuscire a farla. Poi devo anche trovare le cucciolette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.