Crea sito

l’accoppiata perfetta, pasta e vino

fare un buon piatto e abbinare il vino giusto non è da tutti -Pulire e lavare benissimo le alici fresche, tritare le foglie di prezzemolo, aprire tre spicchi d’aglio e de animarli, mettere sul fuoco una padella a bordi alti con olio e aglio e gambi di prezzemolo, dopo un minuto aggiungere le alici e farle sciogliere ma non completamente, al momento giusto togliere dal fuoco eliminare l’aglio e coprire con un mestolo piccolo di acqua ed un coperchio , quando mancano alcuni minuti dalla cottura finire in padella risottando all’italiana (no pil pil)
aggiustare di sale.
-Ne frattempo avrete preparato alcune alici da guarnizione infarinate e fritte in olio evo e ben asciugare e non salate(altrimenti perdono il croccante ) .
-Preparare il pan grattato, in una padella piccola mettere aglio in camicia e un cucchiaio da caffe di olio quando rosolato aggiungere un cucchiaio da latte di pangrattato e fare seccare ( non bruciare !) IL PIATTO E PRONTO, PREPARATELO COME SE DOVESSE MANGIARLO VOI ……..
la grande chicca di questa ricetta è l’accostamento del vino che completa la mancanza dell’agrume che come sappiamo aggiunge quella nota giusta alle alici, quindi un calice davanti al vostro piatto di un bianco ….. Val pollicella ( i frati ) che con un gusto spiccato d’agrumi completa la ricetta ideale per uno spaghetto con alici e bianco dei frati.
_ spero vi sia piaciuta e sopratutto l’accoppiata del calice di vino

  • CucinaItaliana
/ 5
Grazie per aver votato!