[banner]

Al pari della sfincia di San Giuseppe, il nome si fa derivare dal latino spongia, “spugna” oppure dall’arabo “isfanǧ” col quale si indica una frittella di pasta addolcita con il miele. Si tratta di una antica ricetta che vede come ingrediente cardine il pane pizza (morbido e lievitato, simile appunto ad una spugna) con sopra una salsa a base di pomodoro, cipolla, acciughe, origano e pezzetti di formaggio tipico siciliano (chiamato caciocavallo ragusano). Lo sfincione si può gustare solo a Palermo e dintorni presso alcune pizzerie, gastronomie e panifici.

                                                                                                                                                                                             [wikipedia]

 

Sfincione palermitano
Sfincione palermitano

Tempo di preparazione: 5 ore

Per il condimento:

  • 1,5kg di cipolle
  • 50 gr. di pecorino grattugiato
  • 100 gr. di primo sale siciliano o caciocavallo (in mancanza altro usate il pecorino fresco saporito)
  • 4 sarde salate(la ricetta originale le richiede, per me sono facoltative…io non le amo quindi non le metto)
  • 5-6 cucchiai di salsa di pomodoro (meglio rustica)
  • 1/2 tubetto di concentrato di pomodoro
  • 50 gr. di pane grattugiato
  • origano
  • olio extravergine di oliva
  • sale

Procedimento:

Affettate sottilmente le cipolle e fatele appassire in due cucchiai di olio.

Adesso, a seconda dei gusti avete due possibilità:

  1.  far cucinare per un paio di orette le cipolle aggiungendo acqua in modo tale da rendere le cipolle quasi cremose
  2. farle cuocere giusto un quarto d’ora lasciando le cipolle cotte ma ancora “integre”

(io uso il primo metodo che è quello che usa la nonna.. e si sa, le ricette della nonna sono sempre le ricette della nonna)

Appena le cipolle saranno cotte aggiungere mezzo tubetto di pomodoro concentrato e aggiungere 4 o 5 cucchiai di salsa di pomodoro e continuate a cuocere per qualche altro minuto mescolando il tutto. Lasciate la salsa raffreddare perchè è importante che sia fredda prima di metterla sull’impasto.

 

 

Ingredienti per l’impasto:

  • 500 gr di farina bianca 00
  • 500 gr di farina rimacinata (o grano duro)
  • 43 gr di lievito
  • 13 gr di zucchero
  • 20 gr di sale
  • mezzo bicchiere di olio
  • 500 ml di acqua

Procedimento:

1. Sciogliete il lievito nell’acqua tiepida assieme a un cucchiaino di zucchero,aggiungete la farina, mescolate bene con le mani ed infine aggiungete il sale (io aggiungo sempre il sale alla fine perchè quando va a contatto con il lievito blocca un poco la lievitazione)impastate a lungo.

2. Lasciate lievitare in un posto tiepido per un paio d’ore; poi, rimettetelo sulla spianatoia, e rimpastatelo per 5 minuti; quindi, lasciatelo lievitare per almeno un’altra ora.

 

Impasto Sfincione palermitano
Impasto Sfincione palermitano

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

3. Oliatevi le mani e con esse stendete l’impasto su una teglia coperta dalla cartaforno e lasciate lievitare un’altra mezz’oretta(L’impasto dello sfincione deve essere alto e morbido).

 

 

Sfincione palermitano
Sfincione palermitano

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

4. Versate quindi la salsa sull’impasto e aggiungete quadratini di primo sale (o pecorino ) spolverizzate il pecorino grattugiato e un paio di manciate di pan grattato origano e le sarde salate (se vi piacciono..come già detto a me no  ma la ricetta originale lo richiede:P).

Sfincione palermitano
Sfincione palermitano

 

 

 

 

 

 

 

 

 

5. Quindi, infornate a 200° in forno preriscaldato per 30 minuti circa.

Servite caldo (ma anche freddo, il giorno dopo ha un suo bel perchè )

 

 

 

 

 

 

 

10 Comments

10 Comments on Sfincione palermitano

  1. ketti
    20 Novembre, 2013 at 5:48 pm (7 anni ago)

    ottimo Lo Sfincione …un rustico super saporito
    complimenti per le tue ricette
    🙂 ketti

    • ilmandorloinfioreblog
      20 Novembre, 2013 at 6:05 pm (7 anni ago)

      Grazie mille sono contenta che ti piacciano… Behhh lo sincrone è uno delle mie ricette preferite, questo è il metodo di nonna!!!!

  2. ketti
    20 Novembre, 2013 at 6:08 pm (7 anni ago)

    lo proverò sicuramenteeee,mi fa morire il sughetto e la consistenza morbida…faccio un giretto per il tuo blog,piacere di averti conosciuta 😉

    • ilmandorloinfioreblog
      20 Novembre, 2013 at 6:17 pm (7 anni ago)

      Il piacere è mio, quando lo provi fammi sapere anche tramite la pagina fb, mi fa piacere sapere cosa ne pensi

  3. ketti
    20 Novembre, 2013 at 6:50 pm (7 anni ago)

    sicuramente,quando lo faccio lo pubblico sul mio blog
    http://kettiskingdom.blogspot.it/ e cito il tuo blog come fonte della ricetta…anzi se ti va vieni a farmi una visitina,mi farà molto piacere…un abbraccio e a presto

    • ilmandorloinfioreblog
      20 Novembre, 2013 at 7:17 pm (7 anni ago)

      con molto piacere

  4. KHADIA LEGGENDA
    30 Aprile, 2014 at 4:25 pm (7 anni ago)

    devo provare a farlo visto che adoro tutte le torte salate

    • ilmandorloinfioreblog
      30 Aprile, 2014 at 9:12 pm (7 anni ago)

      questa non è una torta salata, è più una sorta di pizza alta e morbida morbida..:)

      • KHADIA LEGGENDA
        2 Maggio, 2014 at 8:05 pm (7 anni ago)

        buona uguale mi sono spiegato male io ADOROOOOOOO

        • ilmandorloinfioreblog
          3 Maggio, 2014 at 10:14 am (7 anni ago)

          siiii anche iooooo