Crea sito

Pasta all’ortolana con vongole

La Pasta all’ortolana con vongole è un primo piatto dal timbro decisamente estivo e che mette d’accordo molte persone.

Di certo è molto diversa dalla classica pasta con le vongole ma vi assicuro che resta davvero squisita.

Innanzitutto non ha bisogno di un eccessivo condimento rispetto alla classica e poi credetemi…le varie verdurine di stagione insieme alle vongole rendono il piatto qualcosa di alternativo e sfizioso.

La Pasta all’ortolana con vongole è perfetta per un pranzo domenicale…ma di certo va gustata calda…fredda non ve la consiglio.

Ma voi a riguardo vi fate problemi??? Io no…accendo il condizionatore e mangio!!!!

Comunque intanto vediamo insieme la ricettina e poi a farla ogni momento è buono… non credete???

Pasta all'ortolana con vongole

Pasta all’ortolana con vongole, dose per due persone

  • 180 gr di pasta
  • 500 gr di vongole veraci
  • 1 zucchina
  • 1 carota
  • 1/4 di peprone rosso
  • 1/4 di peprone giallo
  • 1/2 melanzana
  • 2 cucchiai di olio
  • sale q,b

Fare la Pasta all’ortolana con vongole è molto semplice.

Innanzitutto la sera prima prendiamo le vongole e mettiamole una notte in ammollo con acqua salata per farle pulire.

Quindi il giorno successivo laviamole e trasferiamole in un ampio tegame.

Aggiungiamo un bicchiere di vino, chiudiamole e a fiamma molto vivace facciamole aprire avendo poi cura di scartare quelle rimaste chiuse.

A questo punto filtiamo il liquido di cottura per eliminare eventuali impurità rimaste e teniamolo da parte.

Laviamo e puliamo accuratamente tutte le verdurine. Tagliamole a dadini e trasferiamole in un tegame.

Aggiungiamo appena un pizzico di sale, due cucchiai di olio e saltiamole quanto basta per farle ammorbidire pur facendole restare croccanti.

A questo punto lessiamo la pasta in abbondante acqua salata , scoliamola, mettiamola nel tegame con le vongole, aggiungiamo le verdure e a fiamma bassa mantechiamo il tutto aggiungendo per un maggior sapore qualche cucchiaio di liquido tenuto da parte.

Il nostro delizioso primo a base di verdure e vongole è pronto per essere gustato.

Nel caso sia troppo asciutto possiamo aggiungere un filo di olio evo.

Buon appetito!! Ti è piaciuta la ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale

 

Trenette vongole, carciofi e arancia

Le Trenette vongole, carciofi e arancia è un delizioso primo piatto insolito negli accostamenti ma decisamente vincente nel gusto.

La pasta con le vongole è l’unico primo piatto a base di pesce che mi posso permettere di cucinare a casa visto che la mia dolce metà non ama il pesce se non poche cose..e così non appena catturo qualche idea ne approfitto per provare deliziose varianti.

Qualche giorno fa l’accostamento arancia e carciofi mi è servito per uno sfizioso contorno la cui ricetta potete vedere cliacando QUI e allora perché non abbinarlo ad un primo?

Ovviamente dell’arancia ci deve essere il profumo…l’aroma…una sfumatura appena che va ad esaltare tutto il piatto.

Ecco quindi le Trenette vongole, carciofi e arancia..e devo dire che il risultato è stata una pietanza fine, ricercata e favolosamente gustosa.

E poi in poco tempo la possiamo portare a tavola.

Vediamo allora insieme la ricettina.

Trenette vongole, carciofi e arancia

Trenette vongole, carciofi e arancia, dose per 4 persone

  • 320 gr di trenette
  • 1 kg di vongole
  • 4 carciofi
  • 1/2 arancia (succo+buccia)
  • 1 bicchierino di vino
  • sale
  • olio

 

Fare le Trenette vongole, carciofi e arancia è molto semplice.

La sera prima vi consiglio di mettere le vongole in un recipiente con  acqua calda e una manciata di sale grosso per eliminare tutte le impurità.

Quindi laviamole, trasferiamole in un tegame, chiudiamole con un coperchio e a fiamma vivace facciamole aprire.

A questo punto teniamone alcune intere e sgusciamo le restanti.

Con l’aiuto di un tovagliolino di cotone filtriamo il liquido di cottura per eliminare gli eventuali residui sabbiosi e teniamo da parte.

Grattugiamo la buccia di metà arancia e spremiamone il succo

Puliamo i carciofi eliminando le foglie più dure, dividiamoli a metà e poi a fettine sottili tuffandoli mano a mano in una bacinella con dell’acqua acidula.

Trasferiamoli quindi in un tegame, aggiungiamo un pizzico di sale grosso, un cucchiaio di olio e lasciamoli appassire molto velocemente.

Aggiungiamo  le vongole ,sfumiamo con un bicchierino di vino bianco e una volta evaporato uniamo il succo di metà arancia mischiato al liquido di cottura delle vongole tenuto da parte.

Nel frattempo lessiamo le trenette in abbondante acqua salata , scoliamole e versiamole nel condimento.

Mantechiamo la pasta facendo rapprendere bene il liquido.

A questo punto non resta che servire le nostre Trenette vongole, carciofi e arancia aggiungendo sui piatti la buccia grattugiata dell’arancia.

Buon appetito!!

Ti è piaciuta la ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale

 

Tortelli con fagiolina del trasimeno e vongole

Tortelli con fagiolina del trasimeno e vongole è uno squisito primo piatto azzardato ma azzeccato. Molti si staranno chiedendo cos’è la fagiolina del trasimeno. In effetti fino a qualche mese fa neanche io la conoscevo. Poi ho avuto la fortuna in seguito ad una gita fuori porta di entrare in un negozietto a Castiglion del lago e qui ho trovato di tutto. Il nome è un programma…La Dispensa del lago...e la gentilissima titolare…ormai mia amica…Alessandra mi ha omaggiato di alcuni dei suoi prodotti tra cui la Fagiolina del Trasimeno. Quanto mi piacciono le novità…quanto mi stimolano.

Comunque in breve vi dico che la Fagiolina del Trasimeno è un prodotto tipico del lago Trasimeno, i semi sono piccoli e colorati e rispetto ad un normale legume a livello nutrizionale è ben più  ricca di fibra…circa un 20% in più, ha un sapore molto delicato e oltre ad essere gustata al naturale con sale ed olio extravergine di oliva, si sposa bene con la pasta ed il pesce.

Comunque ho trovato la sua storia molto interessante visto che è quasi una coltivazione protetta e se cliccate QUI avrete anche voi modo di approfondire l’argomento.

Torniamo però alla mia ricetta. Ero molto indecisa su come utilizzarla…e ormai sapete che nel mio blog le pietanze devono avere una particolarità. Allora perchè avrei dovuto fare la solita zuppa ? Nulla togliendo alla bontà delle zuppe…ovvio.

Ho pensato…se sta bene con la pasta e con il pesce…uniamo le due cose. Ecco che alla fine ho voluto sperimentare questi tortelli farciti con la fagiolina e mantecati con un leggerissimo condimento alle vongole.

Davvero davvero davvero squisiti, leggeri perchè non ho usato fomaggi o uova e allo stesso tempo delicati e raffinati.

Non dico che siano semplici da realizzare…ma credetemi se ce l’ho fatta io…ce la farete anche voi.

Allora veniamo alla ricettina.

Tortelli con fagiolina del trasimeno e vongole

 

Tortelli con fagiolina del trasimeno e vongole, dose per 4 persone 

  • 200 gr di farina
  • 2 uova
  • 1/2 guscio di acqua solo se occorre
  • 300 gr di fagiolina del trasimeno cotta
  • 500 gr di vongole veraci
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • prezzemolo
  • olio
  • sale

Fare i Tortelli con fagiolina del trasimeno e vongole non è difficile,,,è solo un pò lungo. Ma possiamo prepararli anche il giorno prima e tenerli in frigo.

Innanzitutto lessiamo la fagiolina. Rispetto agli altri legumi non necessita di ammollo, va semplicemente lavata sotto acqua corrente e poi fatta cuocere in abbondante acqua per 45 minuti.

Solo a fine cottura aggiungiamo un pizzico di sale e spengiamo.

Veniamo ai tortelli.

Su di un piano setacciamo 200 gr di farina, al centro rompiamo due uova, aggiungiamo un pizzico di sale e 1/2 guscio di uovo di acqua solo se necessaria Impastiamo il tutto fino ad ottenere una bella palla omogenea che lasceremo riposare dentro una bustina di plastica da surgelatore per un’oretta.

Nel frattempo mettiamo le vongole che avremo fatto spurgare in acqua salata per tutta la notte, in un tegame, aggiungiamo un bicchiere di vino bianco e facciamole aprire a fuoco molto vivace. Spengiamo e filtriamo l’acqua di cottura per eliminare gli eventuali residui di sabbia.

A questo punto pesiamo 300 gr di fagiolina cotta e frulliamola con due cucchiai di acqua di cottura delle vongole per dargli maggior sapore ottenendo così una crema

Perfetto tutto sembra esser pronto.

Riprendiamo ora l’impasto, massaggiamolo ancora un po’ (sempre sul piano di lavoro infarinato) e iniziamo  a stenderlo o con il mattarello se siete in grado…non è il mio caso!!! Oppure poco alla volta stendiamolo con la macchinetta per la pasta ottenendo delle strisce sottili. Io ho passato ogni striscia di pasta fino all’ultimo numero.

Tagliamo ogni striscia in quadrati lunghi per lato 7 cm.

Su ciascuno mettiamo un cucchiaino di fagiolina e chiudiamo formando il nostro tortello.

Proseguiamo fino al termine degli ingredienti.

Perfetto i nostri Tortelli con fagiolina del trasimeno e vongole sono pronti…non resta che lessarli 5 minuti in acqua salata e mantecarli velocemente nel condimento di vongole facendo rapprendere bene il liquido di cottura e aggiungendo alla fine un filo di olio e abbondante prezzemolo.

La fatica e la pazienza nel farli verrà di sicuro ricompensata dalla bontà di questo piatto

Buon appetito!!!

Ti è piaciuta la mia ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale

 

Spaghetti alle vongole.

 

Gli Spaghetti alle vongole e’ l’unico piatto a base di pesce che mio marito adora, non mangia altro eccetto i bastoncini findus…ammesso e non concesso che vogliamo farli rientrare nella categoria “pesce”.

Cosi’ di tanto in tanto ci concediamo questo sfizio.

In realtà sono sempre stata titubante nel farli…li vedevo con un piatto troppo difficile da realizzare e un pò mi spaventava il fatto di dover mettere troppo olio per condirli.

Poi invece grazie a diverse trasmissioni televisive ho catturato alcuni accorgimenti…tipo quello di far fare una parte della cottura della pasta nel sughetto delle vongole.

Questo passaggio è fondamentale sia perchè ci evita di mettere troppo olio se non un filo a crudo sia perchè la pasta così assorbe tutto il sapore delle vongole..

Morale della favola? Gli Spaghetti alle vongole ora per me sono diventato il piatto dell’ultimo momento e visti i tempi di preparazione in effetti è proprio così.

Allora che ne dite di vedere insieme i pochi e semplici passaggi???

Spaghetti alle vongole, dose per due persone.

  • 180 gr di spaghetti
  • 1 kg di vongole veraci
  • 1 bicchiere di vino
  • aglio 
  • olio
  • prezzemolo.

Fare gli Spaghetti alle vongole è semplice e veloce.

In genere io preferisco comprare le vongole il giorno prima per poi metterle un’intera notte a bagno nell’acqua calda salata in modo tale da agevolare la purificazione dalla sabbia.

Il giorno dopo dunque,dopo averle accuratamente sciacquate trasferiamole in un largo tegame.

Aggiungiamo uno spicchio di aglio intero, un ciuffo di prezzemolo e un bicchiere di vino bianco.

Copriamo il tegame e mettiamolo sul fornello a gas moderato ed aspettiamo l’apertura di tutte le vongole.

A questo punto spengiamo, togliamo i frutti che non si sono aperte e trasferiamo il resto in una ciotola coprendo la stessa con della carta pellicola in modo da non fare asciugare le vongole stesse.

Attraverso un tovagliolo a trama fitta filtriamo il liquido di cottura per eliminare eventuale sabbia rilasciata durante l’apertura e rovesciamolo di nuovo nel tegame lasciandone un pochino da parte,

Lessiamo ora la pasta in abbondante aacqua salata per 3/4 del tempo di cottura, quindi coliamola, trasferiamola nel tegame e continuiamo a cuocerla allungando eventuale acqua di cottura.

Una volta cotta non resta che aggiungere le vongole tenute da parte e condire con del prezzemolo fresco e un filo di olio.

Perfetto…Il nostro delizioso piatto a base di Spaghetti alle vongole è pronto per essere portato a tavola.

Ti è piaciuta la ricetta?

Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale o sul mio profilo Twitter ed Instagram.