Crea sito

Torta rustica alle cime di rapa

La Torta rustica alle cime di rapa e’ una sfiziosa torta salata che oltre ad essere un piatto unico puo’ essere usata anche come aperitivo o antipasto…basta tagliarla in quadrotti e metterla in un ampio vassoio.

In genere, come e’ mio solito, per fare le torte ripiene di verdura non uso la pasta lievitata e neanche la classica pasta sfoglia…troppo burro…!!!!

Preferisco affidarmi alla mia  finta pasta sfoglia la cui ricetta trovate QUI.

E se pensate che non sia la stessa cosa…provatela e mi darete ragione.

Che ne dite allora di vedere insieme la semplice ricettina?

Torta rustica alle cime di rapa

Torta rustica alle cime di rapa, dose per 4 persone

  • Finta pasta sfoglia come da ricetta
  • 500 gr di cime di rapa
  • 100 gr di prosciutto cotto
  • 100 gr di scamorza affumicata.
  • olio

Fare la Torta rustica alle cime di rapa  è molto semplice.

Prepariamo la finta pasta sfoglia come da ricetta e mettiamola in una bustina a farla riposare.

Prendiamo le cime di rapa e dopo averle pulite e lavate lessiamole in abbondante acqua leggermente salata. .

Nel frattempo prendiamo la scamorza e affettiamola sottilmente.

Riprendiamo la nostra pasta di finta pasta sfoglia, usiamone  3/4 e con l’aiuto di un mattarello stendiamola fino ad ottenere uno spessore sottile. Prendiamo una teglia tonda dal dm di 30 cm, foderiamola con della  carta da forno e andiamo a metterea nostra base.

Bucherelliamo la superficie con una forchetta dopodiche’ stendiamo una parte del prosciutto cotto, qualche fettina di scamorza, le cime di rapa ben strizzate ed infiine ancora prosciutto cotto e scamorza.

Stendiamo il restante impasto altrettanto sottilmente e nelle giuste dimensioni per coprire la pizza come fosse un coperchio.

Inforniamo per circa 40 minuti a forno ventilato 170 gradi.

Sforniamo…lasciamola raffreddare e gustiamo!!!!!

Buon appetito!!!

Ti è piaciuta la ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il grembiulino Infarinato di Ale o sui miei profili Twitter ed Instagram

Crocchette di verza e fagioli cannellini

Le Crocchette di verza e fagioli cannellini sono dei deliziosi bocconcini facili da realizzare e perfetti sia per una cena alternativa sia che si voglia arricchire un buon antipasto o un aperitivo.

Sono buone sia calde che fredde e partendo da una base semplice come quella che sto per presentare, le Crocchette di verza e fagioli cannellini si prestano a moltissime varianti.

Possiamo arricchirle con del parmigiano, inserire un cuore filante di scamorza, renderle più saporite con tocchetti di prosciutto.

Una cosa di certo è sicura…non è necessario nè l’aggiunta di farina nè dell’uovo.

I fagioli cannellini infatti compattano molto bene l’impasto rendendolo semplice nella lavorazione,.

Anche se vegetariane le Crocchette di verza e fagioli cannellini sono un secondo di vera eccellenza…insomma sappiamo benissimo che un tempo i fagioli venivano chiamati le bistecche dei poveri proprio per indicare il loro contenuto proteico.

Quindi con questi bocconcini possiamo presentare a tavola una pietanza sfiziosa ma allo stesso tempo nutriente facendo contenti molti…vegani inclusi!!!

Che ne dite se passassimo alla ricetta?

Crocchette di verza e fagioli cannellini

Crocchette di verza e fagioli cannellini,dose per 10/15 polpette

  • 350 gr di verza
  • 250 gr di fagioli cannellini
  • sale 
  • pepe
  • pangrattato

Fare le Crocchette di verza e fagioli cannellini è molto semplice.

Prendiamo la verza e dopo aver eliminato la parte centrale più dura dividiamola in foglie che andremo a lavare accuratamente.

Lessiamole in abbondante acqua salata lasciandole però ardenti.

Quindi scoliamole e passiamole sotto l’acqua fredda.

Scoliamo i fagioli dal loro liquido di cottura e passiamoli nel mixer ottenendo una purea

Strizziamo le foglie di verza per eliminare l’acqua in eccesso e tritiamo anche queste grossolanamente.

Uniamo insieme i due ingredienti e insaporiamo il tutto con un pizzico di sale e di pepe.

Formiamo ora dei bocconcini grandi quanto una noce, schiacciamoli leggermente e passiamoli nel pangrattato.

Trasferiamoli su una placca ricoperta da carta da forno leggermente unta e lasciamoli cuocere in forno a 180 gradi in modalità ventilata per circa 20 minuti.

Una volta dorati possiamo sfornarli e gustarli caldi.

Buon appetito!!! Ti è piaciuta la mia ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale.

 

Gnocchetti al ragù di verza e noci

Gli Gnocchetti al ragù di verza e noci è un golosissimo primo piatto diverso dal solito che bene si abbina a questo periodo freddo,.

Le due caratteristiche principali di questo primo piatto sono la velocità di preparazione e il fatto che il ragù lo possiamo preparare in anticipo e solo alla fine cuocere la pasta.

Strano chiamare “ragù” un condimento senza carne vero? Ma l’idea mi è venuta nel vedere le noci tritate nel tegame molto simili alla carne macinata.

Ed è proprio grazie alla presenza di questa deliziosa frutta secca che ho potuto limitare di molto l’uso di altri grassi e alla fine mi sono avvalsa della semplice acqua di cottura per mantecare la pasta.

Io dico che gli Gnocchetti al ragù di verza e noci potrebbero incontrare le preferenze di molti e forse anche dei più piccini.

Bene…che ne dite di vedere insieme la semplice e veloce ricettina?

Gnocchetti al ragù di verza e noci

 

Gnocchetti al ragù di verza e noci, dose per 4 persone

  • 50 gr di noci
  • 1/4 di verza
  • 1 scalogno
  • 2 alici dissalate
  • 2 cucchiai di olio
  • 1/2 dado vegetale ( oppure sale e pepe)
  • 320 gr di pasta

Fare gli Gnocchetti al ragù di verza e noci è molto semplice e veloce.

Tritiamo grossolanamente le noci e teniamole da parte.

Prendiamo ora un quarto di verza , tagliamola a striscioline sottili. e laviamola bene.

In un tegame affettiamo uno scalogno, aggiungiamo i filetti di alici,  1/2 dado, 2 cucchiai di olio, 1/2 mestolo di acqua e lasciamo appassire il tutto a fuoco lento.

Uniamo le noci e lasciamole insaporire per qualche minuto, integriamo ora la verza e se necessario aggiustiamo di sale e pepe..

Allunghiamo con un mestolo di acqua calda, copriamo e lasciamo cuocere per 10 minuti a fiamma vivace finoa quando non otteniamo una giusta consistenza…tenera ma non troppo.

Nel frattempo lessiamo la pasta in abbondante acqua salata, scoliamola e andiamo a saltarla nel nostro condimento aggiungendo se necessario qualche cucchiaio di acqua di cottura.

Bene,il nostro delizioso primo piatto a base di Gnocchetti al ragù di verza e noci è pronto per essere gustato..decisamente ottimo!!

Buon appetito!! Ti è piaciuta la ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale o sul mio profilo Twitter ed Instagram

 

 

 

Involtini di verza con melanzane grigliate e mortadella.

 

Gli involtini di verza con melanzane grigliate e mortadella sono dei buonissimi e delicati fagottini fatti con le foglie di verza lessate e riempite con una fettina di melanzana grigliata resa saporita da poca mortadella tritata. Piatto pesante???? Ma scherziamo? Non c’e’ condimento e l’unico ingrediente che tende a pareggiare la mancanza di calorie della verza e delle melanzane e’ la mortadella…ma quanta ce ne puo’ andare in un involtino? Sono buonissimi da presentare come secondo o se volete magari per uno sfizioso aperitivo o antipasto. Insomma…vanno bene ovunque…oltretutto si possono preparare e surgelare…da tenere sempre pronti all’occorenza. Ma veniamo alla ricetta:

Involtini di verza con melanzane grigliate e mortadella

Involtini di verza con melanzane grigliate e mortadella, dose per 4 persone

Naturalmente per la quanita’ di ingredienti bisogna regolarsi da sole…inutile dire di utilizzare una verza intera se poi tutta non e’ utilizzabile.

  • 12 foglie di verza intere
  • 12 fettine di melanzane
  • 200/250 gr di mortadella
  • pangrattato
  • olio
  • vino

Da una verza prendiamo 12 foglie intere laviamole bene e scottiamole per pochi minuti in acqua bollente salata, giusto il tempo di farla ammorbidire. Quindi le scoliamo e le lasciamo raffreddare. Nel frattempo grigliamo le fette di melanzane e tritiamo la mortadella. Bene…veniamo alla preparazione.

Su ciascuna foglia di verza mettiamo una fettina di melanzana e un po’ di mortadella senza aggiungere sale. Arrotoliamole e disponiamo in nostri Involtini di verza con melanzane grigliate e mortadella in una teglia foderata con carta da forno. Spolverizziamo la superficie con del pangrattato e irroriamo con pochissimo olio. Aggiungiamo 1/2 bicchiere di vino e inforniamo a 180 gradi per una ventina di minuti fino a quando non vediamo la superficie gratinata.Sfornare e servire caldi.

Sono deliziosi e non vi deluderanno.

Mi aspetto che li proviate e che lasciate un messaggio.

Se poi volete passare per facebook mi trovate QUI.

Se invece vi interessano altre ricette con le melanzane allora vi mando di QUA.