Crea sito

Mousse di carote con tonno e mandorle

La Mousse di carote con tonno e mandorle è un delizioso finger food semplice da realizzare e perfetto per fare colpo sui nostri ospiti.

Io dico sempre  che non serve saper cucinare ad un alto livello, serve solo avere amore per la cucina, pazienza da vendere, una grande inventiva e soprattutto cura nei dettagli.

Ecco,  se mettiamo insieme questi ingredienti possiamo realizzare cose semplici ma allo stesso tempo raffinate e di gran gusto.

La Mousse di carote con tonno e mandorle sono delle monoporzioni dove l’ingrediente principale sono le carote frullate e arricchite con tonno e mandorle.

Quasi è un piatto completo se ci pensiamo…verdure,,,proteine…acidi grassi buoni

Ho preferito lavorare le carote a crudo perchè in questo modo il loro indice glicemico non si alza molto, dettaglio in effetti da non trascurare visto che spesso e volentieri le carote vengono viste un pò come una minaccia per chi è a dieta o è diabetico.

L’idea mi è venuta sfogliando un giornale di cucina ma ho limato di molto i vari passaggi inserendo delle innovazioni.

E allora che ne dite di vedere insieme la ricettina?

Mousse di carote con tonno e mandorle

Mousse di carote con tonno e mandorle,dose per 3 monoporzioni

  • 2 carote di medie dimensioni
  • 50 gr di ricotta magra
  • 80 gr di tonno al naturale
  • lamelle di mandorle q.b
  • 1 cucchiaio di olio
  • 1 pizzico di sale
  • basilico

Fare la Mousse di carote con tonno e mandorle è molto semplice e veloce.

Peliamo le carote, tagliamole a pezzettini e trasferiamole in un mini pimer, aggiungiamo un cucchiaio di olio, un pizzico di sale e frulliamo il tutto ottenendo un insieme abbastanza omogeneo.

Alleggeriamo il composto e rendiamolo più cremoso amalgamando le carote con la ricotta.

Suddividiamo la mousse in tre bicchierini monoporzioni e arricchiamole con pezzettini di tonno al naturale ben sgocciolato e alcune lamelle di mandorle.

Terminiamo con qualche fogliolina di basilico.

Bene, il nostro aperitivo a base di Mousse di carote con tonno e mandorle è pronto per essere servito.

Vi assicuro che è qualcosa di strepitosamente buono e conquista al primo assaggio!

Buon appetito! Ti è piaciuta la mia ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale.

Riso integrale alle carote e noci.

Il Riso integrale alle carote e noci è un delizioso primo piatto che, pensate un po’, la ricetta l’ho presa direttamente da dietro la confezione del riso. Volevo infatti fare un semplice riso in bianco ma mentre cercavo di aprire la confezione mi è andato l’occhio alla ricetta posta nel retro. Mi ha incuriosito perché non ho mai fatto il riso alle carote e poi con l’aggiunta delle noci!!!! Ma la cosa che più mi ha entusiasmato nel provare il Riso integrale alle carote e noci è stata anche l’assenza di grassi…soffritti e formaggio…alla faccia dei ristoratori che quando chiedi “C’è panna nel risotto?”. Loro con fare superbo ripsondono…il 90 % dei risotti ha bisogno della panna. Bene…farei provare loro questa ricetta 🙂 . Inoltre è un primo piatto semplice da preparare e anche se di cottura lunga non dovete stare lì a girare…fa da solo…ma vi spiegherò meglio nel corso della ricetta. Allora veniamo agli ingredienti.

Riso integrale alle carote e noci

Riso integrale alle carote e noci, dose per due persone.

  • 200 gr di Riso integrale
  • 400 gr di acqua
  • 50 gr do noci
  • 4 carotine sottili e dolci
  • 2 cucchiai di buon olio di oliva
  • sale
  • pepe

Visto che il riso integrale è molto lungo nella cottura io di solito lo metto comunque a bagno qualche ora prima…anche la sera prima in modo tale che perda anche un po’ di amido.

Detto ciò…prendiamo il riso, mettiamolo in un capiente tegame, aggiungiamo l’acqua ( tanto per regolarvi l’acqua deve essere il doppio in peso del riso pesato crudo), aggiustiamo con del sale e pepe copriamo e portiamo a bollore. Da  questo punto abbassiamo la fiamma e facciamo cuocere lentamente per 20 minuti senza girarlo mai…….dovrebbe essere metà del tempo di cottura completa… Nel frattempo peliamo le carote e tagliamole a rondelle sottili, tostiamo leggermente le noci e tritiamole così da ottenere una granella di noci. A metà cottura (quindi dopo i primi 20 minuti) aggiungiamo le carote, mischiamole al riso copriamo di nuovo e continuiamo la cottura per altri 20 minuti sempre a pentola coperta e senza girare mai. Nel caso il riso dovesse asciugarsi troppo…se serve possiamo aggiungere altra acqua calda fino al termine della cottura. Una volta cotto aggiungiamo le noci, due cucchiai di olio, mantechiamo un minuto e spengiamo. Il nostro riso integrale alle carote e noci è pronto per essere servito.

Non speravo che fosse così buono ma vi assicuro che è davvero delicato…buono…da sorprendere tutti…e poi leggero!!!

Provatelo e mi darete ragione….vai a fidarti delle ricette dietro le confezioni!!! 😆

A dimenticavo….vi aspetto sulla mia pagina Facebook!!!

Pesto di carote.

Pesto di caroteIl pesto di carote è davvero una buona alternativa a tanti condimenti troppo lunghi e laboriosi specialmente quando non si ha tempo di farli ma si vuole comunque mangiare un gustoso e sfizioso primo piatto. Non ho mai pensato che si potesse fare il Pesto di carote e infatti mi sono stupita quando sul web ho trovato miriade di ricette…ma alla fine ho fatto un po’ di testa mia. Il pesto di carote resta molto delicato e dolce e non può non piacere anche ai vostri bambini e sarà un buon escapotage per far mangiare loro questi ortaggi camuffati. E perché non farlo anche in presenza di ospiti? Di certo non sarà uno dei soliti condimenti…oppure si può utilizzare sopra a delle bruschettine ..insomma io l’ho provato ed ora appena ho tempo ne faccio un po’ da tenere in frigo per utilizzarlo al meglio 😆 . Vediamo come l’ho fatto. Diciamo che con questa dose ci si può condire all’incirca 500 gr di pasta…ma come ripeto…poco importa se avanza, si mantiene benissimo in frigo con un filo di olio in superficie.

Pesto di carote.

  • 130 gr di carote pulite
  • 50 gr di parmigiano
  • 15 gr di pinoli
  • 20 ml di olio EVO
  • sale
  • pepe
  • prezzemolo
  • acqua 

Laviamo e peliamo le carote, tagliamole a tocchetti e mettiamole in un frullatore o sminuzzatore. Aggiungiamo i pinoli, il parmigiano, il prezzemolo, l’olio, un pizzico di sale e di pepe e frulliamo il tutto fino ad ottenere un composto abbastanza cremoso aggiungendo anche qualche cucchiaio di acqua per omogeneizzare meglio gli ingredienti tra loro senza aggiungere altro olio 😉

Ovviamente resterà granuloso…ma è buono anche per questo.

Perfetto…il nostro Pesto di carote è prontissimo per essere usato al meglio!!!!

Che dite? Non è una buona idea se avete fretta oppure ospiti dell’ultimo minuto?

Aspetto qualche commentino e se volete QUI potete trovare qualche altro tipo di pesto.

Se vi fa piacere vi aspetto anche sulla mia pagina Facebook!!!

Trancetti di patate e carote farciti alla mozzarella.

Trancetti di carote e patate farcite alla mozzarella

I Trancetti di patate e carote farciti alla mozzarella li ho trovati per caso visitando qua e là i vari blog di cucina. Mi sono imbattuta in questo http://blog.giallozafferano.it/annatorte/ e devo dire che l’ho trovato molto interessante. In modo particolare sono stata attratta da questi fantasiosi trancetti ed erano così belli che è stato impossibile non provarli…e ho fatto bene…primo perché rientrano perfettamente nei miei canoni preferiti…vale a dire “velocità” e “semplicità” e poi perché non sono deliziosi…ma di più!!! Io li ho fatti per secondo ma stanno bene ovunque…secondo, antipasto, aperitivo, piatto unico…insomma fate voi. Perché sono semplici? Seguite la ricetta e capirete.

Trancetti di patate e carote farciti alla mozzarella, dose per due persone
  • 4 carote grandi
  • 2 patate di media grandezza
  • 3 cucchiai di maizena
  • sale
  • pepe
  • prezzemolo
  • mozzarella o formaggio filante

Prendiamo le carote e le patate e dopo averle pelate grattugiamole finemente. Trasferiamole quindi in una ciotola, saliamo, pepiamo, aggiungiamo del prezzemolo fresco, i tre cucchiai di maizena e mescoliamo bene il tutto. Praticamente il più è fatto…difficile eh 😆

A questo punto prendiamo una bella padella antiaderente e mettiamola a scaldare senza aggiungere olio. Nel frattempo prendiamo un foglio di carta da forno, versiamoci sopra il nostro composto, schiacciamolo bene…deve essere sottile anche perché le patate e le carote sono crude. Quando la padella è caldissima mettiamoci dentro il composto con tutto il foglio di carta e lasciamo cuocere a fuoco moderato per 10 minuti almeno.

Trancetti di carote e patate farciti alla mozzarella

Quando il composto è pronto dovrebbe staccarsi…ma comunque basta sollevarlo prendendo i lati della carta da forno per vedere se si sta cuocendo. A questo punto togliamo il composto, poggiamolo su di un piano, mettiamoci un altro foglio di carta da forno sopra e giriamolo…non è un passaggio difficile tranquille. Stacchiamo pian piano il foglio in superficie (in caso tamponarlo con un panno umido) e rimettiamo di nuovo il composto in padella per farlo cuocere appunto dalla parte opposta. Da questa parte lo possiamo lasciare cuocere di meno in quanto già nella prima fase le verdure si sono ammorbidite. Bene..dopo 5 minuti quindi sformiamo il composto, lasciamolo intiepidire e tagliamolo a quadrotti. Su metà di essi mettiamo della mozzarella (se usate questa state attente a sgocciolarla bene) o del formaggio filate e appoggiamo sopra l’altra metà del quadrotto. Ora al momento di servire non ci resta che passare tutto in forno caldo per qualche minuto. Sembrano complicati…ma credetemi…non lo sono affatto…perciò aspetto che mi facciate sapere come sono venuti.

Nel frattempo vi aspetto sulla mia pagina Facebook!!!

Tortine alle carote viola e mele

Le Tortine alle carote viola e mele sono dei deliziosi muffin molto simili alle camille ma che ho voluto rendere piu’ golose  e diverse utilizzando le carote rosse e aggiungendo delle mele in superficie.

Avete mai usato le carote viola?

Il sapore è identico alle classiche carote arancioni ma rispetto a queste hanno una percentuale di zucchero ben inferiore e sono molto più ricche di antiossidanti grazie alla presenza di sostanze che ne determinano anche il colore.

Vi dirò di più..sembra che in origine le carote fossero tutte viola!!! Strano no visto che quasi non se ne trovano.

In cucina trovano lo stesso uso delle classiche carote ecco perchè ho voluto usalrle per fare questi dolcetti.

Le Tortine alle carote viola e mele restano molto molto morbide e allo stesso tempo leggere grazie all’assenza del burro.

Per rendere più fluido l’impasto ho preferito non usare il latte ma la spremuta di arancia…quindi non posso che affermare che con una tortina ci assicuriamo una bella carica di vitamica C.

Che ne dite allora di vedere insieme la semlice ricettina?

Tortine alle carote viola e mele

 

Tortine alle carote viola e mele, dose per 9 totine

  • 150 gr di farina
  • 1 uova
  • 60 gr di zucchero
  • 40 ml di olio di riso
  • 40 ml di spremuta all’arancia
  • 2 cucchiani di lievito per dolci
  • 100 gr di carote
  • 40 gr di mandorle.
  • 1 mela 

Fare le Tortine alle carote viola e mele è molto semplice e veloce

Sbucciamo la  mela, tagliamola in quattro e da ciascuno spicchio ricaviamone delle fettine non molto sottili

Irroriamole con il succo di limone e teniamole da parte..

Prendiamo le carote, laviamole, peliamole e insieme alle mandorle tritiamole finemente mettendo il tutto in un mixer insieme ad un cucchiaio di zucchero

Nel frattempo montiamo le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto denso e spumoso.

Aggiungiamo quindi l’olio, la spremuta e gradualmente la farina mescolata con il lievito.

Incorporiamo a questo punto le carote con le mandorle e amalgamiamo bene tutti gli ingredienti.

Distribuiamo l’impasto in 9 stampini da muffin e andiamo a mettere in suferficie i tocchetti di mela.

 

Passiamo in forno a 170 gradi in modalità statica per 15 minuti

Una volta superata la prova stecchino possiamo sfornare le nostre tortine  e decorarle con abbondante zucchero a velo!!!

Tanto semplici quanto ottime…per una buona colazione o una golosa merenda…buon dolce!!!!

Buon dessert!!! TI è piaciuta la ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale o sul mio profilo Twitter ed Instagram

 

 

Carciofi e carote olio e limone.

carciofi e carote

I carciofi e carote olio e limone e’ un contorno che ci da’ una buona alternativa ai carciofi cotti in padella. Il loro gusto resta davvero intatto e il loro sapore un po’ acidulo si sposa perfettamente con il dolce della carota. Questo contorno accompagna ogni tipo di pietanza, carne, pesce, uova…anzi forse proprio per la sua leggerezza si sposa perfettamente con dei secondi laboriosi…tipo arrosti. E poi vogliamo mettere le proprieta’ dei carciofi?? Ricchi di ferro e potassio.

Carciofi e carote olio e limone, dose per due persone:
  • 4 carciofi
  • 5/6 belle carote
  • limone
  • olio

Le dosi sono molto approssimative…nel senso che rispetto a quando facciamo il carciofo intero in padella dove con le porzioni ci si regola piu’ facilmente, qui e’ un po’ piu’ difficile…quindi regolatevi voi!!!

In ogni caso prendiamo i carciofi, tagliamo una parte del gambo lasciandone un pezzetto di 4/5 cm, sfogliamoli delle foglie piu’ dure e con un coltello tagliamo la punta e puliamo il gambo. Tagliamoli poi a meta’, eliminiamo l’eventuale peluria e facciamoli a spicchi. Man mano che li tagliamo trasferiamoli in una bacinella con acqua e limone. Nel mentre che perdano un po’ l’amarognolo, prendiamo le carote, sbucciamole, facciamole a rondelle e mettiamole in una pentola con dell’acqua fredda. Copriamo e mettiamole sul fuoco portandole a bollore. A questo punto proseguiamo la cottura per 5 minuti e dopo tuffarvi i carciofi scolati e sciacquati e continuare a cuocere fin quando non saranno pronti. Quindi scoliamoli e condiamo con sale, olio e limone. Sono molto buoni caldi ma ovviamente anche freddi…Semplice, leggero, veloce!!!

Cous Cous vegetariano

 

Il Cous Cous vegetariano e’ senz’altro un primo piatto gustoso e leggerissimo…ottimo sia caldo che freddo e che un po’ richiama le atmosfere esotiche.

Certo ….il massimo sarebbe fare lo stesso cous cous da noi…ma insomma…per fortuna ci sono quelli precotti  😉  e perché non approfittarne???

Il condimento da fare e’ molto personale…con le verdure…di carne…di pesce…misto , anzi vi diro’…a me piace anche molto senza aggiungere nulla se non un filo di buon olio

Il cous cous non e’ altro che la semola di grano duro cotta al vapore e quindi trasformata in granellini ed e’ molto tipico non solo del nord Africa ma anche della Sicilia occidentale.

Di sicuro uno dei più grandi vantaggi nel mangiare il cous cous è la quantità…bastano 50 gr per aver un super piatto…si parla comunque di carboidrati ma rispetto ad esempio alla pasta possiamo dimezzare quantità e calorie avendo un alto valore saziante.

Poi non parliamo della velocità!!! 3 minuti per avere un piatto pronto….comodissimo soprattutto per chi come me non ama mangiare panini o cose fredde al volo.

La ricetta che vi propongo oggi e’ il Cous Cous vegetariano….con tante buone verdurine,,,quelle che abbiamo…più ce ne sono più aumenta il gusto.

Veniamo a noi.

Cous Cous vegetariano.

Cous Cous vegetariano, dose per due persone

  • 150 gr di Cous Cous precotto
  • 300 ml di acqua o brodo
  • 1/2 melanzana
  • 1 zucchina
  • 1 carota
  • 5 funghi champignon
  • 1/2 peperone rosso o giallo
  • 1 manciata di pisellini
  • 5 pomodorini ciliegina
  • sale 
  • olio

Fare il Cous Cous vegetariano è molto semplice

Innanzitutto prepariamo il condimento in questo modo: laviamo e puliamo tutti gli ortaggi, facciamoli a dadini piccoli (tranne i piselli ovviamente) e mettiamoli in una padella antiaderente .

Versiamoci 2 cucchiai di olio e un pizzico di sale grosso..

Chiudiamo con un coperchio possibilmente trasparente e poniamo sul gas a fiamma bassa.

Questa cottura lenta ci permetteà’ di non aggiungere acqua in quanto saranno le verdure stesse che mano a mano tireranno fuori il loro liquido di cottura e si cuoceranno nello stesso mantenendo ed esaltando tutto il loro sapore.

Ogni tanto limitiamoci a scuotere la padella e dopo una ventina di minuti circa cominciamo a testare la cottura.

Lasciamo che restino croccanti…non cottissime…quindi spengiamo e passiamo al cous cous.

In una pentola non molto larga mettiamo 300 ml di acqua .(Il rapporto acqua e cous cous deve essere sempre 1 a 2)

Quando bolle aggiungiamo un pizzico di sale grosso,2 cucchiai di olio e il cous cous

Giriamo velocemente, spengiamo  e chiudiamo la pentola con un coperchio per tre minuti.

Passati questi tre minuti…e non di piu’ …apriamo e noteremo che il nostro cous cous ha raddoppiato il suo volume.

Sgraniamolo con una forchetta e trasferiamolo nel nostro condimento amalgamandolo con le verdurine cotte.

Il nostro delizioso primo piatto a base di Cous Cous vegetariano è pronto,,,impiattiamo e mangiamo!!!!

Il cous cous non resta sciolto….e’ del tutto normale!!!! Anzi proprio per questo si presta molto ad essere messo in forma magari con degli stampini….

Buon appetito!!

Ti è piaciuta la mia ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale

Hamburger vegetariani.

Gli hamburger vegetariani non solo sono si prestano molto bene come secondo accompagnati magari da una buona insalata o perche’ no…da gustosissime patate al forno, ma potrebbe essere un modo per far mangiare alcuni tipi di verdura ai bambini. Gli hamburger vegetariani o sotto forma di medaglioni o sotto forma di bastoncini si trovano facilmente nei supermercati ma se poco poco ti va l’occhio agli ingredienti li riposi. Ma vista la loro semplicita’ perche’ non farli? Tra l’altro la quantita’ degli ingredienti e’ davvero minima.

INGREDIENTI PER 8/10 HAMBURGER VEGETARIANI.
  • 4 patate medie
  • 50 gr di pisellini surgelati
  • 2 cimettine di broccolo verde (da un broccolo intero ricavatane due cimettine)
  • 2 cimettine di cavolfiore bianco (da uno intero ricavatene due cimettine?
  • 1 carota abbastanza grande
  • 1 zucchina
  • 1 uovo
  • sale 
  • pepe
  • pangrattato.

Innanzitutto laviamo e sbucciamo le patate, le uniche che cuoceremo da parte in quanto saranno al contrario degli altri ingredienti schiacciate. Facciamole a pezzetti, mettiamole in una pentola con acqua fredda e portiamole a cottura. Nel frattempo laviamo il resto dei nostri ortaggi e riduciamoli (tranne i piselli) a pezzettini piccoli. Mettiamoli tutti in un altro pentolino con acqua fredda, aggiungiamo un pizzico di sale grosso e portiamo a cottura anche questi. A questo punto le patate saranno sicuramente cotte, coliamole e schiacciamole. Non appena saranno cotti i nostri ortaggi, coliamo ancHAMBURGER DI VERDUREhe loro e aggiungiamoli alle patate. Aggiustiamo di sale e pepe e mettiamo un uovo intero e un cucchiaio di farina. Serviranno a tenere compatti i nostri Hamburger vegetariani. A questo punto prepariamo un piatto con il pangrattato. Preleviamo un po’ di composto e formiamo degli hamburger fino ad esaurimento degli ingredienti. Il composto sara’ un po’ appiccicoso ma appena passerete gli hamburger nel pangrattato potete lavorarli meglio. Ora prendete una teglia, copritela con della carta da forno leggermente unta, e passate in forno preriscaldato a 180 gradi per 15/20 minuti, il tempo di far fare la crosticina.

Serviteli caldi. Se volete renderli ancora piu’ deliziosi bastera’ aggiungere al composto un po’ di parmigiano e se volete farvi del male…friggete i nostri hamburger vegetariani…ma vi assicuro che sono ottimi al forno!!!

Carote trifolate

Le carote trifolate sono un appetitoso contorno che nessuno si aspetta.

A volte infatti vediamo la carota solo come ortaggio da condimento, magari per rendere piu’ gustosi i piatti di carne, o per un soffritto. E invece sono ottime anche come contorno, sia in versione cruda che cotta. Non dimentichiamoci poi delle loro proprietà benefiche. Sono ricche di vitamina A, C, Potassio. Effettivamente queste vitamine riusciamo ad assimilarle meglio se le mangiamo crude, non a caso sarebbe buona cosa prima che inizi la stagione estiva, mangiare per un paio di mesi una carota cruda al giorno. Questo non solo ci aiuterà ad avere  un’abbronzatura più veloce, ma il betacarotene ci darà una maggiore protezione nei confronti degli eritemi solari. Un pò di attenzione però devono averla i diabetici. La carota infatti nonostante si molto povera di calorie (solo 33 per 100 gr), ha un indice glicemico elevato e chi quindi ha di questi problemi, deve consumarla con piu’ attenzione. (per l’indice glicemico vi rimando alla sezione Curiosita’).

Comunque dicevamo…torniamo alla nostra ricetta…che è anche una soluzione a consumare le carote in eccesso

Carote trifolate

Carote trifolate, dose per due persone

  • 500 gr di carote
  • 1 scalogno
  • 2 cucchiai di olio
  • sale grosso
  • prezzemolo
  • rosmarino

Fare le carote trifolate è semplice e veloce

Laviamo e peliamo le carote, tagliamole a rondelle e nel frattempo mettiamole in una terrina con dell’acqua. Prendiamo ora un tegame antiaderente e trasferiamoci le carote gocciolanti, aggiungiamo uno scalogno affettato finemente, due cucchiai di olio, un pizzico di sale grosso ed alcuni aghi di rosmarino. . A questo punto copriamo con un coperchio e mettiamo sul fuoco a fiamma bassa. Cerchiamo di non scoprire il tegame ma casomai di scuoterlo di tanto in tanto in questo modo le carote cuoceranno con il succo che tirano fuori da questa cottura lenta e dal vapore che si viene a creare. Dopo 15/20 minuti possiamo verificarne la cottura e spegnere o eventualmente aggiungere un pochino di acqua.

Bene, il nostro delizioso e vitaminico contorno è pronto, non resta che guarnirle con abbondante prezzemolo e servire.

Ottime sia calde che fredde.

Buon appetito!!!

Ti è piaciuta la mia ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il grembiulino Infarinato di Ale.

Le mie ricette sono anche su Manjoo.