Crea sito

Panna cotta al mandarino

La panna cotta al mandarino è un delizioso dessert al cucchiaio perfetto per terminare al meglio un bel pranzo.

Fino a quando non mi sono cimentata io a farla, mi sono sempre rifiutata di prenderla in un ristorante come dessert pensando appunto che non mi piacesse.

In effetti quella che ti portano in un locale è ben diversa da quella che possiamo tranquillamente fare a casa.

Innanzitutto non è realizzata con preparati e poi almeno nel mio caso non è mai al 100 % panna  ma sempre un misto con un altro liquido quale il latte o come nel caso specifico il succo di mandarino.

Questo permette di ottenere un dolce non meno buono ma di sicuro molto più leggero da arricchire poi a nostro piacimento.

Ma ahimè, se io ormai impazzisco per la panna cotta mio marito no…ma per fortuna ne posso fare un pò e surgelarla…non cambia minimamente…basta tirarla fuori un’oretta prima di consumarla e tenerla in frigo.

La panna cotta al mandarino è davvero buona perché il sapore è molto presente…e il mandarino è appunto nella cottura e non come topping o guarnizione.

Vediamo allora come realizzare insieme questa semplice ricettina.

Panna cotta al mandarino

Panna cotta al mandarino, dose per 3 monoporzioni

  • 100 ml di panna liquida
  • 150 ml di succo di mandarino
  • 30 gr di zucchero
  • 2 gr di colla di pesce
  • ribes o mirtilli

Fare la panna cotta cotta al mandarino è molto semplice, richiede solo un pò di attenzione perché come accade per la crema non dobbiamo mai lasciarla sola per evitare che bruci o superi il tempo di cottura.

Innanzitutto mettiamo il foglio di colla di pesce in ammollo in acqua fredda affiché si ammorbidisca.

Ora prendiamo dei bei mandarini, laviamoli e ricaviamone il succo, ne occorre 150 ml.

Trasferiamo la spremuta in un pentolino, aggiungiamo la panna e lo zucchero. Mescoliamo bene e passiamo sulla fiamma bassa.

Girando sempre in continuazione facciamo cuocere fino a quando il composto non inizierà a sobbollire.

Ci vorranno all’incirca 15/20 minuti.

Se abbiamo un termometro da cucina possiamo spengere quando la panna ha raggiunto la temperatura di 75 gradi, altrimenti quando inizia a fare tutta quella schiumetta in superficie che si forma prima di raggiungere il bollore.

Una volta allontanata dal fuoco aggiungiamo il foglio di colla di pesce strizzato sciogliendolo bene.

Prendiamo ora 3 monoporzioni…io ho  utilizzato degli stampini a ciambella…o in alternativa possiamo utilizzare i classici pirottini in alluminio da muffins.

Suddividiamo la panna negli stampini e lasciamola un paio di minuti a temperatura ambiente,quindi passiamola in frigo almeno 12 ore.

Sarebbe opportuno infatti prepararla la sera per il giorno dopo o la mattina per la sera.

Il nostro dessert è pronto, al momento di servirlo non resta che sformarlo in singoli piattini e arricchirlo con quello che più ci piace.

Io ho scelto di aggiungere semplicemente del ribes e del mirtillo bagnati nello zucchero…ma possiamo utilizzare cioccolato fuso o topping fruttati.

Bello da vedere ed ottimo da gustare. Buon appetito!!!

Ti è piaciuta la mia ricetta? Allora seguimi anche su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale.

Ps.Un paio di consigli, prima di utilizzare gli stampini riempiamoli con acqua fredda fino al momento dell’uso…sarà più semplice sformare il dessert.

La panna cotta possiamo anche surgelarla e poi tenerla un paio di ore in frigo…per sformarla basta immergere lo stampino un minuto in acqua calda…si staccherà da sola.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.