Crea sito

Paella valenciana, carne e verdure.

 

La Paella valenciana carne e verdure è un piatto tipicamente spagnolo e di certo come si mangia bene in Spagna non la mangerete mai in nessun altro posto…e con questo sono d’accordissimo con voi…vi assicuro però che con un po’ di pazienza e un po’ di tempo a disposizione potete ricrearla anche nella vostra cucina con un risultato ben più che accettabile ma vi avviso…ci vuole molta ma molta pazienza altrimenti il risultato sarà un semplice riso alle verdure e carne. Quindi qualora vi vogliate cimentare nell’impresa non venite a dirmi che non vi avevo avvisato 😆 . Premesso che io adoro quella di pesce visto che mio marito non lo mangia per forza mi sono dovuta adattare a questa ma è venuta così gustosa che non mi pento assolutamente di averla fatta. In ogni caso la prima vera Paella nasce come un piatto povero e popolare della zona di Valencia ed  è l’unione degli elementi culinari che ogni popolo ha intorno a se stesso. Infatti la zona di Valencia è sempre stata ricca di verdure fresche grazie alla campagna valenciana, di polli e conigli per quanto riguarda la carne, e  la vicinanza della zona denominata “Albufera” (che tradotto significa “laguna”), caratterizzata dalla presenza di risaie, soddisfa le condizioni necessarie per la creazione di questo piatto. Da qui l’origine di questo gustoso piatto…mentre “Paella” indica il tegame dentro il quale viene cucinata. Ora sono sincera…io non ce l’ho ed ho usato pertanto un tegame antiaderente…quindi tranquille. Ma basta con le chiacchiere perché qui il lavoro è lungo e veniamo agli ingredienti

Paella valenciana, carne e verdure

Paella valenciana, carne e verdure, dose per 4 persone

  • 320 gr di riso parboiled
  • 100 gr di petto di pollo
  • 2 salsicce di pollo e tacchino
  • 1 fettina di filetto
  • 1/2 peperone rosso
  • 1/2 peperone giallo
  • 1 piccola zucchine
  • 1/2 melanzana
  • 1 manciata di piselli conglati
  • 50 gr di fagioli (anche in scatola)
  • 1 carota                                         
  • 1 manciata di fagiolini
  • 3 funghi champignon
  • 2 cucchiai di passata di pomodoro
  • 1 cucchiaino di paprika dolce
  • 2 bustine di zafferano
  • olio
  • sale
  • brodo vegetale
  • 1 scalogno

Premetto che la quantità delle verdure è proporzionale al gusto…nel senso che potete anche metterne di più o di meno…dipende poi da come vi piace e dal tegame a disposizione. Con queste dosi è abbastanza ricca ma fate  voi. E ripeto…non abbiate fretta perché il trucco nell’ottima riuscita della paella alla valenciana, carne e verdure è proprio la lenta cottura dei vari ingredienti che conferisce al piatto un gran sapore…detto ciò veniamo alla preparazione.

Iniziamo col preparare tutti gli ingredienti riducendo tutto a tocchetti…sia la carne che le verdurine tenendole separate l’une dalle altre. Prendiamo ora il tegame…la paella…o il wok…o un qualsiasi tegame antiaderente. Mettiamoci dentro la carne, uno scalogno tagliato a fettine sottili, due cucchiai di olio e regoliamo di sale. Copriamo e lasciamo cuocere a fuoco lento…per circa 20 minuti. La carne si cuocerà con la stessa acqua che tirerà fuori duranti la cottura dopodiché quando questa si sarà tutta ritirata lasciamo che la carne stessa rosoli un po’. Aggiungiamo quindi due cucchiai di passata di pomodoro, giriamo e aggiungiamo a questo punto i peperoni, le carote, i piselli e i fagiolini. Regoliamo ancora con un altro pizzico di sale, chiudiamo e sempre a fuoco lento lasciamo cuocere senza aggiungere liquidi per altri 20 minuti. Aggiungiamo quindi i funghi, le melanzane, le zucchine, i fagioli e stesso discorso…regoliamo con un altro pizzico di sale, copriamo e lasciamo cuocere lentamente per altri 20 minuti. Se le verdure restano croccanti va benissimo così. Bene…ora non ci resta che mettere il riso, amalgamarlo agli ingrediente e riempire il tegame con il brodo vegetale. Portiamo a bollore e sempre a tegame coperto e senza girare mai lasciamo cuocere…ci vorrà all’incirca una mezz’oretta…nel caso aggiungere altro brodo. Circa 5  minuti prima della fine della cottura (più o meno ovviamente) aggiungiamo un cucchiaino di paprika dolce (davvero la ciliegina sulla torta) e due bustine di zafferano sciolto in un po’ di acqua calda. Bene…ora spengiamo e lasciamo riposare 10 minuti prima di impiattare…non è solo buono ma anche di grande effetto…provare per credere!!!!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.