Crea sito

Il coraggio di provare!!!

Marmellata di prugne

Marmellata di prugne

La marmellata di prugne è secondo me la marmellata che per eccellenza sta benissimo sulla crostata.

Se infatti devo fare colazione allora preferisco altre marmellate ma nel momento in cui decido di fare una crostata allora no…lì la priorità è per l’unica e insostituibile Marmellata di prugne.

Come per tutte le marmellate ci vuole senz’altro un po’ di pazienza a meno che non compriate preparati che aiutino a farla addensare in pochi minuti…ma io sono tradizionalista e la faccio come vedevo farla dalla mia mamma.

Le dosi che vi do sono molto personali…a me non piace dolcissima…ma questo poi dipende dai vostri gusti.

Il trucco? Lasciarla la frutta almeno una notte intera a macerazione insieme allo zucchero e limone..questo permetterà alla frutta di tirare fuori la sua parte zuccherina e non far esagerare con le dosi dello zucchero.

E allora che ne dite di vedere insieme la mia interpretazione?

Marmellata di prugne

 

Marmellata di prugne.
  • Per ogni Kg di prugne pulite e denocciolate mettere:
  • 250 gr di zucchero
  • 1/2 limone (succo).

Fare la Marmellata di prugne è molto semplice…richiede solo pazienza.

Laviamo, denoccioliamo e puliamo bene le prugne da eventuali ammaccature

Dopo averle fatte a tocchetti trasferiamole in un capiente recipiente.

Aggiungiamo quindi lo zucchero, il succo del mezzo limone e amalgamiamo bene il tutto .

Lasciamo a macerazione  tutta la notte.

Il giorno dopo trasferiamo le prugne in una pentola che non attacchi e mettiamo  a cuocere a fiamma sostenuta fino al raggiungimento del bollore eliminando mano a mano che si forma una leggera schiumetta in superficie.

A questo punto abbassiamo la fiamma e lasciamo bollire…bollire….bollire…fino a quando non raggiungerà’ una giusta consistenza soda.

Calcolate che io l’ho fatta in più riprese non avendo tanto tempo a disposizione e ho impiegato all’incirca 5/6 ore totali.

Una volta che secondo voi va bene e nella dolcezza (potete aggiungere altro zucchero durante la cottura) e nella consistenza prendiamo dei vasetti precedentemente lavati e riempiamoli con la marmellata bollente.

Chiudiamoli e posizioniamoli a testa in giù.

Questo passaggio servirà a formare il sottovuoto e a far mantenere la marmellata a lungo….ma davvero molto a lungo!!!!

A questo punto….via con la crostata!!!

Spero che qualcuno la provi…e poi adesso ci sono prugne ovunque!!!!

Aspetto i commenti e anche i vostri suggerimenti…qui o sulla mia pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale!!!! e se volete provare altri tipi di marmellata basta dare un’occhiata alla sezione cliccando QUI

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.