Cupolotto di legumi e ricotta

Il Cupolotto di legumi e ricotta in granella di mandorle non è semplicemente uno sfizio per completare un antispasto e un aperitivo ma è a tutti gli effetti un secondo piatto completo, un’insalata vicino e la nostra cena è pronta.

Un piatto da gustare sia caldo che freddo perchè possiamo prepararlo e metterlo in frigo oppure passarlo qualche minuto in forno per rendere il tutto ancora più “mussoso” e delizioso

Quello che poi lo rende davvero particolare è la granella di mandorle che lo completa e che dona ad ogni boccone una croccantezza avvolgente

Che ne dite di venire allora alla semplice e veloce ricettina?

Cupolotto di legumi e ricotta

 

Cupolotto di legumi e ricotta, dose per circa 4 stampini

  • 300 gr di fagioli cannellini cotti
  • 200 gr di ricotta ( io ho usato quella light)
  • 40 gr di parmigiano grattugiato
  • 80 gr di mandorle
  • 1 ciuffetto di prezzemolo
  • 1 pizzico di noce moscata
  • 1 cucchiaio di olio
  • pepe rosa
  • sale

Far il Cupolotto di legumi e ricotta in granella di mandorle è davvero semplice.

Innanzitutto prepariamo la granella di mandorle passando nel mixer per qualche minuto le mandorle intere e teniamola da parte.

Sempre nel mixer adesso mettiamo i fagioli cannellini lessati e tritiamoli fino ad ottenere una purea.

Aggiungiamo quindi la ricotta e lavoriamo gli ingredienti tra loro per ottenere un composto omogeneo.

Uniamo quindi il parmigiano, un pizzico di sale, la noce moscata, il prezzemolo tritato finemente ed infine un cucchiaio di olio.

Prendiamo 4 stampini monoporzione usa e getta e riempiamoli del composto.

Passiamoli in frigo un paio di ore e al momento di servirli dopo averli rovesciati sul piatto da portata decoriamo con abbondante granella di mandorle, del pepe rosa e un filo di olio

In alternativa appena fatti possiamo passarli 10 minuti in forno e gustarli caldi  nella stessa identica maniera.

Che ne dite? Non è un’idea semplice e sfiziosa??

Una delizia!!!!

Buon appetito.

Ti è piaciuta la mia ricetta? Allora segui i miei aggiornamenti anche su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.