Torta moia (torta veneta di pane)

b4b3983cb97a4af1918b14b130184676Manìna bèa,
fata penèa
dove sito stà?
Da ‘a mama o dal papa’.
Cossa gheto magnà?
Pan e late.
Gate gate gate

Questa è una delle più famose filastrocche venete che si raccontavano ai bambini e che sia mia mamma che mia nonna mi raccontavano. Ricordo che anch’io, quando mia figlia era piccola, gliela raccontavo e si divertiva molto.

Mentre si recita si accarezza la mano del bambino, e quando si arriva alla frase finale “gate, gate”, si fa loro il solletico sul palmo della mano. Una filastrocca semplice, ma davvero simpatica che ai bambini piace di solito moltissimo!

Spero che non si dimentichi questa bella filastrocca  e che, le giovani mamme venete e non solo, prese dalla tecnologia e da internet, ecc……, non la dimentichino ma, anzi la tramandino ai loro piccoli: solo cosi’ le tradizioni del nostro territorio non si perdono.

La torta di pane è tipica della nostra zona del Veneto e viene comunemente chiamata torta moia, che in dialetto significa torta bagnata.
Ne esistono varie versioni, già passando da Padova a Vicenza si trovano versioni contrastanti, anche se in tutti i casi si utilizza il pane ammollato nel latte come base per la torta.

Ed ecco il collegamento con la filastrocca: quando si chiede al bambino dove è stato e cosa ha mangiato, la risposta è: sono stato dalla nonna e ho mangiato pane e latte!!

La torta moia ha pochissima farina e zucchero e non prevede l’aggiunta di lievito, proprio perchè il pane è l’ingrediente fondamentale e da solo contiene tutti gli ingredienti che di solito si usano per preparare un dolce!

Ingredienti

600 gr di pane raffermo (pane comune non all’olio)

5 dl di latte

100 gr di uvetta passa

50 gr di canditi

3 mele medie

100 gr di burro

1 limone

200 gr di farina 00

150 gr di zucchero

4 uova

2 cucchiai di grappa

Procedimento:

Spezzettate il pane e fatelo ammollare in una ciotola con il latte per almeno 2 ore.

Mettete a bagno l’uvetta con acqua tiepida. Sbucciate le mele e tagliatele a pezzetti.

Strizzate bene il pane per eliminare il latte in eccesso e passatelo al passaverdura, in modo da evitare che restino grossi pezzi. Ponete la crema di pane in una ciotola, incorporate lo zucchero e mescolate bene

Aggiungete le uova una alla volta, mescolando energicamente per evitare che si formino grumi. Aggiungete anche la grappa, la buccia di limone grattuggiata, i canditi, la mela a pezzetti e l’uvetta precedentemente strizzata.

Mescolate con un cucchiaio di legno per amalgamare tutti gli ingredienti. Infine aggiungete anche la farina setacciata.

Imburrate abbondantemente una teglia rettangolare, versate il composto e cercate di livellarlo il più possibile.

Infornate a forno caldo a 220° per 45-50 minuti.

Sformate la torta e servitela quando si sarà raffreddata.

 

 

This Post Has Been Viewed 1,333 Times

Precedente Menestra de fasoi Successivo Cannelloni di carne