Pranzo di Santo Stefano

Pranzo di Santo Stefano

Dopo il cenone della vigilia di Natale e il Pranzo di Natale, ci si prepara anche per il Pranzo di Santo Stefano, che altro non è che la continuazione delle festività natalizie. Il giorno di Santo Stefano viene spesso definito “il pranzo degli avanzi” perché solitamente per pranzo vengono appunto consumati gli avanzi del pranzo di Natale, senza però togliere spazio al gusto. Naturalmente, ogni famiglia decide il pranzo di Santo Stefano anche in base alle proprie tradizioni, preferenze e abitudini. Nelle guida che segue verranno fornite alcune idee in merito, che possono essere variate a seconda delle proprie esigenze.

La prima cosa da considerare prima di iniziare la preparazione del pranzo di Santo Stefano, è ricordarsi che questo pranzo segue il cenone della vigilia e il pranzo del giorno di Natale, entrambi sicuramente non poco calorici ed abbondanti. Proprio per questo motivo è consigliabile alleggerire in qualche modo il menu del 26 dicembre anche per poter aiutare il nostro organismo ad affrontare anche il cenone del 31 e il pranzo di Capodanno. Se, per esempio a Natale o al cenone del 24 dicembre avete preparato manicaretti a base di carne, evitate di riproporlo anche per il pranzo di Santo Stefano.

Se a Natale avete gustato della buona carne (brasato, tacchino, faraona, polpettone, etc.), allora per Santo Stefano potrete preparare degli ottimi piatti a base di pesce. Per questo giorno, si possono evitare gli antipasti sempre per alleggerire il più possibile il pranzo, e preparare invece un buon risotto alla marinara (il risotto è notoriamente più leggero della pasta) oppure una buona zuppa di pesce che, oltre ad essere molto gustosa, è anche nutriente, nonché un piatto abbastanza leggero. Un’altra idea per un primo piatto potrebbe essere, ad esempio, la pasta con zucchine e gamberetti, oppure con le vongole, optando preferibilmente per una pasta integrale.

This Post Has Been Viewed 1,813 Times

Precedente Buon Natale a tutti i lettori e lettrici del IL CLUB DI ROSSANA Successivo Post mangiata delle feste