Menù di Capodanno

Menù di Capodanno

Visto il grande successo che ha riscosso l’articolo che vi ho proposto quale menù di Natale non potevo non pensare anche al menù di Capodanno.
Per l’occasione ho creato anche questo Menù personalizzato per Capodanno.
Prima cosa da stabilire e fondamentale per la scelta dei prodotti è fissare fin da subito quanto siete disposti a spendere per il cenone.
Per festeggiare l’inizio dell’anno l’abbondanza sarebbe d’obbligo. Sono sicura che mangiare bene si può anche spendendo cifre contenute, basta saper scegliere ed abbinare nella giusta maniera.
Occorre stabilire se si vuole concentrare la cena sul pesce o sulla carne; per tradizione della mia famiglia il Capodanno è rigorosamente di pesce ma, possono esserci degli ospiti che non gradisono il pesce o, ancora peggio non lo possono mangiare. Per questi ospiti  è doveroso preparare dei piatti solo per loro in modo tale che si sentano coccolati e soddisfatti nell’assaggiare piatti che gradiscono.
Importante è preparare una vasta scelta di dolci di capodanno che contengono frutta candita e secca, melograno, uva e miele perché “l’anno che comincia sia dolce”.
Da non dimenticare poi i piatti della tradizione, come il cotechino con le lenticchie, ricette tradizionali immancabili in ogni menù di Capodanno che si rispetti.
E, naturalmente per il brindisi di mezzanotte, non puo’ mancare uno spumante italiano, dolce o brut a seconda dei vostri gusti, purchè italiano.
Oltre alle ricette da gustare per il menù di Capodanno, fondamentale è anche sapere come arredare la tavola per il cenone. Una volta che avrete deciso se preparare una cena a buffet o se mettere i vostri ospiti seduti a tavola, potrete dare il via al vostro cenone di capodanno.
Se non avete idea di cosa preparare per il cenone dell’ultimo dell’anno, ecco alcuni spunti per ricette di Capodanno proposte da IL CLUB DI ROSSANA  per realizzare un cenone di Capodanno coi fiocchi: piatti sfiziosi, alcuni da preparare in anticipo, ma sempre con un occhio alla rapidità e alla semplicità che mi caratterizza.

Auguro a tutti voi un sereno e felice 2017 e vi ringrazio per l’assiduità con cui mi avete seguito in questi due anni da quando ho aperto il mio blog.

Vi assicuro  che è qualcosa che mi rende felice e mi dà grande soddisfazione.

Antipasti 

Primi piatti 

Secondi di carne e pesce 

        Carne:

        Pesce:

Contorni

Dolci e dessert 

Sgroppino di fine cena

Lo sgroppino è una bevanda alcolica molto apprezzata nel Veneto, a base di gelato al limone.

In origine la parola veneta sgropìn indicava il classico sorbetto, senza latte e dal tasso alcolico più basso. Nel tempo l’antica ricetta si trasformò fino a dar luogo all’attuale sgroppino.

Il giorno di Natale ho preparato lo sgroppino ed ora voglio darvi la mia ricetta. Vi consiglio di preparare una parte alcolica ed una non alcolica nel caso vi fossero bambini alla Vostra cena di Capodanno.

Per la sua preparazione è sufficiente acquistare una vaschetta di gelato al limone della Ditta Lattebusche; lo trovo molto adatto per questa preparazione in quanto all’interno vi è anche della panna che rende cremoso lo sgroppino.

Tirare fuori la vaschetta di gelato il tempo necessario perchè diventi cremoso; inserirlo nel frullatore e a filo aggiungere del prosecco fino a che lo sgroppino avrà raggiunto la giusta consistenza.

Da sorseggiare rigorosamente nei flute per terminare questa indimenticabile cena in bellezza, o anche solo per spezzare il ritmo tra le varie portate.

BUON ANNO A TUTTI !!!

 

 

 

 

 

 

This Post Has Been Viewed 2,805 Times

Precedente Torta di formaggio e salmone Successivo BUON ANNO A TUTTI