Lingua salmistrata


lingiìua salmistrata

La lingua salmistrata è una preparazione antica nata per conservare la lingua bovina il più a lungo possibile. Il termine salmistrata deriva dal nome popolare dato al salnitro, ossia al nitrato di potassio, un conservante utilizzato nei salumi, anche in quelli tradizionali.

Oggi la lingua salmistrata è uno dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali Tipici del Veneto, ma è diffusa anche nelle regioni confinanti come la Lombardia, l’Emilia, il Friuli e il Trentino.

Ingredienti:

2 o 3 lingue di maiale

sale grosso

vin brulè

Procedimento

Si devono lasciare macerare in frigo per 3 giorni due o tre lingue di maiale in un recipiente cosparse di sale grosso.

Fare un vin Brulè facendo bollire per 5 minuti del vino Barbera con chiodi di garofano, cannella, pepe in grani e foglie di alloro a strisce.

Versare il brulè sulle lingue in modo da coprirle e fare di nuovo macerare per 5 giorni in frigo.

Lessare le lingue in acqua non salata e servirle tagliate a fette un po spesse accompagnate da cipollotti scottati al vino rosso o insalata di soncino (valerianella)

This Post Has Been Viewed 867 Times

Precedente Burro chiarificato Successivo Olio al peperoncino