Le origini di McDonald’s

mcdonalds

Tutti almeno una volta nella vita siamo entrati in un McDonald’s ma in pochi conoscono la storia del successo del più grande fast food al mondo.

Ora dal 12 gennaio al cinema grazie al regista John Lee Hancock possiamo scoprire con “The Founder” e la storia della nascita della catena McDonald’s.

Michael Keaton interpreta un uomo cinico che sembra aver finalmente le idee chiare sui propri investimenti, non un eroe ma una figura scaltra e “cattiva” pienamente ambiziosa che non si preoccupa di vendersi l’anima pur di ottenere il successo tanto agognato.

La sceneggiatura elaborata da Robert D.Siegel ripercorre la favola di quel grande sognatore senza far mai capire allo spettatore se si tratta un personaggio positivo o meno, quello che emerge é il valore tipico del sogno americano che spinge l’imprenditore a sottrarre l’azienda ai fratelli McDonald.

Qualsiasi impero economico ha origini umili. Quelle di McDonald’s affondano nella città di San Bernardino, in California, dove i fratelli Richard e Maurice McDonald hanno aperto, nel 1948, il loro primo “spedee service”.

Un piccolo chiosco in puro stile fast food, con il cibo preparato nei sacchetti da portare via o da consumare in piedi, vicino alla propria auto.E un menù ristretto – se paragonato a quello odierno – che proponeva hamburger a 15 centesimi di dollaro.

McDonald's

Le foto in bianco e nero che tornano a circolare in rete in queste ore raccontano la nascita di una catena che, negli anni successivi, avrebbe conquistato il mondo, esportando oltre ai panini l'”american way of life”.

Oggi esistono più di 31.000 Mc Donald’s sparsi nel pianeta.

Il primo in assoluto – quel chiosco sulla 14esima strada di San Bernardino – invece non c’è più. E’ stato demolito intorno al 1976. Sulle sue ceneri è nato il punto vendita di un’altra catena, la Juan Pollo, che offre polle arrosto “alla messicana”.

This Post Has Been Viewed 133 Times

Precedente Torta meringata ai mirtilli Successivo Le carote in origine erano.......