La ghiaccia reale

 La ghiaccia reale

In questo periodo di feste, la ghiaccia reale è perfetta per decorare a tema biscotti e torte di Natale. Scopriamo come prepararla con zucchero a velo e albumi

La ghiaccia reale (royal icing) è un composto a base di zucchero che si utilizza per la decorazione dei dolci.

Viene in genere utilizzata per scrivere e disegnare su torte e biscotti con l’ausilio di un sac à poche dalla punta molto sottile.

La ricetta della ghiaccia reale

Gli ingredienti della ghiaccia perfetta sono albumi e zucchero, sempre in proporzione 1 a 5. Se quindi utilizzate 10 gr di albumi, dovrete aggiungere 50 gr di zucchero. Quando parliamo di zucchero intendiamo unicamente lo zucchero a velo che è molto sottile e ben si amalgama con gli albumi senza formare grumi.
Per preparare la ghiaccia basta montare i due ingredienti, aggiungendo lo zucchero agli albumi poco per volta. La consistenza deve essere compatta.
Se troppo liquida, aggiungete altro zucchero a velo, se troppo dura aggiungete un po’ di succo di limone.
Alcuni preferiscono preparare una glassa senza le uova, ma solo con succo di limone e zucchero a velo. Ve lo sconsigliamo perché la consistenza non è la stessa e il risultato sarà meno soddisfacente.
Una volta pronta, se volete scrivere o disegnare, mettete la glassa all’interno di una sacca da pasticcere con beccuccio sottilissimo, come il tratto di una matita. Con mano ferma decorate i vostri biscotti o le torte ricoperte con pasta di zucchero.

Ghiaccia colorata

Potete anche colorare la ghiaccia con coloranti alimentari.
I migliori sono quelli in gel perché non rendono troppo liquido il composto e hanno colori brillanti.
Se la ghiaccia risultasse meno densa dopo l’aggiunta del colore, riequilibrate la consistenza con altro zucchero a velo.
Se avete bisogno di tanti colori per decorazioni diverse, preparate una grande quantità di ghiaccia e poi dividetela in ciotole. Aggiungete in ognuna il colore desiderato.
Se volete una ghiaccia multicolor, effetto arcobaleno, invece, mettete più colori insieme nello sesso composto e poi mescolateli leggermente con uno stuzzicadenti in modo che rimangano tutti abbastanza distinti e leggermente sfumati.

Fonte: Cucina Italiana

This Post Has Been Viewed 135 Times

Precedente Ciambella di Francoforte Successivo Ciambellone ripieno