Gnocchi all’acqua di Daniele Persegani

Gnocchi all'acqua
 Ingredienti: per 4 persone
per gli gnocchetti
1 lt. acqua
60 gr. di olio extravergine d’oliva
q.b. di sale fine
600 gr. di farina 0
per la salsa
800 gr. di pomodori ciliegina di Pachino
120 gr. di olio extravergine d’oliva
1 spicchio d’aglio
5 filetti di acciuga sottolio
2 cucchiai di capperi di Pantelleria
120 gr. di olive nere sottolio snocciolate
10 foglie di basilico
q.b. di pepe
q.b. di sale
70 gr. di pecorino grattugiato
Procedimento
Innanzitutto prepariamo gli gnocchetti mettendo a bollire l’acqua, con i 60 gr. di olio ed il sale.
Quando l’acqua bolle, versare la farina in un solo colpo, come si fa per l’impasto dei bignè, quindi mescolare velocemente e continuare fino a che il composto non si stacchi totalmente dalla pentola.
Togliere dal fuoco e continuare a girare ancora per qualche minuto, quindi trasferire l’impasto su una spianatoia, io ho utilizzato un piano di marmo.
Lavorarlo qualche minuto e dividerlo in due parti e dargli una forma cilindrica,e metterlo a raffreddare.
Tagliare in pezzi  e con ciascuno di essi formare dei cordoncini dai quali ricavare a sua volta dei cubetti  tutti della stessa dimensione (potete lasciarli così oppure farli rotolare sul retro dei rebbi di una forchetta per dargli l’aspetto tipico degli gnocchi classici).
Stenderli su un vassoio leggermente infarinato, fino al momento di utilizzarli.
Per la salsa, tagliare in quattro parti ciascun pomodorino, in una padella antiaderente, fare imbiondire l’aglio in camicia schiacciato, aggiungere le acciughe e farle sciogliere per bene, unire i pomodori, le olive, i capperi, 6 foglie di basilico, il pepe e aggiustare di sale, quindi cuocere il tutto fino a che i pomodori si saranno appassiti. Spegnere e tenere da parte.
Passare appena in acqua bollente salata gli gnocchi, per privarli della farina in eccesso, quindi aggiungerli al sugo preparato precedentemente, unire il pecorino e mantecare il tutto per qualche minuto appena, gli gnocchi sono molto morbidi.
Servire caldi, decorando col resto delle foglie di basilico fresco .

This Post Has Been Viewed 4,282 Times

2 pensieri su “Gnocchi all’acqua di Daniele Persegani

  1. quanto si possono tenere i gnocchetti prima di cuocerli, si possono fare, ad esempio un giorno prima di consumarli?

    • Carissima Giuliana, prima di tutto voglio ringraziarti per essere venuta nel mio blog IL CLUB DI ROSSANA e condividere le ricette che in esse pubblico.
      E’ sempre una grande soddisfazione personale quando qualche lettrice e lettore ti commentano una ricetta o ti chiedono dei consigli.
      Per rispondere alla tua domanda è scontato che la cosa migliore sarebbe prepararli e poi cucinarli subito.
      Giuliana, purtroppo gli gnocchi da quando li hai preparati non si possono conservare cosi’ a lungo. Dopo un paio di ore si ammollano tutti.
      Io li faccio, li ripongo su vassoi spolverati con amido di frumento o farina di riso, agito bene il vassoio e li metto in freezer. Quando diventano duri li metto nei sacchettini per alimenti.
      Un altro modo sarebbe di bollirli, raccoglierli con la schiumarola e fermare la cottura in acqua e ghiaccio. Li condisci con un po’ di olio, burro e li tieni in contenitori larghi (non ammassati) in frigo. Li farai risaltare in padella con il condimento. Vengono piuttosto bene. Pero’, se riesco li preferisco freschi.
      L’importante è che, quando andrai a cucinarli da congelati devi buttarli nell’acqua che bolle ancora congelati.
      Spero di esserti stata di aiuto e buona serata ma, soprattutto, buona cucina.
      IL CLUB DI ROSSANA

I commenti sono chiusi.