Focaccia al pesto genovese

focaccia-farcita-al-pesto-725x545

ll pesto genovese è uno dei condimenti per la pasta più conosciuti in Italia e nel mondo. Nasce in Liguria, una regione unica la cui cucina è molto diversa da quella del resto del nord, influenzata dalla presenza del mare che crea un microclima del tutto particolare.

Proprio questo microclima ha permesso la coltivazione di un basilico del tutto speciale, con il quale i liguri da sempre producono il pesto genovese.

Il basilico è coltivato in Liguria fin dai tempi dei romani, ne parlano infatti Plinio, Teofrasto, Avicenna, Alessandro Petronio e Galeno.

Non tutta la Liguria è valida per la coltivazione del basilico per produrre il pesto genovese. La zona considerata ideale per coltivare la qualita’ di basilico migliore in assoluto, e’ quella che va da Genova Pra a Pegli e che si estende a Ponente sino a Palmaro e, a Levante, sino a Coronata.

Il basilico ideale per produrre il pesto genovese non deve avere la nota di menta che caratterizza invece altre varietà di basilico.

Ingredienti per la focaccia al pesto, per 6 persone:

· 2 confezioni di pasta sfoglia da 4 etti circa

· 1 stracchino da 200 grammi

· 2 o 3 patate

· 200 g di pesto

· quattro cucchiai di olio extravergine d’oliva.

Procedimento

Sbucciare, tagliare a fette e cuocere le patate.

Quando sono pronte le patate vanno trasferite su un piatto e asciugate bene con della carta assorbente o con un canovaccio pulito.Stendere la pasta, distribuire le patate e spalmare il pesto

A questo punto possiamo prendere una confezione di pasta sfoglia  e distenderla all’interno di una pirofila che avremo accuratamente coperto con della carta da forno. Stendiamo per bene la pasta dopo di che iniziamo a distribuire in maniera omogenea uno strato di patate.
Dopo aver riempito la base della pirofila con le patate versiamo e spalmiamo il pesto, cercando di coprire in maniera uniforme tutte le patate.
Distribuire lo stracchino dopo averlo tagliato a piccoli pezzi così che in cottura si sciolga meglio, e mettiamolo in maniera uniforme sulle patate e sul pesto.
Coprire con il secondo strato di sfoglia

Attacchiamo bene i bordi dei due strati avendo cura di creare un po’ di bordo di pasta sfoglia che andrà a formare, dopo la cottura, un po’ di crosta molto piacevole da mangiare.

Mescolare olio e acqua e spalmare su focaccia.

Cuocere per 30 minuti a 220° C

Per finire la focaccia e dare un tocco finale, possiamo salare lo strato superficiale della focaccia con del sale grosso tritato.

 

This Post Has Been Viewed 434 Times

Precedente Millefoglie con crema e fragole Successivo Cubo di Rubik in cucina