Farinata di ceci

Farinata di ceci

La farinata di ceci è una specialità tipica della Liguria, molto nutriente e senza glutine.

Le sue origini risalgono addirittura al periodo dei Greci e dei Romani, quando i soldati erano soliti preparare una miscela di farina di ceci e acqua che facevano poi cuocere al sole o sul proprio scudo.

La farinata è preparata con ingredienti poveri: farina di ceci, acqua, e l’olio.

Fondamentale è l’uso di una grande teglia di rame, chiamata il “testo” e soprattutto il forno a legna che la rende calda e croccante soprattutto ai bordi, parte della farinata più ambita.

La farina di ceci è  molto apprezzata per il sapore intenso e per le sue qualità nutrizionali.  E’ un alimento ricco di proteine vegetali, ma anche sali minerali come calcio, ferro e fosforo, nonché vitamine C e B.

Se invece volete prepararla a casa, questa è la ricetta da seguire e gli ingredienti necessari:

  • 300 g di farina di ceci
  • 1 litro d’acqua
  • 1 bicchiere d’olio
  • sale
  • pepe

Procedimento

Stemperare in acqua tiepida la farina mescolando con una frusta o un cucchiaio di legno. Salare leggermente. Continuare a mescolare onde evitare grumi.
Lasciare riposare per 4-5 ore.
Quindi raccogliere con un cucchiaio l’eventuale schiuma che si può formare in superficie e, se necessario, passare al colino per eliminare i grumi che si possono essere formati.

Versare la pastella in una teglia di rame
larga circa 50 cm, quelle professionali possono raggiungere i 150 cm, ed alta non più di tre cm, in cui si è versato il bicchiere d’olio; mescolare ancora per unire gli ingredienti ed infornare per 10 – 15 minuti ad alta temperatura, 200-220°. È importante che il livello del composto sia uniforme nella teglia onde evitare ispessimenti che comprometterebbero il risultato.

Il calore del forno a legna sarà sufficiente a rendere velocemente croccante e dorata la farinata che, ricordiamo, si può cuocere anche nel forno a gas o meglio elettrico ad alta temperatura.La farinata si mangia tiepida, insaporita con pepe nero macinato.
Esistono diverse varianti, soprattutto nel ponente ligure, aggiungendo all’impasto base: salsiccia, pesto, rosmarino, carciofi, funghi, gorgonzola,cipollotti.

Questi ingredienti vanno aggiunti dopo aver mescolato l’olio, subito prima di infornare.

This Post Has Been Viewed 146 Times

Precedente Sagra dello Scalogno Successivo Insalata di pollo