Versione alternativa del Diplomatico

diplomatico
La torta diplomatica è un vanto della pasticceria italiana: è un dolce formato da due friabili dischi di pasta sfoglia e da un morbido pan di spagna, farciti con una crema molto delicata, soffice ottenuta dall’unione della crema pasticciera e della panna.
Mi sono chiesta il motivo di qusto nome e, pertanto, mi sono documentata in materia. Quindi eccovi un pò di storia di questo dolce.
Occorre dire che il Diplomatico ha origini antiche.
Per alcuni si chiama cosi perché una torta simile fu inviata in dono da un diplomatico del ducato di Parma nel 1454 a Francesco Sforza, duca di Milano. Altra versione invece è quella che racconta che la torta sia stata originata a Verona, creata nel periodo post-natalizio per riciclare gli avanzi del Pandoro, dolce tipico del luogo.

Osservando con attenzione la classica ricetta del diplomatico (o torta diplomatica) essa prevede sia del morbido pan di spagna che della pasta sfoglia, arricchiti da una dolcissima crema e dall’alchermes per amalgamare il tutto.

Ma in cosa consiste la variante che vi voglio proporre?

Per questa ricetta voglio proporvi la preparazione di questa torta utilizzando in sostituzione della sfoglia dei crackers non salati e come alternativa al pan di spagna dei piacevolissimi savoiardi.

Vediamo ora come si prepara.

INGREDIENTI:
1 litro di latte
buccia di limone
170g di zucchero
140g di farina
4 uova
Crackers non salati in superficie (circa 20)
Biscotti tipo Savoiardi (circa 20)
Liquore “Alchermes” e Acqua per inzuppare
Zucchero a velo

Procedimento per la crema.

In un pentolino versiamo il latte, aggiungiamo una scorza di limone e portiamo sul fuoco.

In un’altra pentola rompiamo le uova e sbattiamo con una frusta, aggiungiamo lo zucchero e la farina poco a poco sempre mescolando per evitare che si formino grumi.

Quando il latte è ben caldo spegniamo e togliamo la scorza di limone, aggiungiamo il latte alla pentola con le uova, lentamente e continuando a mescolare.
Ora portiamo tutto sul fuoco, continuiamo a mescolare bene con la frusta, teniamo la fiamma media e vedremo la crema addensarsi entro un paio di minuti, quindi spegniamo il fuoco.

Ora dobbiamo comporre il  diplomatico in versione alternativa.

Prendiamo i crackers non salati e li disponiamo sulla base, un solo strato. Ci versiamo sopra un bel po’ di crema e spalmiamo cercando di mantenere la forma rettangolare.
In una ciotola prepariamo una bagna con acqua e alchermes. Prendiamo i savoiardi e li passiamo uno a uno nella bagna, e li poggiamo sulla crema a formare uno strato.

Ora versiamo la crema rimanente e spalmiamo bene. Facciamo un altro strato di crackers e mettiamo in frigo per due ore.

Trascorso il tempo spolveriamo abbondantemente di zucchero a velo e gustiamoci questa delizia alternativa al classico dipomatico.

This Post Has Been Viewed 1,222 Times

Precedente Come tagliare lo scalogno Successivo Bocconcini di robiola con i Novaletti del "Il Maggese"