Ciambellone ripieno

ciambellone salato

Ho pensato che un ciambellone ripieno, nella versione salata,  sia un’ottima idea per riuscire ad utilizzare tutti quegli ingredienti che ci avanzano nel frigorifero e che non si riesce a consumare da soli.

Ricordiamoci che, in questo periodo di crisi, non va mai buttato nulla nella spazzatura,ma si deve, invece, cercare di recuperare gli avanzi con gusto.

Polpette, frittate, pizze farcite, ratatouille e macedonia, sono una ottima soluzione per non gettare nella spazzatura gli avanzi.

Basta metterci un pizzico di fantasia e si può recuperare con gusto gran parte del cibo rimasto in tavola: in passato è accaduto a piatti diventati simbolo della cultura enogastronomica del territorio, come la ribollita toscana, i canederli trentini, la pinza veneta o al sud la frittata di pasta.

In Italia si dedica sempre meno tempo alla preparazione dei pasti. Eppure, cucinare in proprio consente di risparmiare fino a 5 volte rispetto al consumo di piatti pronti e soprattutto garantisce sulla qualità degli ingredienti che possono essere scelti con più cura.

Ingredienti

550 gr. di Farina Manitoba
250 gr. di latte
1 cubetto di lievito
30 gr. di zucchero
1 uovo
50 gr. d’olio d’oliva
10 gr. di sale

Per la farcitura
1 salamino
1 galbanino

Procedimento

Mettere tutti gli ingredienti, escluso il sale, sulla spianatoia o nell’impastatrice, dopo aver lavorato un po’,  aggiungere il sale e continuare a impastare fino a formare una palla, che metteremo a lievitare coperta per 1 ora circa.

Dopo che è raddoppiato il volume dell’impasto, si spiana a forma di rettangolo, e si farcisce con salame e galbanino (naturalmente perchè era ciò che avevo in frigo al momento, ma ognuno può far spazziare la fantasia)

Si inizia a chiudere dalla parte più lunga, arrotolando l’impasto farcito su se stesso, si pone in una tortiera da ciambelle, oppure su una teglia, mettendo al centro un utensile che possa andare in forno.
Si lascia di nuovo lievitare per circa 1 ora, anche meno, fino al raddoppio del volume.
Spennellare con l’uovo e porre in forno preriscaldato a 180° per 30/35 minuti, sempre utile fare la prova stecchino.

Una volta sfornato si mette a raffreddare su una gratella

Aspettare a tagliarlo dopo che si è raffreddato

This Post Has Been Viewed 283 Times

Precedente La ghiaccia reale Successivo Albero di Natale di sfoglia