Ad ogni macchia, il suo rimedio fai da te

Ad ogni macchia, il suo rimedio fai da teLo dicevano le nonne: ad ogni macchia il suo rimedio. Passano le generazioni, ma gli smacchiatori naturali utilizzati un tempo, quando ancora non esistevano i prodotti chimici, mantengono tutta la loro efficacia.

Abbiamo già scoperto le proprietà miracolose di prodotti di uso comune come aceto, succo di limone, acqua ossigenata e bicarbonato di sodio.

Vediamo ora quali soluzioni fatte in casa utilizzare a seconda del tipo di macchia e di tessuto

Il primo consiglio che ogni nonna fornirebbe di fronte a qualsiasi tipo di macchia è di fare presto: più tempo passa è più difficile ripulire gli indumenti. Se l’azione non è tempestiva alcune macchie diventano quasi impossibili, se non a costo di rovinare i tessuti. Per evitare questo rischio, è bene anche non mescolare soluzioni diverse sulla stessa macchia contemporaneamente, perché potrebbero innescare reazioni chimiche corrosive.

È esploso l’inchiostro di una penna nella tasca della tua camicia?

Niente paura: spruzza abbondantemente della lacca per capelli sulla macchia, lascia agire per cinque minuti e poi strofina con un panno asciutto. Per rimuovere le macchie d’inchiostro in generale risulta essere molto efficace il latte freddo, mescolato in parti uguali con l’aceto. Imbevi un un panno pulito nella soluzione e strofina delicatamente la macchia finché non sparisce.

L’ultima gita in spiaggia ha lasciato in ricordo del catrame attaccato a un tuo indumento? Occorre intervenire con la benzina, imbevendone un batuffolo con cui strofinare la macchia. La ruggine, invece, si toglie dai vestiti cospargendola con sale fino e innaffiandola con qualche goccia di succo di limone. Adagia poi un panno sulla macchia e scalda al sole o con un ferro da stiro. Se il segno di ruggine non è ancora sparito sciacqua e ripeti l’operazione.

Il trattamento con sale e limone è efficace anche sulle macchie di vino, che sanno essere molto ostinate soprattutto se il vino è rosso. Un rimedio classico naturale prevede la copertura della macchia con sale fino e con qualche goccia di succo di limone, per poi strofinare; se il risultato non è soddisfacente lascia in ammollo in acqua calda e ripeti l’operazione. Molte nonne utilizzavano come smacchiatore per il vino rosso… il vino bianco: metti un tovagliolo di carta sotto la macchia, versa sopra del vino bianco finché non si impregna il tovagliolo, e poi sciacqua.

Le macchie di olio vanno trattate il prima possibile per evitare che si espandano sul tessuto. Su capi di cotone, lana, seta e viscosa tampona subito la macchia con della carta assorbente e poi ricoprila con del borotalco. Aspetta qualche minuto che il talco abbia assorbito la macchia e poi spazzola energicamente.

Le macchie di uovo, compresa la maionese, sono un altro ospite poco gradito sui nostri capi, a causa della loro ostinatezza nell’andar via. La prima cosa da fare è evitare di sciacquare con acqua calda, perché l’uovo si rapprende e la macchia diventa ancora più difficile. Conviene strofinare con un panno imbevuto di acqua salata fredda, oppure lavare direttamente con sapone di Marsiglia ma sempre a freddo

L’uovo, paradossalmente, può essere utilizzato anche come smacchiatore naturale nel caso di macchie di caffè su tessuti delicati come lana e seta: si scioglie il tuorlo nell’alcool e con un batuffolo di cotone imbevuto si strofina la macchia. Sui capi in cotone e lino le macchie di caffè si tolgono trattandole subito con acqua gassata, e poi con un ammollo in acqua calda addizionata di bicarbonato di sodio.

L’ultima scampagnata ha lasciato sui tuoi pantaloni o su quelli dei tuoi bimbi macchie d’erba che paiono indelebili? Lo smacchiatore naturale, se non si tratta di tessuti acetati, è l’alcool: mescolalo a una soluzione di acqua calda e ammoniaca per trattare la macchia e poi sciacqua con acqua e aceto. Se sui pantaloni c’è anche del fango, però, va prima fatto seccare e poi eliminato con una spazzola.

This Post Has Been Viewed 2,828 Times

Precedente Frullato con il Gelato Successivo Come costruire un castello di sabbia