Chips di Topinambur

chips di topinamburTopinambur? Cos’è e soprattutto come si cucina e in che modo si puo’ preparare?

E’ una domanda che mi facevo in continuazione in quanto vedevo, nelle trasmissioni televisive che parlano di cucina, utilizzare spesso questo tubero, dalla forma molto simile allo zenzero.

L’altro giorno parlando del mio blog, con una mia collega, e del mio interesse per la cucina mi disse che un suo amico le aveva regalato un certo numero di “topinambur” e alla sua domanda: ne vorresti da cucinare?

Che cosa potevo rispondere se  non dirle “Grazie. certamente, ne sarei felice”.

Per questo, quindi mi sono documentata e sono rimasta sorpresa dalle innumerrevoli proprietà di questo tubero dalla forma insolita.

Il topinambur ha diverse proprietà benefiche per la salute ed è anche conosciuto col nome tartufo di canna, carciofo di Gerusalemme.

La pianta del topinambur è una pianta perenne che fiorisce alla fine dell’estate ed è caratterizzata da bellissimi fiori giallo oro tanto che spesso viene confusa con la margherita gialla.

Il topinambur contiene vitamine del gruppo B, la vitamina C e la vitamina E; tra i minerali  troviamo invece il potassio, il magnesio, il ferro, il fosforo, il calcio, il sodio, il rame, il manganese, il selenio e lo zinco.E’ un alimento particolarmente indicato per chi vuole perdere peso ed allo stesso tempo svolgere un’ opera di pulizia nei confronti dell’intestino.

Il topinambur si può consumare crudo in insalata, tagliato a fettine e condito con olio, limone, sale e prezzemolo; per consumarlo cotto è necessario privarlo prima della sottile pellicina da cui è ricoperto.

Come prima volta ho voluto cimentarmi nella preparazione delle Chips croccanti. Ecco un’alternativa originale alle classiche patatine fritte. In questo modo potrete assaporare tutta la dolcezza dei topinambur. Potrete servire le chips di topinambur anche per l’aperitivo.

Per prepararle affettate sottilmente i topinambur e lasciateli a bagno in acqua fredda per circa 30 minuti. Asciugate poi le fettine, passatele nella farina e friggetele in abbondante olio di oliva.

Servite appena saranno dorate con un pizzico di sale. Vi assicuro che diventano molto croccanti e ricordano le classiche chips dei sacchetti ma dal sapore unico; infatti dopo averle cucinate si sente molto il sapore simile al carciofo.

Provate a preparare questo piatto: parola de IL CLUB DI ROSSANA.

Un ringraziamento a Paola B. per il dono di cui mi ha omaggiato.

This Post Has Been Viewed 532 Times

Precedente Frutta al Forno Successivo Tortelli verdi