Rustici leccesi

I rustici leccesi sono un classico streetfood molto diffuso a Lecce e in generale in tutto il Salento, costituiti da un guscio di pasta sfoglia che racchiude un ripieno di pomodoro, besciamella e mozzarella filante. Semplicissimi da preparare anche in casa i rustici leccesi sono perfetti da servire con l’aperitivo o per una merenda salata: il loro ripieno caldo e filante conquisterà chiunque! Io ho realizzato i rustici leccesi usando una pasta sfoglia senza glutine già pronta, come se ne trovano ormai in tutti i supermercati: se preferite, però, potete preparare in casa la pasta sfoglia senza glutine usando questa ricetta. Per quanto riguarda invece la besciamella, vi consiglio di prepararne una molto densa, aumentando leggermente la dose di farina o di maizena: in questo modo sarà più semplice farcire e chiudere i rustici leccesi senza che il ripieno fuoriesca in cottura.

rustici leccesi ricetta originale pugliese anche senza glutine il chicco di mais
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    15 minuti
  • Cottura:
    20 minuti
  • Porzioni:
    10 rustici leccesi
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • 3 rotoli Pasta Sfoglia (per me senza glutine)
  • 100 ml Besciamella (per me senza glutine)
  • 50 g Passata di pomodoro
  • 50 g Mozzarella
  • 1 filo Olio extravergine d’oliva
  • 1 pizzico Sale
  • q.b. Pepe
  • 1 Uovo

Preparazione

  1. Verticale_rustici leccesi ricetta originale pugliese anche senza glutine il chicco di mais

    Per preparare i rustici leccesi iniziate tagliando la mozzarella a cubetti (1). Lasciatela sgocciolare per qualche minuto e tamponatela con un foglio di carta assorbente, per eliminare l’acqua in eccesso. Condite la passata di pomodoro con un pizzico di sale, un filo di olio e una bella macinata di pepe (2). Srotolate la pasta sfoglia e, usando due stampini o due bicchieri di 10 e 8 cm di diametro ricavate 20 dischi da 10 cm e 10 dischi da 8 cm (3).

  2. rustici leccesi ricetta originale pugliese anche senza glutine il chicco di mais 1 preparare il ripieno

    Sbattete l’uovo in una ciotola. Prendete un disco da 10 cm e spennellatelo con l’uovo sbattuto (4). Sovrapponetevi un altro disco da 10 cm e premete leggermente per compattarli (5). In questo modo i rustici leccesi risulteranno più alti e gonfi. Ora passate a farcire i vostri rustici leccesi: adagiate al centro del disco doppio così ottenuto un cucchiaino di besciamella (6).

  3. rustici leccesi ricetta originale pugliese anche senza glutine il chicco di mais 2 tagliare la sfoglia

    Aggiungete anche un cucchiaino di passata di pomodoro (7) e due o tre cubetti di mozzarella (8). Spennellate i bordi rimasti vuoti con un po’ di uovo sbattuto (9).

  4. rustici leccesi ricetta originale pugliese anche senza glutine il chicco di mais 3 farcire con besciamella pomodoro e mozzarella

    Sovrapponetevi un disco da 8 cm, premendo bene sui bordi per farlo aderire alla base (10). Procedete così fino a formare 10 rustici leccesi. Adagiateli quindi su una teglia rivestita di carta da forno e spennellateli in superficie con l’uovo sbattuto (11). Cuocete i rustici leccesi nel forno già caldo a 190° per 20-25 minuti o finché non saranno gonfi e dorati. Estraeteli dal forno e lasciateli riposare un paio di minuti (12).

  5. rustici leccesi ricetta originale pugliese anche senza glutine il chicco di mais 4 cuocere i rustici in forno

    Servite i rustici leccesi caldi o tiepidi, per una merenda salata o con l’aperitivo.

Note

Se ti è piaciuta la ricetta dei rustici leccesi segui il Chicco di Mais anche su Facebook, Twitter e Google+ mentre qui trovi lo speciale dedicato alla cucina pugliese.

 
Precedente Plumcake variegato al cacao Successivo Purè di zucca

7 thoughts on “Rustici leccesi

  1. io vivrei di rustici fra!!sei stata super brava….un consiglio da salentina,mettici tanto pepe e fai un disco più grande e quello piccolo mettilo a coprire,così quando lo chiudi si vedono i classici bordi del rustico!!
    se vieni da queste parti ti porto nella rosticceria dove li compro di solito io quando mi assale la fame….unici

Lascia un commento