Ricotta fritta (ricetta fingerfood)

La ricotta fritta è un antipasto fingerfood semplice e molto appetitoso, adatto per aperitivi e rinfreschi a buffet, o semplicemente per portare in tavola un piatto gustoso e sempre apprezzato. Chi può resistere infatti alla croccante panatura che avvolge i pezzetti di ricotta fritta e al suo interno morbido e vellutato? La ricotta fritta è una ricetta che si può preparare in buona parte anche con qualche ora di anticipo, lasciando per l’ultimo momento solo la frittura, cosa utile specie quando dobbiamo organizzare un pranzo con diverse portate o per molti ospiti. Per preparare la ricotta fritta l’ideale è usare una ricotta piuttosto compatta, che si può tagliare a pezzetti senza che si rompa troppo (pur sempre ricotta fresca, non quella dura che si usa per la pasta alla norma, per capirci); se l’avete appena acquistata, lasciatela per qualche ora nella parte più fredda del frigorifero, in questo modo sarà più facile ricavare i singoli pezzetti. A seconda dei gusti, potete preparare la ricotta fritta con ricotta di mucca, di pecora o di capra, l’importante è che non sia troppo cremosa. Servite la ricotta fritta ben calda, per antipasto o assieme all’aperitivo.

Ricotta fritta ricetta fingerfood il chicco di mais

Ricetta della ricotta fritta

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 g di ricotta
  • 2 uova
  • 1 pizzico di sale
  • Farina qb (per la versione senza glutine ho usato farina di riso)
  • Pangrattato qb (per la versione senza glutine ho usato il Pangratì Schar)
  • Abbondante olio di arachide per friggere

Procedimento (preparazione: 20 min. cottura: 15 min.)

Per preparare la ricotta fritta, iniziate tenendo la ricotta per qualche ora in frigorifero, in modo che risulti compatta. Tagliatela quindi a cubetti (1). Disponete sul piano di lavoro tre ciotoline contenenti le uova sbattute con un pizzico di sale, la farina e il pangrattato (2). Passate quindi ogni cubetto di ricotta prima nella farina (3), in modo che assorba l’eccesso di umidità e permetta poi alla panatura di attaccarsi meglio.

Ricotta fritta ricetta fingerfood il chicco di mais 1

Passate quindi la ricotta nelle uova (4) e infine nel pangrattato, facendo in modo che aderisca bene su tutta la superficie (5). Continuate così fino all’esaurimento degli ingredienti. In un’ampia padella o in una friggitrice fate scaldare abbondante olio di arachide, quindi, quando è bollente, tuffatevi i cubetti di ricotta pochi per volta (6), in modo da non abbassare eccessivamente la temperatura dell’olio. Fate cuocere per circa 3-4 minuti, finché i cubetti di ricotta fritta non saranno ben dorati da tutti i lati. Quindi scolateli e fateli asciugare su un foglio di carta da cucina.

Ricotta fritta ricetta fingerfood il chicco di mais 2

Servite la ricotta fritta ben calda, per un buffet o un antipasto fringerfood.

Se ti è piaciuta la ricetta della ricotta fritta segui il Chicco di Mais anche su Facebook, Twitter e Google+ e consulta lo speciale sui buffet e rinfreschi che trovi qui.

Precedente Cheesecake variegato alla nutella (ricetta senza cottura) Successivo Girelle di pizza alla parmigiana (ricetta buffet)

5 commenti su “Ricotta fritta (ricetta fingerfood)

  1. io non capisco…..molte cose che fai tu le faccio anch’io,tipo la ricotta fritta che amo follemnte,perchè a te vengono così precise???ma sei una maga???????uffa!!!!:-)
    spiegami questa cosa….
    buona giornata franci

    • ilchiccodimais il said:

      Ma devo dire che anche io mi ci sono messa proprio d’impegno eh! E poi per farle venire precise bisogna trovare la ricotta giusta, bella compatta. Comunque al di là della forma più o meno precisa, l’importante è che siano buonissime 😉

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.