Ciambella brioche senza glutine ripiena, ricetta

Con la ciambella brioche senza glutine ripiena alla marmellata, si chiude il concorso Non c’è spiga che tenga organizzato dal forum La confraternita della pizza e che ha visto per 4 settimane alcune blogger “sglutinate” cimentarsi nella preparazione di pane e lievitati. Quest’ultimo weekend la sfida era delle più ardue: la preparazione di un lievitato dolce senza glutine. Chi cucina senza glutine sa infatti quanto sia difficile ottenere un impasto morbido e leggero, paragonabile a quello glutinoso. Gli impasti brioche senza glutine, infatti, tendono ad avere una consistenza piuttosto dura, soprattutto se si prova a seguire dosi e procedimento di una ricetta glutinosa, con la speranza di ottenere un impasto maneggiabile con cui magari preparare dei cornetti. Per ora con questo metodo io non sono ancora riuscita ad ottenere risultati soddisfacenti, mentre sicuramente migliori sono i tentativi di preparare brioche senza glutine a impasto molle, da versare in uno stampo. Ed è il caso di questa ciambella brioche senza glutine, che ho farcito con marmellata di ciliegie. Appena fatta è molto morbida e ha un gusto decisamente buono; certo, già il giorno successivo, pur conservandola ben chiusa sotto una campana di vetro, anche questa brioche senza glutine tende a seccarsi e perde molto in morbidezza, per cui è forse meglio tagliarla a fette, surgelarla e scaldarla per qualche minuto poco prima di consumarla.

Ciambella brioche senza glutine ripiena ricetta il chicco di mais

Ricetta della ciambella brioche senza glutine alla marmellata

Ingredienti per una ciambella brioche senza glutine di 20 cm di diametro

Per il primo impasto

Per il secondo impasto:

  • 280 g di mix senza glutine Polselli
  • 100 g di zucchero semolato
  • 2 uova intere
  • 80 g di burro + 1 noce per lo stampo
  • 1 pizzico di sale
  • 170 g latte tiepido + 1 cucchiaio per spennellare il dolce
  • La scorza di mezzo limone
  • 180 g di marmellata a piacere (controllate le marche consentite)

Procedimento (preparazione: 30 min. lievitazione: 7 ore cottura: 1 ora)

Per preparare la ciambella brioche senza glutine, iniziate dal primo impasto: mescolate nella ciotola dell’impastatrice il lievito con un cucchiaino di zucchero (1), versatevi l’acqua tiepida e mescolate con un cucchiaio, finché il lievito non si sarà completamente sciolto (2). Aggiungetevi quindi 100 g di farina (3).

Ciambella brioche senza glutine ripiena ricetta il chicco di mais 1

Mescolate accuratamente con un cucchiaio, fino ad ottenere un impasto molto morbido, quasi una pastella (4). Coprite la ciotola con un foglio di pellicola e lasciatela lievitare nel forno spento e con la luce accesa per circa 3 ore. Nel frattempo tagliate il burro a pezzetti e lasciatelo a temperatura ambiente, in modo che si ammorbidisca bene; toccandolo dovrà quasi sciogliersi (5). In un’altra ciotola sbattete leggermente le uova e prelevatene due cucchiai, che terrete da parte per spennellare il dolce poco prima di infornarlo.

Ciambella brioche senza glutine ripiena ricetta il chicco di mais 2

Unite alle uova sbattute un pizzico di sale e lo zucchero (6) e continuate a sbattere energicamente con una forchetta finché lo zucchero non si sarà amalgamato alle uova (7). Trascorse le 3 ore di lievitazione, riprendete il primo impasto che sarà cresciuto (8). Unitevi il resto della farina, le uova e la scorza di limone (9).

Ciambella brioche senza glutine ripiena ricetta il chicco di mais 3

Mettete la ciotola nell’impastatrice e iniziate a lavorare il composto con il gancio per impasti, versando il latte tiepido a filo (10). Quando il latte sarò stato assorbito, aggiungete i cubetti di burro uno ad uno (11), aspettando che il primo si sia amalgamato all’impasto prima di aggiungere il successivo. Alla fine otterrete un composto morbido ed omogeneo (12).

Ciambella brioche senza glutine ripiena ricetta il chicco di mais 4

Imburrate accuratamente uno stampo a ciambella di 20 cm di diametro e distribuitevi sul fondo due terzi dell’impasto (13). Disponete la marmellata lungo tutta la ciambella, facendo attenzione a distribuirla solo al centro del dolce (14). Coprite con l’impasto rimasto, distribuendolo uniformemente (15).

Ciambella brioche senza glutine ripiena ricetta il chicco di mais 5

Coprite la superficie dello stampo con un foglio di pellicola e fate lievitare ancora nel forno spento e con la luce accesa per circa 4 ore, finché l’impasto non avrà raggiunto il bordo superiore dello stampo. A questo punto mescolate quella piccola quantità di uova sbattute che avete tenuto da parte con un cucchiaio di latte e spennellatevi la superficie della ciambella brioche senza glutine (16). Cuocetela quindi partendo dal forno freddo e impostando una temperatura di 140°. Dopo 30 minuti, alzate la temperatura a 170° e proseguite la cottura per altri 25-30 minuti. Sfornate quindi la ciambella brioche senza glutine (17) e fatela intiepidire prima si sformarla, con molta delicatezza. Lasciatela raffreddare completamente su una gratella. Appena fatta è soffice (18) e il sapore è decisamente buono. Come dicevo tende a seccarsi già il giorno successivo, quindi meglio tagliarla a fette e surgelarla.

Ciambella brioche senza glutine ripiena ricetta il chicco di mais 6Se ti è piaciuta la ricetta della ciambella brioche senza glutine segui il Chicco di Mais anche su Facebook, Twitter e Google+ e clicca qui per scoprire tutte le ricette di lievitati dolci!

Precedente Vellutata di patate allo zafferano con gamberoni, ricetta Successivo U testu con patate, ricetta calabrese

6 commenti su “Ciambella brioche senza glutine ripiena, ricetta

  1. emilia il said:

    Questa ciambella sa da farsi…..come posso ottenere 150 g di lievito madre? E x quanto riguarda la farina vale qualsiasi farina x dolci senza glutine?

    • ilchiccodimais il said:

      Ciao Emilia, il lievito madre è una missione, nel senso che se decidi di dargli vita è un impegno costante per mantenerlo vivo e attivo. Però dà grandi risultati, specie per questi lievitati dolci. Ti lascio il link dove spiego come farlo nascere e mantenerlo: blog.giallozafferano.it/ilchiccodimais/pasta-madre-o-lievito-madre-senza-glutine/
      Per quel che riguarda invece la farina, per i dolci di questo tipo, ossia quelli il cui impasto va fatto lievitare prima di cuocerli, bisogna utilizare dei mix per pane perché quelli per dolci non ce la farebbero a tenere la lievitazione. Se non trovi quello indicato nella ricetta, ti consiglio di sostituirlo con 200 g di mix per pane Schar + 180 di Glutafin oppure di Farmo. Prima di fare il primo impasto mescola le due farine in questa quantità e poi procedi come da ricetta 😉

      • emilia il said:

        carissima ho letto il procedimento del lievito madre..x me e un impresa apocale, visto il tempo minimo a disposizione durante la giornata, per cui non ci sarebbe un impasto normale?TI ringrazio anticipatamente.

        • ilchiccodimais il said:

          Ciao Emilia, sì il lievito madre è abbastanza impegnativo e diciamo che vale la pena imbarcarsi in questa avventura se già si sa che lo si userà con una certa frequenza. Il valore aggiunto rispetto al lievito di birra secondo me si apprezza soprattutto nei lievitati dolci come questo (in termnini soprattutto di morbidezza), però chiaramente queste ricette si possono fare anche con il lievito di birra. Ora, in questo caso specifico il procedimento è lo stesso, basta sostituire il lievito madre con 15 g di lievito di birra fresco, da sciogliere nell’acqua assieme allo zucchero proprio come il lievito madre 😉

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.