Tartufi rocher alla nocciola

Tartufi rocher alla nocciola fatti in casa…
Qualche giorno fa navigavo un po’ online su un social molto conosciuto, mia sorella ha trovato la ricetta dei famosi rocher fatti in casa e l’ha subito condivisa con me, pensando che sarebbe stata un’idea interessante da aggiungere al blog.
Avevo dei dubbi nel realizzare un prodotto così famoso e coperto da brevetto, ma la ricetta era così golosa e invitante che mi è stata da spunto per realizzare dei tartufi al cioccolato e nocciole super deliziosi!
Questi golosissimi dolcetti sono composti da una base di wafer e crema spalmabile, hanno un cuore di nocciola al centro e sono ricoperti da goloso cioccolato fondente, quindi se siete in cerca di idee veloci e senza cottura, che vi facciano fare una bellissima figura tra amici e parenti con un piccolo sforzo, provate questi tartufini e vedrete, sarà un successo!!

Tartufi rocher alla nocciola
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Porzioni20 pezzi circa
  • Metodo di cotturaSenza cottura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 180 gwafer alla nocciola
  • 200 gcrema spalmabile alle nocciole
  • 80nocciole
  • 300 gcioccolato fondente

Preparazione

  1. Tartufi rocher alla nocciola

    Tritate finemente i wafer con un coltello, fate lo stesso con quasi tutte le nocciole mettendone da parte circa 20.

    Raccogliete in una ciotola i fawer e le nocciole tritate, unite la crema spalmabile e lavorate con una mano fino ad ottenere un composto omogeneo.

  2. Tartufi rocher alla nocciola

    Dopo aver pulito la mano ungetele leggermente con un filo d’olio e formate dei mucchietti grandi come un noce.

    Disponete ogni pugnetto sul palmo della mano, pressate leggermente e disponete al centro una nocciola, quindi chiudete e formate un palline.

    Fate così per tutto il composto e riponete in frigo per trenta minuti.

  3. Tartufi rocher alla nocciola

    Sciogliete il cioccolato a bagnomaria, facendo attenzione che sia solo il vapore a lambire la bastardella e non l’acqua bollente.

    Scaldare troppo il cioccolato lo rovinerebbe questo si rovinerebbe e non riuscireste ad avere dei tartufi lucidissimi, anzi, il cioccolato stenterebbe a rapprendersi restando morbido e appiccicoso.

    Il alternativa, potrete sciogliere il cioccolato al microonde impostando la temperatura medio alta e procedendo di trenta secondi, in trenta secondi, mescolando di volta in volta, facendo sempre attenzione a che il cioccolato non si scaldi molto.

    Riprendete i tartufini e immergeteli uno per volta nel cioccolato.

    Scuoteteli un po’ e poggiateli su un tappetini in silicone o su della carta forno.

    Lasciate rapprendere e servite.

    Conservate i tartufini a temperatura ambiente (se non fa troppo caldo) e consumate entro un paio di settimane.

  4. Tartufi rocher alla nocciola fatti in casa

Se vuoi restare aggiornato sulle mie ricette, seguimi su:

facebook pinterestinstagramtwitter.

Da qui, potrai tornare alla HOME e scoprire le nuove ricette!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da ilcaldosaporedelsud

Salve, mi chiamo Fernanda, sono siciliana di Catania e sono nata nel 1980. Ho uno splendida brigata composta da mio marito e tre meravigliosi figli. Quando mi annoio o sono triste non perdo tempo, faccio le svolte alle maniche e poi di corsa in cucina a preparare qualcosa di buono e sfizioso. Nel mio blog troverete un ampia varietà di ricette, dalle più semplici alle più elaborate, dalle più golose a quelle più giornaliere per approntare un pasto in maniera semplice, pratica e gustosa, ma troverete anche ricette light per quando occorre rimettersi in forma... Insomma, un diario di cucina adatto ad ogni esigenza, che aspettate allora? Andiamo in cucina e prepariamo insieme qualcosa di buono!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.