Pane di semola a lunga lievitazione cottura frigo forno

Pane di semola a lunga lievitazione cottura frigo forno.

Era già da un po’ che non mi dedicavo al pane, per un motivo o per l’altro non ho avuto tempo… Il “tempo”, quella stranissima cosa, che per quanto tu possa rincorrerla, risparmiarla, stirarla, allungarla, non basta mai e il pane ha proprio bisogno di questa parola magica, tempo, oltre che tanta dedizione…

Così questo fine settimana, ho deciso, “era tempo” di fare il pane, era tempo da dedicarmi, sì, perché fare il pane è un tempo per me, un tempo per rilassarmi, per pensare, per curare e vedere crescere quella magica e vitale creatura che è il lievito madre, essenziale per un buon pane dal sapore antico.

Ma adesso, se vi fa piacere, seguitemi in questa avventura e preparate con me un buon pane fatto in casa…

Pane di semola a lunga lievitazione cottura frigo forno
  • Difficoltà:Media
  • Preparazione:18 circa ore
  • Cottura:45 circa minuti
  • Porzioni:2 kg circa
  • Costo:Molto Basso

Ingredienti

  • Farina di semola rimacinata 1 kg
  • Farina di semola rimacinata (per lavorare la pasta) 300 g
  • Acqua 850 g
  • Sale 30 g
  • di malto (o miele) 1 cucchiaino
  • Lievito madre (rinnovato e matura) 250 g

Preparazione

  1. Vi consiglio di iniziare a preparare il pane nel pomeriggio, in modo da averlo pronto per il pranzo del giorno dopo.

    Rinnovate il vostro lievito, che dovrà essere pronto in tre ore se non fa troppo freddo, quindi mettetelo a lievitare in forno con lucina accesa.

    Dopo aver rinnovato, dedicatevi un attimo alla farina: inseritela in una ciotola e versatevi 550g d’acqua, mescolate grossolanamente e mettete da parte per  tutto il tempo che la pasta madre impiegherà a lievitare, l’impasto lasciato in autolisi formerà una maglia glutinica migliore.

     

  2. Al triplicarsi del lievito madre, ci vorranno almeno tre ore, potrete iniziare ad impastare il pane.

  3. Riprendete la ciotola con la farina lasciata in autolisi,  versate il resto dell’acqua, il sale, il miele e il lievito madre spezzettato. Mescolate e impastate in ciotola l’impasto, che sin da subito si presenterà molle e appiccicoso perché molto idratato.

    Mettete da parte per 20 minuti.

  4. Riprendete l’impasto, fate delle pieghe in ciotola, due serie a distanza di 15 minuti l’una dell’altra, quindi mettete da parte per altri 15 minuti.

  5. Infarinate molto bene una spianatoia, versatevi l’impasto, lasciatelo puntare all’aria per 20 minuti poi fate delle pieghe portando i lembi della pasta verso il centro, capovolgete la pasta facendo in modo che il punto di giuntura dei lembi vada sotto.

    Spolverate di farina e lasciate riposare 20 minuti.

  6. Ripetete questo passaggio per altre tre volte, sempre a distanza di venti minuti l’una dall’atra. Aiutatevi a capovolgere la pasta con l’aiuto di un tarocco se serve.

  7. Trascorsi gli ultimi venti minuti, dividete in due la pasta, ripetete le pieghe per ognuna delle metà, pirlate e mette da parte per dieci minuti.

  8. Riprendete la prima metà d’impasto, infarinate la spianatoia, allargatelo e stendetelo con le mani quindi come mostrato nella foto, ripiegate prima i lati verso il centro e poi arrotolate la pasta in un cilindro, fate lo stesso per l’altra metà e mettete da parte per dieci minuti.

  9. Infarinate molto bene le ceste che serviranno alla lievitazione, riprendete ancora la pasta, stendetela con le mani e con gli stessi movimenti fatti prima arrotolatela in forma cilindrica, infarinate molto bene quindi riponete nella cesta con la chiusura rivolta in alto.

    Fate lo stesso con l’altra metà della pasta.

  10. Tenete le ceste a temperatura ambiente per mezz’ora, quindi riponete in frigo per tutta la notte, nel livello intermedio.

    Al mattino seguente, trascorse circa dodici ore, l’impasto avrà raddoppiato il suo volume e sarà pronto alla cottura.

    Accendete il forno alla massima temperatura e poggiate sul fondo un pentolino o una ciotola con dell’acqua. Se avete una refrattaria usate quella, altrimenti ripiegate su una pirofila capiente, poggiatela su un supporto posizionato nel penultimo ripiano e portate tutto a temperatura.

    Infarinate un vassoio, capovolgetevi l’impasto, con una lametta fate delle profonde incisioni sulla pasta, aiuterranno il pane e non creparsi durante la cottura e fate scivolare con delicatezza il pane in forno, sulla refrattaria o sulla pirofila, cuocete per circa 45 minuti, abbassando la temperatura a 180°C trascorsa la prima mezzora. Ripetete per l’altro pane, che ha aspettato il suo turno sempre in frigo.

    Sfornate il pane e lasciatelo raffreddare sulla gratella, un pane ben cotto, “se bussate” sulla crosta, farà un bel suono cavo come un tamburo, questo sarà la vostra prova di avvenuta cottura.

  11. Pane di semola a lunga lievitazione cottura frigo forno

    Se le mie ricette vi piacciono, ho il piacere di invitarvi sulla mia pagina facebook , troverete molte idee stuzzicanti e se lascerete il vostro like resterete aggiornati su tante nuove e golose ricette!

    Mi troverete anche su pinterest , su instagram,  su twittere su google+.

    Se ti è piaciuta questa ricetta guarda pure:

    Pane di semola ai pomodori secchi;

    Pane di semola con lievito madre alle olive nere;

    Pane di semola con lievito madre cottura frigo forno;

    Pane di semola con esubero di lievito madre;

    Pane di semola a pasta dura con lievito madre.

lievitati, Lievitati con lievito madre, Pane

Informazioni su ilcaldosaporedelsud

Salve, mi chiamo Fernanda, sono siciliana di Catania e sono nata nel 1980. Ho uno splendida brigata composta da mio marito e tre meravigliosi figli. Quando mi annoio o sono triste non perdo tempo, faccio le svolte alle maniche e poi di corsa in cucina a preparare qualcosa di buono e sfizioso. Nel mio blog troverete un ampia varietà di ricette, dalle più semplici alle più elaborate, dalle più golose a quelle più giornaliere per approntare un pasto in maniera semplice, pratica e gustosa, ma troverete anche ricette light per quando occorre rimettersi in forma... Insomma, un diario di cucina adatto ad ogni esigenza, che aspettate allora? Andiamo in cucina e prepariamo insieme qualcosa di buono!!

Precedente Confettura di mele cotogne Successivo Spezzatino di carne e patate al rosmarino

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.