Brioche intrecciata cuor di mela

Brioche intrecciata cuor di mela.

Adoro le brioches, sono la mia più grande tentazione, non riesco a resistere; quella pasta filante e profumata mi fa impazzire e sono sempre alla ricerca del giusto impasto che mi regali la consistenza che tanto desidero!

L’altro giorno navigando un po’ sul web mi sono ritrovata tra le mani la ricetta di una brioche francese che prometteva davvero bene, ma durante la lavorazione l’impasto sembrava non convincermi e ho deciso di aggiungere dello yogurt greco per renderlo più morbido, con qualche giro di planetaria, la pasta si è sistemata ed il risultato finale è stato talmente buono che ho deciso di rifarlo arricchendo la brioche con mele e cannella, connubio che adoro. E’ nata così la mia profumatissima e sofficissima brioche dal cuore di mela, golosa, invitante, fragrante, una vera delizia che rifarò quanto prima!

Se anche voi volete conoscere la ricetta seguitemi e passo passo la prepareremo insieme

Brioche intrecciata cuor di mela
  • Preparazione: 8 Ore
  • Cottura: 45 Minuti
  • Difficoltà: Alta
  • Porzioni: 6 Persone
  • Costo: Economico

Ingredienti

  • 500 g Farina(W 360 P/L 55 ) (farina forte adatta a lunghe lievitazini) (farina molto forte)
  • 250 g Burro
  • 150 g Tuorli
  • 2 Uova intere (medie)
  • 100 g Zucchero
  • 1/2 bustina Lievito di birra secco (o 12 g fresco)
  • 4 g Sale
  • 150 g Yogurt greco (0 120 naturale bianco)
  • 1 Arancia (solo la scorza)

Farcitura cuor di mele

  • 2 Mele Golden
  • 1 cucchiaino Cannella in polvere
  • q.b. Noce moscata
  • 2 cucchiai Zucchero

Preparazione

  1. Inserite nella ciotola della planetaria la farina, le uova e lo zucchero. Lasciate girare fino a che non otterrete un impasto incordato molto sodo, ci varranno circa venti minuti

    Aggiungete il burro a tocchetti,  a temperatura ambiente appena morbido ma non sciolto, lasciate incordare prima di procedere agli altri inserimenti.

    A massa formata aggiungete lo yogurt, la scorza grattugiata di un arancia, la vanillina e il sale, riprendete l’incordatura.

  2. Quando tirando un lembo dell’impasto, si formerà un velo e la pasta non si strapperà saremo pronti ad aggiungere il lievito.

    Vi consiglio di utilizzare un buon lievito di birra disidratato, l’odore è meno invasivo rispetto al fresco, ma prima di aggiungerlo all’impasto dovremo attivarlo per essere sicuri che l’impasto possa lievitare. Sciogliete il lievito secco in un bicchiere con 20g d’acqua tiepida e la punta di un cucchiaino di zucchero, mescolate per bene e riponete al caldo, nell’arco di qualche minuto, se tutto funziona, vedrete formarsi una schiuma abbondante, aggiungete quindi tutto il liquido all’impasto insieme ad un cucchiaio di farina. Riprendete a far girare la planetaria fino ad ottenere un impasto nuovamente perfetto ed incordato.

  3. Rivoltate la pasta sulla spianatoia, date qualche giro di pieghe “slap and fold”, quindi pirlate e riponete in un ciotola. Mettete l’impasto al caldo a lievitare fino a che non sia triplicato, a 28°C ci vorranno circa 3 ore, ma il tempo è approssimativo, potrebbe volerci poco meno o anche molto di più.

    A lievitazione avvenuta, sgonfiate l’impasto e mettetelo in frigo a raffreddare per un’ora circa.

    Infarinate la spianatoia molto bene, rivoltatevi l’impasto,

  4. Con l’aiuto di mattarello e farina stendete un rettangolo che abbia il lato lungo di circa 40cm e il lato corto di 25cm, cospargete con la mela a tocchetti piccoli, la cannella, la noce moscata e lo zucchero semolato.

    Formate un rotolo, a questo punto potrete procedere in due modi: potrete mettere il rotolo nello stampo per ciambella e lasciarlo lievitare così, oppure azzardare una manovra un po’ più impegnativa e dividere il rotolo a meta,

  5. intracciandolo come nella foto. In questo caso siate delicati, il tutto tende a disfarsi molto facilmente.

    Formata la treccia a due lembi, riponetela in uno stampo per ciambella preferibilmente a cerniera. Con lo stampo a cerniera basterà arrotolare la treccia attorno alla parte centrale e poi chiudere i lati.

    Sia che vogliate intrecciarla, sia che non vogliate, una volta riposta la brioche nello stampo, dovrete lasciarla lievitare al caldo, quindi anche in forno con luce accesa, fino al raddoppio.

    A raddoppio avvenuto spennellate la superficie della brioche con del latte e infornate a 160°C statico per 50 minuti, prima di sfornare, misurate la temperatura al cuore, che non dovrà essere inferiore ai 94°C.

    Sformate la brioches solo quando sarà tiepida.

  6. Brioche intrecciata cuor di mela

    La brioche cuore di mela si mantiene bene per due tre giorni, ma chiusa sotto una campana di vetro. Vi consiglio di scaldare leggermente il dolce prima di consumarlo, il burro contenuto nell’impasto sciogliendosi, renderò la brioche ancora più buona.

    Se avete gradito la ricetta, vi invito a visitare la mia pagina facebook , troverete molte idee stuzzicanti e se lascerete il vostro like resterete aggiornati su tante nuove e golose preparzioni!

    Mi troverete anche su pinterest , su instagram , e su twitter.

    Realizzate le ricette del blog e inviatemi le vostro foto, sarò orgogliosa di condividerle sulle mie pagine social!

    Se questa ricetta ti è piaciuta guarda pure:

    Torta di mele rovesciata cottura in padella soffice e veloce ;

    Torta di mele della nonna;

    Coppa all’arancia con crema di mascarpone e cioccolato bianco;

    Brioche morbidissima e Filante con cioccolato;

    Brioscia cco tuppu-brioche catanese;

     

Note

L’utilizzo di una buona farina di forza è necessaria alla realizzazione di una brioche morbida e filante al punto giusto.

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da ilcaldosaporedelsud

Salve, mi chiamo Fernanda, sono siciliana di Catania e sono nata nel 1980. Ho uno splendida brigata composta da mio marito e tre meravigliosi figli. Quando mi annoio o sono triste non perdo tempo, faccio le svolte alle maniche e poi di corsa in cucina a preparare qualcosa di buono e sfizioso. Nel mio blog troverete un ampia varietà di ricette, dalle più semplici alle più elaborate, dalle più golose a quelle più giornaliere per approntare un pasto in maniera semplice, pratica e gustosa, ma troverete anche ricette light per quando occorre rimettersi in forma... Insomma, un diario di cucina adatto ad ogni esigenza, che aspettate allora? Andiamo in cucina e prepariamo insieme qualcosa di buono!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.