Crea sito

Arancini catanesi al sugo

Arancini catanesi al sugo.
Noi a Catania lo chiamiamo arancino, ha la punta ed è meschietto, a Palermo è rotonda e si chiama arancina, a Palermo si fa al ragù ed a Catania si fa al sugo, con il pezzetto di carne dentro, qualche altra piccola differenza c’è, ma sia che vi troviate nella meravigliosa Catania o nella stupenda Palermo, gustatevi questa specialità e portatevela nel cuore, perché non la dimenticherete!
Ecco la ricetta:

Arancini catanesi al sugo
  • DifficoltàBassa
  • CostoBasso
  • Tempo di preparazione3 Ore
  • Tempo di cottura5 Minuti
  • Porzioni10-12 arancini
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gRiso (per risotti, Io uso l’arborio)
  • 600 gRagù (con pezzi di carne e piselli)
  • 200 gFormaggio a pasta filata (o fontina)
  • 1 gZafferano
  • 50 gBurro
  • q.b.Brodo vegetale

Panatura e pastella

  • 100 gFarina
  • 300 mlAcqua
  • 1Uovo
  • 300 gPangrattato
  • q.b.Olio di semi (per friggere)

Preparazione

  1. Cuocete il riso in un buon brodo vegetale, preferibilmente fatto in casa, io sconsiglio il dado a meno che non sia fatto in casa, ecco il link dado vegetale in crema. Scolatelo al dente. Unite il burro e lo zaffereno che nelle ricetta catanese non andrebbe, ma che io adoro e mescolate bene.

    Adesso viene una fase molto importante, il riso deve asciugare, stendetelo su delle teglie e lasciatelo freddare, una buona asciugatura all’aria farà si che gli arancini non si crepino in cottura.

  2. Il ragù per gli arancini va preparato in anticipo, anche la sera prima di assemblarli, fatelo ben ristretto e aggiungete qualche pezzetto di carne a parte il tritato. Ecco il link della mia ricetta:Ragù di carne la mia ricetta.

  3. Assembliamo gli arancini, avete due opportunità, usare lo stampo, che si compra facilmente on line ad un prezzo accessibile, o farli a mano. Nel caso usiate lo stampo, come quello che ho io, ecco le foto passo passo(vedi sopra). Riempite la prima parte dello stampo con il riso, posizionate la seconda parte, inserite lo stantuffo, pressate, otterrete una cavità

  4. che riempirete con ragù e uno o due dadini di formaggio che avrete precedentemente tagliato. Tappate con un pò di riso e sformate.

  5. Se voleste procedere a mano, il procedimento è un pò complicato, fate qualche prova per prendere la mano. Riempite il palmo della mano con uno strato di 1cm di riso o anche meno se riuscite, fate una piccola conca e inserite ragù e formaggio. Coprite con un altro pò di riso.

  6. Modellate l’arancino come ho fatto in foto.

  7. Preparate una pastella abbastanza fluida, stemperate la farina in poca acqua e un uovo, unite la restante parte d’acqua e mescolate. Immergete ogni arancino nella pastella, sgocciolatelo

  8. e passatelo nel pangrattato. Assemblati tutti gli arancini e lasciateli riposare in frigo un paio d’ore almeno. Potete friggere gli arancini, scaldate l’olio, per valutare la temperatura dell’olio, inserite uno stuzzicadanti o il manico del cucchiaio di legno, se farà tante bollicine attorno l’olio sarà pronto. Immergete gli arancini, fateli dorare appena, tirateli fuori, lasciateli freddare una decina di minuti e riimmergete fino ad ottenere una bella panatura dorata e croccante.

  9. Vi dicevo del ragù sopra, la vera ricetta degli arancini catanesi, prevede che dentro ogni arancino ci sia un pezzo di carne, quindi quando unite il tritato al soffritto per il ragù unite anche dei tocchetti di carne da bollito e lasciate cuocere.

  10. Grazie del tempo che mi avete dedicato, spero che la ricetta vi sia piaciuta e vi invito a visitare la mia pagina facebook , dove troverete molte idee stuzzicanti e se lascerete il vostro like resterete aggiornati su tante nuove e golose preparazioni!

    Seguitemi anche:

    su pinterest ,

    su instagram

    e su twitter,  e troverete anche li le mie ricette!

    Da qui, potrai tornare alla HOME e scoprire le nuove ricette!

    Se questa ricetta ti è piaciuta, guarda pure:

    Arancini al burro con piselli;

    Cipolline catanesi tavola calda;

    Pizzette con pasta da rosticceria siciliana;

    Cartocciate prosciutto e mozzarella rosticceria siciliana;

    Torciglioni con wurstel rosticceria siciliana

Note

Come potrete vedere dalle foto, le mie dosi erano un pò più abbondanti di quelle indicate nella ricetta sopra. Ho fatto circa 30 arancini, cuocendo 1,5kg di riso. Le dosi indicate sono adatte invece a prepararne circa 10. Quanto alla carne nel ripieno, spesso gustando un’arancino a Catania troverete all’interno un pezzetto di carne al sugo, non è d’obbligo ma è caratteristico.

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da ilcaldosaporedelsud

Salve, mi chiamo Fernanda, sono siciliana di Catania e sono nata nel 1980. Ho uno splendida brigata composta da mio marito e tre meravigliosi figli. Quando mi annoio o sono triste non perdo tempo, faccio le svolte alle maniche e poi di corsa in cucina a preparare qualcosa di buono e sfizioso. Nel mio blog troverete un ampia varietà di ricette, dalle più semplici alle più elaborate, dalle più golose a quelle più giornaliere per approntare un pasto in maniera semplice, pratica e gustosa, ma troverete anche ricette light per quando occorre rimettersi in forma... Insomma, un diario di cucina adatto ad ogni esigenza, che aspettate allora? Andiamo in cucina e prepariamo insieme qualcosa di buono!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.