Paella valenziana marisco

Paella valenziana marisco   Prima di lasciarvi alla ricetta della Paella valenziana marisco ovvero la  Paella de mariscos, vi spiego un po’ la paella: è uno dei piatti emblema della tradizione gastronomica ispanica, la possiamo comparare alla pasta per noi italiani. Essendo io un’amante del pesce ormai mi sono specializzata nella preparazione della Paella valenziana marisco (Paella de mariscos), che potremmo tradurre come paella ai frutti di mare. Una ricetta che, oltre al riso, prevede l’aggiunta di solo pesce, solitamente crostacei e molluschi senza verdure a differenza delle altre versioni sempre aromatizzata allo zafferano e dalla curcuma, una versione semplice e fresca. La paella ha versioni pressoché illimitate: la paella nasce esattamente a Valencia per poi essere divulgata a effettivamente in tutta la Spagna e specialmente nelle regioni che si presentano sulla costa, tra cui la Catalogna. La paella originale, di Valencia, presume quattro ingredienti fondamentali: riso, verdure, pollo e coniglio, L’originale paella, è rigorosamente cucinata al momento del pasto, e si contraddistingue per la leggera patina croccante, pressappoco bruciacchiata che si configura sui bordi e sulla parte superiore della padella in cui viene cotta, in spagna la chiamano “socarrat”. Le origini di questo piatto discendono dal Medioevo, quando i servitori arabi nella zona di Valencia iniziarono a mescolare gli avanzi dei banchetti con il riso. La paella in valenziano significa padella, quindi conquista il suo nome dal contenitore che ancora si utilizza per cuocerla e servirla. Un’altra materia che contribuisce a elargire al piatto il suo inconfondibile sapore è il riso. La varietà utilizzata in Spagna è Arroz Bomba, contraddistinto da un chicco tondo di colore perlato. Il Bomba assorbe molto bene il brodo e tiene alla perfezione la cottura. In Italia è difficile da trovare io uso in sostituzione, l’Arborio o il Carnaroli. Nel frattempo mi sto organizzando per provare la versione con la carne bianca e le verdure, vi terrò aggiornati, ora però vi lascio alla ricetta.

  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Porzioni 2/3 persone
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 3 tazzeRiso Bomba (oppure l’Arborio o il Carnaroli)
  • 6 tazzeBrodo di pesce
  • 700 gCalamari (o seppie)
  • 8Gamberoni
  • 700 gVongole
  • 1 kgCozze
  • q.b.Prezzemolo
  • q.b.Olio extravergine d’oliva
  • 1 cucchiainoCurcuma in polvere
  • 1 cucchiainoPaprika dolce
  • q.b.Sale
  • q.b.Pepe
  • 1 bustinaZafferano (meglio i pistilli)
  • 500 gPolpa di granchio (facoltativo)

Preparazione

  1. Preparate tutti gli ingredienti

  2. Pulite le cozze lavatele e fatele aprire in una pentola (solo aprire non cuoceteli troppo), fate lo stesso con le vongole e recuperate l’acqua di cottura filtrandola e aggiungendola al brodo di gamberi che avrete preparato precedentemente.

  3. Ora tagliate i calamari e preparate tutto il necessario a portata di mano. Mettete un fondo di olio di oliva abbondante e mettetelo a scaldare (io non ho la padella senza manici strettamente dedicata alla paella, ma uso un padellone, bisogna adattarsi.

  4. Appena l’olio sarà caldo aggiungete i calamari e subito dopo i gamberoni e infine il riso. Aggiungete un po’di brodo

  5. Ora preparate lo zafferano scioglietelo in mezzo bicchiere di acqua tiepida aggiungete la paprika e la curcuma

  6. Ora aggiungetelo alla padella e mettete cozze e vongole irrorate con il brodo rimasto aggiungete una bella spolverata di prezzemolo.Ora copritelo lasciatelo cuocere fino a che il riso non è cotto e avrà formato la crosticina, ed ecco a voi la Paella valenziana marisco (Paella de mariscos).

  7. Nella mia foto non si vede bene perché mio marito erroneamente ha pensato che si dovesse mescolare, bene voi non fatelo!!

  8. E’ buono lo stesso però nella ricetta originale non si gira più dopo che si è aggiunto tutto il brodo. Buon appetito!

  9. ciao alla prossima ricetta. Teresa

Note

La paella é diversa dal risotto italiano, ha una consistenza piu’asciutta : I frutti di mare da utilizzare nella preparazione di questo piatto possono variare, non è necessario utilizzare quelli indicati in questa ricetta. A seconda della disponibilità del momento.  Quello che raccomando è di aggiungere gamberi o gamberoni non possono mancare. Se invece avete la possibilità di mettere dei pezzi di granchio, fatelo la paella di pesce viene spettacolare.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Le rotelle cocco e cioccolata Successivo Zucchine ripiene di pasta

Lascia un commento